vai al contenuto vai al footer

Siti Archeologici

La Liguria è abitata da sempre. Grazie all'archeologia continuano ad emergere i segni di chi la abitò in epoca preistorica in grotte trogloditiche, le necropoli paloelitiche o i castellari, i villaggi e i primi monumenti degli antichi liguri, i resti di ville e città romane. Oltre ai siti archeologici, sono numerosi anche i reperti delle navi che il mare ci ha restituito, anfore, otri e suppellettili, che testimoniano la presenza millenaria dell'uomo e dei suoi traffici.

Finale Ligure
Siti archeologici
Una duna di sabbia silicea bianca, le "Arene Candide", ha dato il nome alla ampia caverna che si apre 90 metri al di sopra del livello attuale del mare, largamente esplorata dai paletnologi dell'800. Oltre venti sepolture preistoriche con ricchi corredi, tra le quali spicca la tomba del Principe
Icona
Ventimiglia
Siti archeologici
Dell'antico nucleo romano restano il teatro, costruito in avanzata epoca imperiale (150-160 d.C.), le Terme, un tempo circondate da giardini ed eleganti ville pavimentate a mosaico, parte dell'acquedotto e delle mura della città
Icona
Noli
Siti archeologici
L'area archeologica tardoantica-altomedievale di San Paragorio rappresenta una delle fondazioni più antiche della Liguria
Icona
Vado Ligure
Siti archeologici
Nella valle del Segno, nella zona di Sant'Ermete, si trovano importanti affioramenti di calcare utilizzati per secoli, almeno a partire dal Tardomedioevo, per la produzione di calce di ottima qualità. Oltre alle cave sono ancora visibili sul territorio varie fornaci secolari ancora in elevato di notevole interesse storico e archeologico
Icona
Portovenere
Siti archeologici
La grotta si apre a mezza costa su uno degli strapiombi Ovest dell'isola Palmaria e conserva tracce del Paleolitico Superiore e del Neolitico
icona
Varazze
Siti archeologici
Gli scavi archeologici del Riparo di Rocca Due Teste presso Alpicella hanno messo in luce le tracce di un piccolo insediamento stagionale, forse di transito, favorito dalla protezione naturale data dalla particolare morfologia delle rocce. Il riparo è stato utilizzato sporadicamente in epoche diverse tra il Neolitico e l'Età dei Metalli. Di particolare interesse sono i materiali appartenenti alla Cultura dei Vasi a Bocca Quadrata, del Neolitico Medio e alla civiltà di Golasecca
icona
Bergeggi
Siti archeologici
Il sito vicino al Monte Sant'Elena, denominato localmente Castellaro, è stato sottoposto a diverse campagne di scavo e rivela la presenza di un nucleo abitativo a partire dal VI-V secolo a.C. Nel IV-III secolo a.C. il nucleo si è trasformato in un castellaro, protetto da un muro di cinta intorno all'area abitata, e da un altro più in basso ad ulteriore protezione di aree di uso quotidiano
Icona
Levanto
Siti archeologici
Sul rilievo affacciato sull'antica area portuale recenti scavi archeologici hanno messo in luce tracce di un'occupazione umana riferibile alla tarda Età del Bronzo e di un'attività mineraria e metallurgica databile al XVII secolo
Icona
Casarza Ligure
Siti archeologici
Alle pendici del monte Roccagrande, si trova il Lago preistorico di Bargone. Di epoca glaciale, datato ad oltre diecimila anni fa, è caratterizzato da un habitat d'importanza eccezionale per la fauna e la vegetazione liguri
icona
Castiglione Chiavarese
Siti archeologici
Nella valle del Frascarese, in localita Ciappe di Sotto, si trovano due grotte naturali frequentate fin dal periodo neolitico a scopo insediativo e sepolcrale: queste grotte rappresentano uno dei rarissimi esempi di carsismo nella Liguria orientale
icona