vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

Tommaso Carrega (Porto Maurizio, 1739 - 1821) Maurizio Carrega (Porto Maurizio, 1737 - sanremo, post 1819) Deposizione, Santa Maria Maddalena, Maria di Cleofa, San Giovanni Evangelista sagome in cartone dipinte a tempera

Salita S. Pietro - 18100 Imperia (IM)
Tommaso Carrega (Porto Maurizio, 1739 - 1821)
Maurizio Carrega (Porto Maurizio, 1737 - sanremo, post 1819)
Deposizione, Santa Maria Maddalena, Maria di Cleofa, San Giovanni Evangelista
sagome in cartone dipinte a tempera Tommaso Carrega (Porto Maurizio, 1739 - 1821) Maurizio Carrega (Porto Maurizio, 1737 - sanremo, post 1819) Deposizione, Santa Maria Maddalena, Maria di Cleofa, San Giovanni Evangelista sagome in cartone dipinte a tempera

Commissionato nel 1780 a Maurizio Carrega, l’apparato effimero della Deposizione vide anche la collaborazione del fratello minore Tommaso. L’opera consisteva in sette sagome. di cui si sono conservate quattro; è verosimile che tra le perdute vi fosse lo Svenimento della Vergine. Su questo gruppo di cartoni si sono attuati tra il 1994 e il 2004 interventi di restauro di diversa natura, in parte sperimentali: il San Giovanni Evangelista ha mantenuto una foderatura di tela, la Maddalena e Maria di Cleofa sono state vincolate a sostegni in ferro sagomato, mentre la Deposizione è stata provvista di un sostegno in vetroresina. Modello di riferimento di quest’ultima è il noto affresco di Daniele da Volterra in Trinità dei Monti a Roma, copiato in forma speculare da un’incisione.

Luoghi d'arte collegati

Oratorio della Confraternita di San Pietro Apostolo a Porto Maurizio
Tommaso Carrega (Porto Maurizio, 1739 - 1821) Maurizio Carrega (Porto Maurizio, 1737 - sanremo, post 1819) Deposizione, Santa Maria Maddalena, Maria di Cleofa, San Giovanni Evangelista sagome in cartone dipinte a tempera
Salita S. Pietro 18100 Imperia (IM)

Commissionato nel 1780 a Maurizio Carrega, l’apparato effimero della Deposizione vide anche la collaborazione del fratello minore Tommaso. L’opera consisteva in sette sagome. di cui si sono conservate quattro; è verosimile che tra le perdute vi fosse lo Svenimento della Vergine. Su questo gruppo di cartoni si sono attuati tra il 1994 e il 2004 interventi di restauro di diversa natura, in parte sperimentali: il San Giovanni Evangelista ha mantenuto una foderatura di tela, la Maddalena e Maria di Cleofa sono state vincolate a sostegni in ferro sagomato, mentre la Deposizione è stata provvista di un sostegno in vetroresina. Modello di riferimento di quest’ultima è il noto affresco di Daniele da Volterra in Trinità dei Monti a Roma, copiato in forma speculare da un’incisione.

Luoghi d'arte collegati

Oratorio della Confraternita di San Pietro Apostolo a Porto Maurizio