vai al contenuto vai al footer
torna all'itinerario

L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare)

via della Chiesa - 19028 Varese Ligure (SP)
L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII
L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con la sarabanda di putti) L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con la sarabanda di putti)
L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con la Vergine Annunciata e San Rocco) L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con la Vergine Annunciata e San Rocco)
L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con la Vergine Annunciata e Santa Caterina da Alessandria) L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con la Vergine Annunciata e Santa Caterina da Alessandria)
L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con il cane di San Rocco) L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare con il cane di San Rocco)

L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo
Olio su tela, sec. XVII inizi

Il dipinto raffigurante La Nunziata è ricordato dalle Remondini nella relazione sulle parrocchiale  delle arcidiocesi genovese del 1889 nella descrizione dell’oratorio dei S.S. Rhoco e Antonio Abate che “vuolsi retto dal 1451 e a tre altari sacri alle cinque piaghe a San Giovanni Battista e il Maggiore con Ancona della Nunziata ricca di cinque figure di Santi tra le quali i titolari”. Il dizionario del Casalis del 1850 tra le opere artistiche di questo oratorio non menziona la Nunziata  mentre cita la modestissima “Caena  Domini”.

L’opera fu sicuramente realizzata per l’oratorio, potrebbe essere riferibile ad una preesistente confraternita dell’Annunciata e come depone la presenza dei due titolari del medesimo e per il perfetto inserimento nella cornice a stucco parte integrante del disegno decorativo della parete di fondo. L’opera applica i dettami controriformisti, testimonianza di quella diffusa cultura visiva che nel XVII secolo esporta tradizioni genovesi e gusto toscano, imposti dal prestigio di G. Battista Paggi (1554-1627). La sarabanda dei putti rammenta vagamente certe composizioni cambiasesche, i lineamenti del viso e i particolari descrittivi dell’abito di Santa Caterina d’Alessandria ricordano l’abbigliamento di Sant’Orsola nel Martirio di Sant’Orsola dipinto di G.B. Paggi per il Duomo di Savona. La tela è stata restaurata nel 1983 a cura del laboratorio di restauro della Regione Liguria. 

Luoghi d'arte collegati

Oratorio dei S.S. Antonio e Rocco (Lerici)
L’oratorio dei Santi Antonio e Rocco, situato accanto alla chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista è legato alla fondazione della confraternita omonima, costituitasi nel 1451, tutt'ora attiva, e da cui prese il nome l’edificio.
L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo, sec. XVII (particolare)
via della Chiesa 19028 Varese Ligure (SP)

L’Annunciazione, Sant’Antonio Abbate, Santa Caterina d’Alessandria, San Rocco, San Gottardo
Olio su tela, sec. XVII inizi

Il dipinto raffigurante La Nunziata è ricordato dalle Remondini nella relazione sulle parrocchiale  delle arcidiocesi genovese del 1889 nella descrizione dell’oratorio dei S.S. Rhoco e Antonio Abate che “vuolsi retto dal 1451 e a tre altari sacri alle cinque piaghe a San Giovanni Battista e il Maggiore con Ancona della Nunziata ricca di cinque figure di Santi tra le quali i titolari”. Il dizionario del Casalis del 1850 tra le opere artistiche di questo oratorio non menziona la Nunziata  mentre cita la modestissima “Caena  Domini”.

L’opera fu sicuramente realizzata per l’oratorio, potrebbe essere riferibile ad una preesistente confraternita dell’Annunciata e come depone la presenza dei due titolari del medesimo e per il perfetto inserimento nella cornice a stucco parte integrante del disegno decorativo della parete di fondo. L’opera applica i dettami controriformisti, testimonianza di quella diffusa cultura visiva che nel XVII secolo esporta tradizioni genovesi e gusto toscano, imposti dal prestigio di G. Battista Paggi (1554-1627). La sarabanda dei putti rammenta vagamente certe composizioni cambiasesche, i lineamenti del viso e i particolari descrittivi dell’abito di Santa Caterina d’Alessandria ricordano l’abbigliamento di Sant’Orsola nel Martirio di Sant’Orsola dipinto di G.B. Paggi per il Duomo di Savona. La tela è stata restaurata nel 1983 a cura del laboratorio di restauro della Regione Liguria. 

Luoghi d'arte collegati

Oratorio dei S.S. Antonio e Rocco (Lerici)
L’oratorio dei Santi Antonio e Rocco, situato accanto alla chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista è legato alla fondazione della confraternita omonima, costituitasi nel 1451, tutt'ora attiva, e da cui prese il nome l’edificio.