vai al contenuto vai al footer

Giovanni Odazzi (Roma, 1663 - 1731) San Diego d'Alcalà risana un cieco olio su tela

Piazza Monte Calvario, Santuario di Santa Croce - 18100 Imperia (IM)
Telefono: +393398861464
Giovanni Odazzi
(Roma, 1663 - 1731)
San Diego d'Alcalà risana un cieco
olio su tela Giovanni Odazzi (Roma, 1663 - 1731) San Diego d'Alcalà risana un cieco olio su tela

Pendant del San Pasquale Baylon in adorazione del Sacramento, il dipinto celebra un santo poco conosciuto in Italia, assai più popolare invece in Spagna e nell’Ameria Latina: il frate minore Diego d’Alcalá (San Nicolás del Puerto 1400 - Alcalá de Henares 1463), evangelizzatore delle Canarie, che in occasione del giubileo del 1450 alloggiò a Roma presso il convento dell’Aracoeli e nel corso di un’epidemia si segnalò per le cure prestate ai malati. Venne canonizzato da Urbano VII1 nel 1588. L’opera presenta palesi affinità stilistiche con il San Pasquale Baylon, in quanto concepito nell’ambito di una medesima commissione. Qui tuttavia il racconto tende a prevalere sull’intento devozionale: vediamo il Santo al centro tra la folla, sovrastato da un volo di angeli, imporre la destra sulla fronte del cieco, mentre con l’altra mano tiene sollevato un turibolo.

Giovanni Odazzi (Roma, 1663 - 1731) San Diego d'Alcalà risana un cieco olio su tela
Piazza Monte Calvario, Santuario di Santa Croce 18100 Imperia (IM)
Telefono: +393398861464

Pendant del San Pasquale Baylon in adorazione del Sacramento, il dipinto celebra un santo poco conosciuto in Italia, assai più popolare invece in Spagna e nell’Ameria Latina: il frate minore Diego d’Alcalá (San Nicolás del Puerto 1400 - Alcalá de Henares 1463), evangelizzatore delle Canarie, che in occasione del giubileo del 1450 alloggiò a Roma presso il convento dell’Aracoeli e nel corso di un’epidemia si segnalò per le cure prestate ai malati. Venne canonizzato da Urbano VII1 nel 1588. L’opera presenta palesi affinità stilistiche con il San Pasquale Baylon, in quanto concepito nell’ambito di una medesima commissione. Qui tuttavia il racconto tende a prevalere sull’intento devozionale: vediamo il Santo al centro tra la folla, sovrastato da un volo di angeli, imporre la destra sulla fronte del cieco, mentre con l’altra mano tiene sollevato un turibolo.

Luoghi d'arte collegati

Museo delle Confraternite