vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

Bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.), Natività

piazza Sarzano 35R - 16028 Genova (GE)
bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.), Natività bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.), Natività
bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.), Natività bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.), Natività

bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.)
Natività - seconda metà sec. XV
marmo bianco scolpito, parzialmente dorato (cm. 40,8 x 24,9)

La scena è incorniciata da un architrave retto da pilastri.
In primo piano sono raffigurati la Madonna, cinque angeli e due figure, forse dei pastori che circondano Gesù bambino, nudo, con la mano destra sulla bocca e con quella sinistra sul ventre, sdraiato su un panno posto su di un pagliericcio.
La Madonna, coperta da un ampio mantello che scende fino a terra e aureola vista in scorcio, è inginocchiata e con le mani giunte; accanto a lei, nella parte inferiore, due angeli sorreggono un libro, che leggono insieme ad altri due angeli.
Uno di essi è inginocchiato con le mani giunte, così come l'angelo con grandi ali dorate raffigurato all'estrema destra dell'osservatore.
In secondo piano è rappresentato in piedi San Giuseppe, con baffi e barba corta, leggermente piegato in avanti e appoggiato ad un bastone, nell'atto di contemplare il bambino e con il mantello chiuso dalla mano sinistra. Sullo sfondo roccioso il tetto della capanna poggia su due pilastri a base quadrata e su due bastoni.

La formella proviene dal mercato antiquario e non è possibile risalire alla sua collocazione originaria, al complesso di appartenenza, né si dispone di altre informazioni.  Da un punto di vista stilistico, tuttavia, il manufatto può essere accostato alla produzione della bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza per la resa dei panneggi ed i profili "spigolosi" delle figure.

L’opera, sottoposta ad un intervento di restauro nel 2009, risulta essere in un discreto stato conservativo, con la presenza solo di alcune scheggiature e di una doratura parzialmente brunita.

Luoghi d'arte collegati

MUSEO SANT'AGOSTINO
Visitare il complesso monumentale di Sant'Agostino è davvero un piacere per gli occhi, quasi tutto declinato in bianco e nero: comprende tra l'altro un convento del Duecento, un curioso chiostro triangolare e una chiesa gotica. Il percorso museale, con il modernissimo allestimento curato tra il 1977 e il 1992 dallo studio Albini-Helg-Piva, conduce i visitatori alla scoperta della scultura in Liguria, dalla fine del X alla fine del XVIII secolo.
Bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.), Natività
piazza Sarzano 35R 16028 Genova (GE)

bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza (attr.)
Natività - seconda metà sec. XV
marmo bianco scolpito, parzialmente dorato (cm. 40,8 x 24,9)

La scena è incorniciata da un architrave retto da pilastri.
In primo piano sono raffigurati la Madonna, cinque angeli e due figure, forse dei pastori che circondano Gesù bambino, nudo, con la mano destra sulla bocca e con quella sinistra sul ventre, sdraiato su un panno posto su di un pagliericcio.
La Madonna, coperta da un ampio mantello che scende fino a terra e aureola vista in scorcio, è inginocchiata e con le mani giunte; accanto a lei, nella parte inferiore, due angeli sorreggono un libro, che leggono insieme ad altri due angeli.
Uno di essi è inginocchiato con le mani giunte, così come l'angelo con grandi ali dorate raffigurato all'estrema destra dell'osservatore.
In secondo piano è rappresentato in piedi San Giuseppe, con baffi e barba corta, leggermente piegato in avanti e appoggiato ad un bastone, nell'atto di contemplare il bambino e con il mantello chiuso dalla mano sinistra. Sullo sfondo roccioso il tetto della capanna poggia su due pilastri a base quadrata e su due bastoni.

La formella proviene dal mercato antiquario e non è possibile risalire alla sua collocazione originaria, al complesso di appartenenza, né si dispone di altre informazioni.  Da un punto di vista stilistico, tuttavia, il manufatto può essere accostato alla produzione della bottega di Cristoforo e Antonio Mantegazza per la resa dei panneggi ed i profili "spigolosi" delle figure.

L’opera, sottoposta ad un intervento di restauro nel 2009, risulta essere in un discreto stato conservativo, con la presenza solo di alcune scheggiature e di una doratura parzialmente brunita.

Luoghi d'arte collegati

MUSEO SANT'AGOSTINO
Visitare il complesso monumentale di<strong> Sant'Agostino</strong> è davvero un piacere per gli occhi, quasi tutto declinato in bianco e nero: comprende tra l'altro un <strong>convento del Duecento</strong>, un curioso <strong>chiostro triangolare</strong> e una chiesa gotica. Il percorso museale, con il modernissimo allestimento curato tra il 1977 e il 1992 dallo studio <strong>Albini-Helg-Piva</strong>, conduce i visitatori alla scoperta della <strong>scultura in Liguria</strong>, dalla fine del X alla fine del XVIII secolo.