vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

Giacomo Perasso (1830-?) La pesca miracolosa Legno scolpito e dipinto

Via Unione 7 - 18100 Imperia (IM)
Giacomo Perasso (1830-?)
La pesca miracolosa
Legno scolpito e dipinto Giacomo Perasso (1830-?) La pesca miracolosa Legno scolpito e dipinto

Giacomo Perasso, figlio di Domenico - originario di Loano, ma migrato verso la metà del secolo XIX a Oneglia per svolgervi l’attività di scultore - fondò nel 1855 una bottega nell’odierna Via Amendola, ottenendo diverse commissioni. Le sue opere manifestano peraltro una certa ripetitività nelle fisionomie e nelle posture, che possono apparire ricalcate da modelli settecenteschi. Tra le più importanti si segnalano il San Bernardo di Moltedo (1887), le due Natività di Maria di Armo (1890) e di Vendone (1897), la cassa dei Santi Gervasio e Protasio per la parrocchiale di Valloria del 1903, la Presentazione di Maria Vergine per le Figlie di Maria di Dolcedo di San Tommaso dello stesso anno e la Santa Margherita nella chiesa principale di Diano Arentino (1906). Il lavoro più complesso e impegnativo fu però proprio questa Pesca miracolosa, realizzata tra il 1898 e il 1902. 

Luoghi d'arte collegati

Oratorio di Nostra Signora di Loreto e San Martino di Tours a Oneglia
Giacomo Perasso (1830-?) La pesca miracolosa Legno scolpito e dipinto
Via Unione 7 18100 Imperia (IM)

Giacomo Perasso, figlio di Domenico - originario di Loano, ma migrato verso la metà del secolo XIX a Oneglia per svolgervi l’attività di scultore - fondò nel 1855 una bottega nell’odierna Via Amendola, ottenendo diverse commissioni. Le sue opere manifestano peraltro una certa ripetitività nelle fisionomie e nelle posture, che possono apparire ricalcate da modelli settecenteschi. Tra le più importanti si segnalano il San Bernardo di Moltedo (1887), le due Natività di Maria di Armo (1890) e di Vendone (1897), la cassa dei Santi Gervasio e Protasio per la parrocchiale di Valloria del 1903, la Presentazione di Maria Vergine per le Figlie di Maria di Dolcedo di San Tommaso dello stesso anno e la Santa Margherita nella chiesa principale di Diano Arentino (1906). Il lavoro più complesso e impegnativo fu però proprio questa Pesca miracolosa, realizzata tra il 1898 e il 1902. 

Luoghi d'arte collegati

Oratorio di Nostra Signora di Loreto e San Martino di Tours a Oneglia