vai al contenuto vai al footer

Teatro Sacco-Colombo

Tipologia: Teatri
Via Quarda Superiore, 1 - 17100 Savona
Telefono: 331 77 39 633 - 328 65 75 729
L'interno del teatro L'interno del teatro
I palchi I palchi
L'interno del teatro L'interno del teatro
Il pianoforte Il pianoforte
Il soffitto Il soffitto
Particolare del soffitto Particolare del soffitto
La scala di ingresso La scala di ingresso

Notizie storiche

La volontà di edificare un teatro in Savona si manifesta nell’ultimo quarto del XVIII secolo, in una situazione economica non particolarmente florida per la città. Un cospicuo lascito della munifica famiglia Sacco, tuttavia, ne rende possibile la concretizzazione: fra il 1777 e il 1785 il nuovo teatro è realizzato all’interno del preesistente Palazzo Sacco. Il 4 agosto 1785 il Senato genovese autorizza gli amministratori dell’eredità Sacco ad aprire il teatro; gli stessi ne assumono l’amministrazione e ne predispongono il regolamento, pur fra numerosi giudizi negativi sull’opera.
Sull’attività artistica del teatro dalla sua apertura alla fine del secolo XVIII si hanno poche notizie, poiché la documentazione riguarda principalmente aspetti finanziari e legislativi. Tuttavia due appalti, stipulati nel 1787-88, forniscono preziose informazioni sugli attori e sul loro repertorio. Per quanto riguarda la musica, le principali opere allestite nel periodo evidenziano il considerevole aggiornamento della piazza savonese con i principali teatri italiani.
Agli inizi del secolo XIX le rappresentazioni musicali o drammatiche sono poche e, per un trentennio, saltuarie.
La più significativa attività artistica del Sacco ha luogo fra il 1830 e il 1852: le produzioni musicali delle principali stagioni includono le opere più note del tempo, oltre alle rappresentazioni drammatiche con la partecipazione dei migliori artisti dell’epoca.
Il declino è, però, inesorabilmente segnato nel 1853, con l’inaugurazione del nuovo teatro Chiabrera.
Il Sacco, ripristinato nelle sue funzioni, continua ad ospitare manifestazioni promosse da varie associazioni e filodrammatiche, veglioni mascherati e feste danzanti. Diviene proprietà privata alla fine dell’Ottocento. Nel 2008 l’attuale proprietà porta a compimento un faticoso recupero ed oggi la struttura ospita teatro e musica ma anche mostre ed eventi.

Descrizione architettonica

Inglobata nel palazzo Sacco di Via Quarda Superiore, la struttura assume, all’esterno, l’apparenza di un edificio comune e rivela un interno di dimensioni piuttosto modeste, a pianta in forma di ‘U’ allungata con palchetti in due ordini sovrapposti: un teatro definito dal Gardone “non grandioso, ma onestamente capace per le rappresentazioni delle opere”.
Il vecchio teatro Sacco subì un radicale restauro nel 1888 (con la perdita dell’originaria decorazione settecentesca); nel 1892, all’epoca delle grandi celebrazioni per il quarto centenario della scoperta dell’America, venne intitolato a Cristoforo Colombo ma nel 1893 fu gravemente danneggiato da un incendio. Seguono fasi alterne, fra recuperi e chiusure, fino agli ultimi interventi di restauro, conclusi nel 2008.

Teatro Sacco-Colombo
Tipologia: Teatri
Via Quarda Superiore, 1 17100 Savona
Telefono: 331 77 39 633 - 328 65 75 729

Notizie storiche

La volontà di edificare un teatro in Savona si manifesta nell’ultimo quarto del XVIII secolo, in una situazione economica non particolarmente florida per la città. Un cospicuo lascito della munifica famiglia Sacco, tuttavia, ne rende possibile la concretizzazione: fra il 1777 e il 1785 il nuovo teatro è realizzato all’interno del preesistente Palazzo Sacco. Il 4 agosto 1785 il Senato genovese autorizza gli amministratori dell’eredità Sacco ad aprire il teatro; gli stessi ne assumono l’amministrazione e ne predispongono il regolamento, pur fra numerosi giudizi negativi sull’opera.
Sull’attività artistica del teatro dalla sua apertura alla fine del secolo XVIII si hanno poche notizie, poiché la documentazione riguarda principalmente aspetti finanziari e legislativi. Tuttavia due appalti, stipulati nel 1787-88, forniscono preziose informazioni sugli attori e sul loro repertorio. Per quanto riguarda la musica, le principali opere allestite nel periodo evidenziano il considerevole aggiornamento della piazza savonese con i principali teatri italiani.
Agli inizi del secolo XIX le rappresentazioni musicali o drammatiche sono poche e, per un trentennio, saltuarie.
La più significativa attività artistica del Sacco ha luogo fra il 1830 e il 1852: le produzioni musicali delle principali stagioni includono le opere più note del tempo, oltre alle rappresentazioni drammatiche con la partecipazione dei migliori artisti dell’epoca.
Il declino è, però, inesorabilmente segnato nel 1853, con l’inaugurazione del nuovo teatro Chiabrera.
Il Sacco, ripristinato nelle sue funzioni, continua ad ospitare manifestazioni promosse da varie associazioni e filodrammatiche, veglioni mascherati e feste danzanti. Diviene proprietà privata alla fine dell’Ottocento. Nel 2008 l’attuale proprietà porta a compimento un faticoso recupero ed oggi la struttura ospita teatro e musica ma anche mostre ed eventi.

Descrizione architettonica

Inglobata nel palazzo Sacco di Via Quarda Superiore, la struttura assume, all’esterno, l’apparenza di un edificio comune e rivela un interno di dimensioni piuttosto modeste, a pianta in forma di ‘U’ allungata con palchetti in due ordini sovrapposti: un teatro definito dal Gardone “non grandioso, ma onestamente capace per le rappresentazioni delle opere”.
Il vecchio teatro Sacco subì un radicale restauro nel 1888 (con la perdita dell’originaria decorazione settecentesca); nel 1892, all’epoca delle grandi celebrazioni per il quarto centenario della scoperta dell’America, venne intitolato a Cristoforo Colombo ma nel 1893 fu gravemente danneggiato da un incendio. Seguono fasi alterne, fra recuperi e chiusure, fino agli ultimi interventi di restauro, conclusi nel 2008.