vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

Convento e chiesa di Sant'Agostino

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Genova
La facciata La facciata
Il campanile Il campanile
Il campanile Il campanile
Il chiostro Il chiostro

La chiesa gotica di Sant'Agostino fu fondata nel 1260 dagli Agostiniani col nome di Santa Tecla, ma il popolo decise di cambiare la denominazione della chiesa in quello attuale. Le corporazioni della zona (tintori, bottai, setaioli, coltellieri, pollivendoli, carpentieri, berrettieri, lanternai) avevano ognuna il proprio altare, dove venivano celebrate le feste ai rispettivi protettori.

Rimaneggiata più volte nel corso dei secoli in forme e stili diversi e abbandonata nel 1798, si caratterizza per lo splendido campanile decorato di maioliche. Attualmente è adibita a sala concerti. L'annesso convento è costruito a più riprese, dal medioevale chiostro triangolare conservato, al settecentesco chiostro quadrangolare, rifatto: appartengono al chiostro quadrangolare originario solo le quattro colonne d'angolo.

Oggi il convento è un edificio moderno di cemento e acciaio, che ricalca la sagoma della struttura settecentesca. Ospita il Museo di scultura e architettura ligure inaugurato nel 1984: in mostra circa duecento reperti, perlopiù di scultura - capitelli, portali, formelle, sarcofagi, colonne, eccetera - provenienti da edifici religiosi e civili distrutti negli ultimi cent'anni.

Itinerari

Questo luogo appartiene all'itinerario
Convento e chiesa di Sant'Agostino
Tipologia: Edifici religiosi
Genova

La chiesa gotica di Sant'Agostino fu fondata nel 1260 dagli Agostiniani col nome di Santa Tecla, ma il popolo decise di cambiare la denominazione della chiesa in quello attuale. Le corporazioni della zona (tintori, bottai, setaioli, coltellieri, pollivendoli, carpentieri, berrettieri, lanternai) avevano ognuna il proprio altare, dove venivano celebrate le feste ai rispettivi protettori.

Rimaneggiata più volte nel corso dei secoli in forme e stili diversi e abbandonata nel 1798, si caratterizza per lo splendido campanile decorato di maioliche. Attualmente è adibita a sala concerti. L'annesso convento è costruito a più riprese, dal medioevale chiostro triangolare conservato, al settecentesco chiostro quadrangolare, rifatto: appartengono al chiostro quadrangolare originario solo le quattro colonne d'angolo.

Oggi il convento è un edificio moderno di cemento e acciaio, che ricalca la sagoma della struttura settecentesca. Ospita il Museo di scultura e architettura ligure inaugurato nel 1984: in mostra circa duecento reperti, perlopiù di scultura - capitelli, portali, formelle, sarcofagi, colonne, eccetera - provenienti da edifici religiosi e civili distrutti negli ultimi cent'anni.

Itinerari

Questo luogo appartiene all'itinerario