vai al contenuto vai al footer

San Giacomo Matamoros, 1823

Salita San Giacomo - 19015 Levanto (SP)

San Giacomo Matamoros, 1823
Olio su tela

Il dipinto raffigura il Santo guerriero che su un bianco cavallo sospeso in aria irrompe nella battaglia di Clavijo avvenuta nel IX secolo. Secondo tradizione San Giacomo salva l’esercito guidato da Ramiro I delle Asturie che sconfigge le truppe Islamiche guidate da Abd Al-Rahaman II.
L’immagine del Santo cavaliere, protettore dei fedeli cristiani, si diffuse in Europa grazie a Carlo V che, divenuto erede al trono di Spagna nel 1516, assunse come proprio patrono San Giacomo combattente. L’opera di Levanto, realizzata nel 1823 e restaurata nel 2009, una delle poche in Liguria a raffigurare il Matamoros, rappresenta il Santo con i tipici attributi iconografici: la mantella del pellegrino, con conchiglia sul lato destro, riferimento al pellegrinaggio e la croce simbolo dell’ordine di Santiago sul lato sinistro. 

Il dipinto, si contraddistingue per una gamma coloristica dai toni decisi e per caratterizzazioni tipologiche che introducono, pur nella narrazione di maniera, compiaciuti elementi di gusto orientaleggiante nella descrizione dell’abbigliamento dei mori, cosiddetto alla “turca”, assecondando la ricerca dell’esotismo in gran voga in quegli anni. .

 

Luoghi d'arte collegati

Oratorio della Confraternita di San Giacomo (Levanto)
L'attuale oratorio è stato eretto nel XVII secolo in sostituzione di quello precedente, di cui conserva un sovrapporta del XVI secolo
San Giacomo Matamoros, 1823
Salita San Giacomo 19015 Levanto (SP)

San Giacomo Matamoros, 1823
Olio su tela

Il dipinto raffigura il Santo guerriero che su un bianco cavallo sospeso in aria irrompe nella battaglia di Clavijo avvenuta nel IX secolo. Secondo tradizione San Giacomo salva l’esercito guidato da Ramiro I delle Asturie che sconfigge le truppe Islamiche guidate da Abd Al-Rahaman II.
L’immagine del Santo cavaliere, protettore dei fedeli cristiani, si diffuse in Europa grazie a Carlo V che, divenuto erede al trono di Spagna nel 1516, assunse come proprio patrono San Giacomo combattente. L’opera di Levanto, realizzata nel 1823 e restaurata nel 2009, una delle poche in Liguria a raffigurare il Matamoros, rappresenta il Santo con i tipici attributi iconografici: la mantella del pellegrino, con conchiglia sul lato destro, riferimento al pellegrinaggio e la croce simbolo dell’ordine di Santiago sul lato sinistro. 

Il dipinto, si contraddistingue per una gamma coloristica dai toni decisi e per caratterizzazioni tipologiche che introducono, pur nella narrazione di maniera, compiaciuti elementi di gusto orientaleggiante nella descrizione dell’abbigliamento dei mori, cosiddetto alla “turca”, assecondando la ricerca dell’esotismo in gran voga in quegli anni. .

 

Luoghi d'arte collegati

Oratorio della Confraternita di San Giacomo (Levanto)
L'attuale oratorio è stato eretto nel <strong>XVII secolo</strong> in sostituzione di quello precedente, di cui conserva un sovrapporta del XVI secolo