vai al contenuto vai al footer

Portici della Ripa

Tipologia: Architetture/Architetture civili
- Genova
I portici I portici
I portici I portici
I portici I portici

Il porticato della Ripa, che nel medioevo lambiva cioè la sottostante spiaggia del porto mercantile, era in realtà una strada coperta dove si apriva una serie continua di botteghe, con retrostanti e sottostanti magazzini, interrotta soltanto dai vicoli che portano a piazzette dove si svolgevano mercati per singole classi di prodotti. Ogni casa della schiera aveva quindi un pianterreno dedicato completamente al commercio, al minuto e all'ingrosso, e alle forniture di bordo, con relative attivitàartigianali.

Alle soprastanti abitazioni delle famiglie mercantili si accedeva dal retro o dai vicoli laterali: l'unico portale gotico è conservato in vico del Serraglio. Nel tratto occidentale, fino all'edificio moderno ricostruito dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale, i portici sono stati restaurati nella forma medievale progettata nel XII secolo, ma le facciate soprastanti sono dovute a trasformazioni avvenute tra il Cinquecento e l'Ottocento, se si esclude la torre Morchi.

Nel tratto centrale fino a via San Lorenzo, sono stati conservati nella forma ribassata del Seicento: è stata restaurata la parte medievale dell'elevato in tre case di via Frate Oliverio, dietro al Palazzo di San Giorgio. Il tratto da via San Lorenzo a piazza Cavour è stato completamente ricostruito nell'Ottocento.

Itinerari

Questo luogo appartiene all'itinerario
Portici della Ripa
Tipologia: Architetture civili
Genova

Il porticato della Ripa, che nel medioevo lambiva cioè la sottostante spiaggia del porto mercantile, era in realtà una strada coperta dove si apriva una serie continua di botteghe, con retrostanti e sottostanti magazzini, interrotta soltanto dai vicoli che portano a piazzette dove si svolgevano mercati per singole classi di prodotti. Ogni casa della schiera aveva quindi un pianterreno dedicato completamente al commercio, al minuto e all'ingrosso, e alle forniture di bordo, con relative attivitàartigianali.

Alle soprastanti abitazioni delle famiglie mercantili si accedeva dal retro o dai vicoli laterali: l'unico portale gotico è conservato in vico del Serraglio. Nel tratto occidentale, fino all'edificio moderno ricostruito dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale, i portici sono stati restaurati nella forma medievale progettata nel XII secolo, ma le facciate soprastanti sono dovute a trasformazioni avvenute tra il Cinquecento e l'Ottocento, se si esclude la torre Morchi.

Nel tratto centrale fino a via San Lorenzo, sono stati conservati nella forma ribassata del Seicento: è stata restaurata la parte medievale dell'elevato in tre case di via Frate Oliverio, dietro al Palazzo di San Giorgio. Il tratto da via San Lorenzo a piazza Cavour è stato completamente ricostruito nell'Ottocento.

Itinerari

Questo luogo appartiene all'itinerario