vai al contenuto vai al footer

Sacra Famiglia e Santi Eligio e Antonio Abate, Giovan Battista Casoni, sec. XVII

Via Orante Petriccioli - 19032 Lerici
Telefono: 0187 9601
Sacra Famiglia e SS. Eligio e Antonio Abate Giovan Battista Casoni Sacra Famiglia e SS. Eligio e Antonio Abate Giovan Battista Casoni
Sacra Famiglia e SS. Eligio e Antonio Abate Giovan Battista Casoni   (dettaglio) Sacra Famiglia e SS. Eligio e Antonio Abate Giovan Battista Casoni (particolare)

Sacra Famiglia e SS. Eligio e Antonio Abate, Giovan Battista Casoni (Lerici 1610 - Genova 1686)
olio su tela, sec. XVII seconda metà

L'opera venne per lungo tempo riferita a Domenico Fiasella; ancora nel volume del 1978 I Beni Culturali della Provincia della Spezia, curato da Piero Torriti, l'attribuzione era ancora al noto pittore ligure.
Giovan Battista Casoni è stato da più parti ritenuto allievo del Fiasella del quale era cognato, ma in realtà ne divenne il principale collaboratore dal 1641; alcune opere vennero realizzate a due mani come l'enorme Moltiplicazione dei pani e dei pesci della chiesa di Santa Maria Assunta a Spezia, datata 1642 e firmata dallo stesso Casoni e la pala d'altare di Portovenere, la Madonna col Bambino e Sant'Antonio da Padova e Francesco datata 1645 e siglata G.V.C. e riferibile in parte al Fiasella. A Lerici, dove nacque, il Casoni realizzò per il santuario di Maralunga il Sant'Agostino tra la Vergine e il Cristo, ora nella Chiesa Parrocchiale di Lerici, mentre Fiasella nel 1659 dipinse per l'oratorio di San Bernardino la Madonna col Bambino San Bernardino e Francesco.
La Sacra Famiglia dell'Oratorio di San Rocco è oggi unanimemente attribuita al Casoni, probabilmente in zona nello stesso periodo. L'impaginazione del dipinto che si apre su un sipario, le cui cortine ricordano il citato dipinto di San Francesco, sembra ricondurre questa Sacra Famiglia ad una dimensione quasi domestica, evidenziata dalla partecipazione emotiva della Vergine e di San Giuseppe.
La modestia della costruzione e della impaginazione a cui manca ogni gusto della teatralità e della celebrazione si riscatta nell'accuratezza dell'esecuzione dei motivi decorativi dell'abito di Sant'Eligio esaltati dalla luce e dal biancore del merletto della sottoveste.

Luoghi d'arte collegati

Oratorio di San Rocco (Lerici)
L'Oratorio di San Rocco
Sacra Famiglia e Santi Eligio e Antonio Abate, Giovan Battista Casoni, sec. XVII
Via Orante Petriccioli 19032 Lerici
Telefono: 0187 9601

Sacra Famiglia e SS. Eligio e Antonio Abate, Giovan Battista Casoni (Lerici 1610 - Genova 1686)
olio su tela, sec. XVII seconda metà

L'opera venne per lungo tempo riferita a Domenico Fiasella; ancora nel volume del 1978 I Beni Culturali della Provincia della Spezia, curato da Piero Torriti, l'attribuzione era ancora al noto pittore ligure.
Giovan Battista Casoni è stato da più parti ritenuto allievo del Fiasella del quale era cognato, ma in realtà ne divenne il principale collaboratore dal 1641; alcune opere vennero realizzate a due mani come l'enorme Moltiplicazione dei pani e dei pesci della chiesa di Santa Maria Assunta a Spezia, datata 1642 e firmata dallo stesso Casoni e la pala d'altare di Portovenere, la Madonna col Bambino e Sant'Antonio da Padova e Francesco datata 1645 e siglata G.V.C. e riferibile in parte al Fiasella. A Lerici, dove nacque, il Casoni realizzò per il santuario di Maralunga il Sant'Agostino tra la Vergine e il Cristo, ora nella Chiesa Parrocchiale di Lerici, mentre Fiasella nel 1659 dipinse per l'oratorio di San Bernardino la Madonna col Bambino San Bernardino e Francesco.
La Sacra Famiglia dell'Oratorio di San Rocco è oggi unanimemente attribuita al Casoni, probabilmente in zona nello stesso periodo. L'impaginazione del dipinto che si apre su un sipario, le cui cortine ricordano il citato dipinto di San Francesco, sembra ricondurre questa Sacra Famiglia ad una dimensione quasi domestica, evidenziata dalla partecipazione emotiva della Vergine e di San Giuseppe.
La modestia della costruzione e della impaginazione a cui manca ogni gusto della teatralità e della celebrazione si riscatta nell'accuratezza dell'esecuzione dei motivi decorativi dell'abito di Sant'Eligio esaltati dalla luce e dal biancore del merletto della sottoveste.

Luoghi d'arte collegati

Oratorio di San Rocco (Lerici)
L'Oratorio di San Rocco