vai al contenuto vai al footer

Madonna bambina con Sant’Anna e San Gioacchino, Giovanni Andrea De Ferrari, 1630

via del Prione 156 - 19121 La Spezia
Telefono: 0187 258570
Giovanni Andrea De Ferrari, Madonna Bambina Sant’Anna e San Gioacchino, 1630 circa Giovanni Andrea De Ferrari, Madonna Bambina Sant’Anna e San Gioacchino, 1630 circa
Giovanni Andrea De Ferrari, Madonna Bambina Sant’Anna e San Gioacchino, 1630 circa (particolare) Giovanni Andrea De Ferrari, Madonna Bambina Sant’Anna e San Gioacchino, 1630 circa (particolare)
Giovanni Andrea De Ferrari, Madonna Bambina Sant’Anna e San Gioacchino, 1630 circa (particolare) Giovanni Andrea De Ferrari, Madonna Bambina Sant’Anna e San Gioacchino, 1630 circa (particolare)

Madonna bambina con Sant’Anna e San Gioacchino, Giovanni Andrea De Ferrari (Genova 1598 – 1669)
Olio su tela, 1630 circa

L’opera proviene dalla Chiesa di Nostra Signora della Salute dove giunse, come riferisce il Formentini, nel maggio 1919 per legato della signora Teresa Caorsi vedova Del Monte ed era ancora ben conservato e di ottimo pennello "l'attribuzione che se ne è fatta al nostro Sarzana ne ha tutte le probabilità".
Dopo questa prima attribuzione al Fiasella, nel 1971 il dipinto venne attribuito dal Castelnovi a Giovanni Andrea De Ferrari, andando ad aggiungersi così al corpus spezzino del pittore che comprendeva la Visitazione di Santa Caterina a Sarzana ed il San Francesco di Varese Ligure attribuitogli dal Torriti nel 1978.

Quest'opera, da molti indicata come l’Educazione della Vergine, è una bellissima tela di grandi dimensioni e forte impatto comunicativo ed è probabilmente antecedente alla Visitazione di Sarzana, e forse riferibile agli anni ’30-’40 quando il pittore, dopo l’alunnato presso Bernardo Castello e Bernardo Strozzi e dopo aver subito l’influenza di Simon Vouet, si avvicina al Fiasella e ne subisce l’influsso. Nella narrazione dell’episodio De Ferrari mostra una sensibile inclinazione verso il realismo descrittivo dovuto all’influsso fiammingo. Pacatezza narrativa ed un'elegante fluidità pittorica, ben evidenziata nel luminismo nella veste della Vergine, consentono di datare l’opera in anni precedenti alla svolta che lo condurrà ad un uso della velatura sempre più incline all'espressività ed intenta a cercare le forme in un progressivo disfacimento materico.

Luoghi d'arte collegati

Oratorio di San Bernardino, sede del Museo Diocesano (La Spezia)
L'Oratorio di San Bernardino, sede del Museo Diocesano di La Spezia,
Madonna bambina con Sant’Anna e San Gioacchino, Giovanni Andrea De Ferrari, 1630
via del Prione 156 19121 La Spezia
Telefono: 0187 258570

Madonna bambina con Sant’Anna e San Gioacchino, Giovanni Andrea De Ferrari (Genova 1598 – 1669)
Olio su tela, 1630 circa

L’opera proviene dalla Chiesa di Nostra Signora della Salute dove giunse, come riferisce il Formentini, nel maggio 1919 per legato della signora Teresa Caorsi vedova Del Monte ed era ancora ben conservato e di ottimo pennello "l'attribuzione che se ne è fatta al nostro Sarzana ne ha tutte le probabilità".
Dopo questa prima attribuzione al Fiasella, nel 1971 il dipinto venne attribuito dal Castelnovi a Giovanni Andrea De Ferrari, andando ad aggiungersi così al corpus spezzino del pittore che comprendeva la Visitazione di Santa Caterina a Sarzana ed il San Francesco di Varese Ligure attribuitogli dal Torriti nel 1978.

Quest'opera, da molti indicata come l’Educazione della Vergine, è una bellissima tela di grandi dimensioni e forte impatto comunicativo ed è probabilmente antecedente alla Visitazione di Sarzana, e forse riferibile agli anni ’30-’40 quando il pittore, dopo l’alunnato presso Bernardo Castello e Bernardo Strozzi e dopo aver subito l’influenza di Simon Vouet, si avvicina al Fiasella e ne subisce l’influsso. Nella narrazione dell’episodio De Ferrari mostra una sensibile inclinazione verso il realismo descrittivo dovuto all’influsso fiammingo. Pacatezza narrativa ed un'elegante fluidità pittorica, ben evidenziata nel luminismo nella veste della Vergine, consentono di datare l’opera in anni precedenti alla svolta che lo condurrà ad un uso della velatura sempre più incline all'espressività ed intenta a cercare le forme in un progressivo disfacimento materico.

Luoghi d'arte collegati

Oratorio di San Bernardino, sede del Museo Diocesano (La Spezia)
L'Oratorio di San Bernardino, sede del Museo Diocesano di La Spezia,