vai al contenuto vai al footer

Parchi e giardini

La Liguria, per clima e per cultura, è sempre stata una terra rigogliosa di giardini. Attorno a ville ottocentesche e liberty crescono giardini, orti botanici, preziosi roseti o parchi a tema e percorsi culturali. Raffinati giardini all’italiana o grandi parchi, come quello di Nervi, offrono itinerari letterari ed artistici, mentre a Villa Hanbury a Ventimiglia si scoprono piante rare, tropicali ed esotiche, che la sapienza dei botanici ha portato qui da ogni parte del mondo.

Ventimiglia
Parchi e giardini
Dalla passione naturalistica di Sir Thomas Hanbury nasce, alla fine dell'Ottocento, sul promontorio verdeggiante della Mortola, a pochi chilometri da Ventimiglia, quello che diventerà presto il più grande giardino botanico per l'acclimatazione di piante esotiche d'Italia. Centinaia le specie da non perdere, provenienti dalle più diverse e lontane regioni del mondo, collezioni di piante rare, un erbario storico e attuale, e una preziosa banca dei semi e dei pollini
icona
Ventimiglia
Parchi e giardini
Nel 1865 la proprietà Boccanegra passò a Giuseppe Bianchieri, illustre uomo politico che, amico degli Hanbury e del botanico Ludwig Winter, si dedicava con passione alla coltivazione delle rose. Rimane oggi a testimonianza un muro della proprietà ricoperto da rose banksiane. L'attuale giardino si estende oggi per 4 ettari e mezzo e si sviluppa su terrazzamenti a picco sul mare
Icona
Bordighera
Parchi e giardini
Il giardino di Villa Garnier, a terrazzamenti su una superficie totale di 6.000 metri quadrati, è frutto del genio dell'architetto Charles Garnier, il quale con ogni probabilità chiamò, come valevole collaboratore, il famoso botanico Ludwig Winter
Icona
Ventimiglia
Parchi e giardini
Nella Piana di Latte, verso mare, nelle immediate vicinanze dell'antica strada Iulia Augusta, sono state di recente rinvenute alcune poderose strutture appartenenti alle pertinenze di una villa litoranea romana
Icona
Bordighera
Parchi e giardini
Un meraviglioso Giardino Esotico appartenente alla famiglia Pallanca da 4 generazioni. Da anni è aperto al pubblico, al suo interno sono visibili oltre 3000 varietà di piante esotiche, rocce arenarie e un panorama a picco sul mare
Icona