vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

Antonio Travi, Il Sestri: Adorazione dei pastori

via Garibaldi 11 - Genova
Antonio Travi (Il Sestri), Adorazione dei pastori
foto: Sailko (Own work) [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons Antonio Travi (Il Sestri), Adorazione dei pastori foto: Sailko (Own work) [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

Antonio Travi, Il Sestri (Genova 1609 – 1665)
Adorazione dei pastori
Olio su tela

Restano solo due colonne antiche per nobilitare questa Adorazione dei patori in tutto scena di vita contadina. Si svolge su un'aia di fronte ad una spelonca dalla quale emergono volti di uomini dal carattere fortemente popolare, così come il vecchio a sinistra che indossa una coppola di feltro, lo stesso cappello che ha tra le mani l'uomo centrale.

Il ragazzo di spalle che mostra allo spettatore a pianta dei suoi piedi mostra quanto forte ormai fosse l'influsso caravaggesco.

Pecore, oche ed altri animali riconducono quest'opera a quell'ambito "saturnino" in cui spiccava negli stessi anni il Grechetto.

Luoghi d'arte collegati

MUSEI DI STRADA NUOVA
Nata nel 2004, l'istituzione riunisce in un unico percorso espositivo Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi (che è anche sede del Comune): tre antiche dimore, ricche di opere d'arte eccezionali, in una zona riconosciuta Patrimonio dell'umanità da parte dell'Unesco.
Antonio Travi, Il Sestri: Adorazione dei pastori
via Garibaldi 11 Genova

Antonio Travi, Il Sestri (Genova 1609 – 1665)
Adorazione dei pastori
Olio su tela

Restano solo due colonne antiche per nobilitare questa Adorazione dei patori in tutto scena di vita contadina. Si svolge su un'aia di fronte ad una spelonca dalla quale emergono volti di uomini dal carattere fortemente popolare, così come il vecchio a sinistra che indossa una coppola di feltro, lo stesso cappello che ha tra le mani l'uomo centrale.

Il ragazzo di spalle che mostra allo spettatore a pianta dei suoi piedi mostra quanto forte ormai fosse l'influsso caravaggesco.

Pecore, oche ed altri animali riconducono quest'opera a quell'ambito "saturnino" in cui spiccava negli stessi anni il Grechetto.

Luoghi d'arte collegati

MUSEI DI STRADA NUOVA
Nata nel 2004, l'istituzione riunisce in un unico percorso espositivo <strong>Palazzo Rosso</strong>, <strong>Palazzo Bianco </strong>e <strong>Palazzo Tursi </strong>(che è anche sede del Comune): tre antiche dimore, ricche di opere d'arte eccezionali, in una zona riconosciuta <strong>Patrimonio dell'umanità </strong>da parte dell'<strong>Unesco</strong>.