vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

Pittore della Liguria di Ponente (seconda metà del XIX secolo) Portale di Sepolcro tre telari dipinti a tempera su tela

via San Maurizio - 18100 Imperia (IM)
Pittore della Liguria di Ponente
(seconda metà del XIX secolo)
Portale di Sepolcro
tre telari dipinti a tempera su tela Pittore della Liguria di Ponente (seconda metà del XIX secolo) Portale di Sepolcro tre telari dipinti a tempera su tela

Ai lati dell’arco stanno due soldati in abbigliamento classicheggiante, mentre nella parte superiore un drappello di angeli innalza i simboli della Passione. Nella struttura a elementi intelaiati l’opera si riallaccia alla tradizione settecentesca dei “cartelami”, ben rappresentata in zona dalla bottega dei Carrega, sebbene non manchino i segni di una semplificazione consona al gusto ottocentesco, nella tardiva riproposizione di stilemi neoclassici. Eseguito per la chiesa della Visitazione a Canneto, frazione di Prelà, l’apparato effimero della Settimana Santa, restaurato negli anni 2011-2012, è stato riambientato di concerto con la Curia vescovile nell’oratorio di S. Caterina a Porto Maurizio per assicurare migliori condizioni conservative e di visibilità

Luoghi d'arte collegati

Oratorio della Confraternita femminile di Santa Caterina d’Alessandria a Porto Maurizio
Pittore della Liguria di Ponente (seconda metà del XIX secolo) Portale di Sepolcro tre telari dipinti a tempera su tela
via San Maurizio 18100 Imperia (IM)

Ai lati dell’arco stanno due soldati in abbigliamento classicheggiante, mentre nella parte superiore un drappello di angeli innalza i simboli della Passione. Nella struttura a elementi intelaiati l’opera si riallaccia alla tradizione settecentesca dei “cartelami”, ben rappresentata in zona dalla bottega dei Carrega, sebbene non manchino i segni di una semplificazione consona al gusto ottocentesco, nella tardiva riproposizione di stilemi neoclassici. Eseguito per la chiesa della Visitazione a Canneto, frazione di Prelà, l’apparato effimero della Settimana Santa, restaurato negli anni 2011-2012, è stato riambientato di concerto con la Curia vescovile nell’oratorio di S. Caterina a Porto Maurizio per assicurare migliori condizioni conservative e di visibilità

Luoghi d'arte collegati

Oratorio della Confraternita femminile di Santa Caterina d’Alessandria a Porto Maurizio