vai al contenuto vai al footer

PARCO STORICO DI VILLA DURAZZO PALLAVICINI

Tipologia: Parchi e giardini
VIA IGNAZIO PALLAVICINI 11 - 16155 Genova (GE)
Telefono: 010/8531544
Fax: 010/8531544

Considerato uno dei parchi romantici più originali del mondo, il parco di villa Durazzo Pallavicini di Pegli, voluto dal marchese Ignazio Pallavicini, fu ideato e realizzato nel 1840 da Michele Canzio, allora scenografo del teatro Carlo Felice. I lavori si protrassero per sei anni e da questi scaturì non solo un parco in stile romantico, ma un originalissimo itinerario teatrale composto da scenografie legate una all'altra da una traccia narrativa: il Viale Classico, la Coffee House, l'Arco di Trionfo, la Casa dell'Eremita, le Grotte, il Lago Grande con la Pagoda Cinese, il Tempio di Diana, il Ponte Romano, i Giardini di Flora, il Gazebo delle Rose, il tutto in una pittoresca realizzazione paesaggistica meticolosamente composta nei suoi elementi architettonici e vegetali e ordinata secondo un preciso percorso dai contenuti filosofico-teatrali. I continui cambiamenti di scenografia, i sapienti accostamenti di elementi architettonici e naturali e soprattutto la coinvolgente traccia narrativa che sta alla base del percorso, rendono ancora oggi emozionante la visita il cui percorso è articolato in tre atti, ognuno composto da quattro scene caratterizzate da laghi, torrentelli, cascate, edifici da giardino, arredi, piante rare, scorci visivi e ‘inganni scenografici’ capaci di appropriarsi del panorama esterno e di dilatare quasi all’infinito i confini di questo luogo “magico”. Non mancano esemplari vegetali di grande pregio botanico-paesaggistico: la monumentale canfora affiancata al cedro del Libano posti a margine del lago, la collezione di palme esotiche, l'araucaria e il sughero secolari, la Rosa Banksia e il Lauroceraso, ma in particolare spicca tra tutte la collezione di antiche camelie, alcune delle quali ultracentenarie, che ogni primavera costituisce una vera attrazione con la sua particolare fioritura.

Luoghi d'arte collegati

GIARDINO BOTANICO "CLELIA DURAZZO GRIMALDI"
Nel complesso di Villa Durazzo Pallavicini a Pegli, proprio accanto allo scenografico parco ideato da Michele Canzio, c'è un gioiello da vedere per chi studia le piante, per chi le coltiva e per chi, semplicemente, le ama. Fondato nel 1794 dalla marchesa Clelia Durazzo Grimaldi, apprezzata scienziata, il giardino che porta il suo nome è noto anche all'estero per la rarità e la bellezza dei suoi esemplari, nel contesto unico delle serre antiche
VILLA DURAZZO PALLAVICINI
La villa ottocentesca, sita a Pegli e circondata dal suo splendido giardino storico, è famosa per il suo orto botanico ed è oggi sede del Museo Civico di Archeologia. Il complesso museale vanta la più ampia rassegna di archeologia ligure: preistoria e protostoria della Liguria; sepolture paleolitiche; ricchissimi corredi della necropoli preromana di Genova; scavi delle città della Liguria romana; antichità greche e romane; collezione egizia e marmi romani
PARCO STORICO DI VILLA DURAZZO PALLAVICINI
Tipologia: Da non perdere/Parchi e giardini
VIA IGNAZIO PALLAVICINI 11 16155 Genova (GE)
Telefono: 010/8531544
Fax: 010/8531544

Considerato uno dei parchi romantici più originali del mondo, il parco di villa Durazzo Pallavicini di Pegli, voluto dal marchese Ignazio Pallavicini, fu ideato e realizzato nel 1840 da Michele Canzio, allora scenografo del teatro Carlo Felice. I lavori si protrassero per sei anni e da questi scaturì non solo un parco in stile romantico, ma un originalissimo itinerario teatrale composto da scenografie legate una all'altra da una traccia narrativa: il Viale Classico, la Coffee House, l'Arco di Trionfo, la Casa dell'Eremita, le Grotte, il Lago Grande con la Pagoda Cinese, il Tempio di Diana, il Ponte Romano, i Giardini di Flora, il Gazebo delle Rose, il tutto in una pittoresca realizzazione paesaggistica meticolosamente composta nei suoi elementi architettonici e vegetali e ordinata secondo un preciso percorso dai contenuti filosofico-teatrali. I continui cambiamenti di scenografia, i sapienti accostamenti di elementi architettonici e naturali e soprattutto la coinvolgente traccia narrativa che sta alla base del percorso, rendono ancora oggi emozionante la visita il cui percorso è articolato in tre atti, ognuno composto da quattro scene caratterizzate da laghi, torrentelli, cascate, edifici da giardino, arredi, piante rare, scorci visivi e ‘inganni scenografici’ capaci di appropriarsi del panorama esterno e di dilatare quasi all’infinito i confini di questo luogo “magico”. Non mancano esemplari vegetali di grande pregio botanico-paesaggistico: la monumentale canfora affiancata al cedro del Libano posti a margine del lago, la collezione di palme esotiche, l'araucaria e il sughero secolari, la Rosa Banksia e il Lauroceraso, ma in particolare spicca tra tutte la collezione di antiche camelie, alcune delle quali ultracentenarie, che ogni primavera costituisce una vera attrazione con la sua particolare fioritura.

Luoghi d'arte collegati

GIARDINO BOTANICO "CLELIA DURAZZO GRIMALDI"
Nel complesso di <strong>Villa Durazzo Pallavicini </strong>a<strong> Pegli</strong>, proprio accanto allo scenografico <strong>parco</strong> ideato da Michele Canzio, c'è un gioiello da vedere per chi studia le piante, per chi le coltiva e per chi, semplicemente, le ama. Fondato nel 1794 dalla marchesa <strong>Clelia Durazzo Grimaldi</strong>, apprezzata scienziata, il giardino<strong> </strong>che porta il suo nome è noto anche all'estero per la rarità e la bellezza dei suoi esemplari, nel contesto unico delle <strong>serre antiche</strong>
VILLA DURAZZO PALLAVICINI
La villa <strong>ottocentesca</strong>, sita a Pegli e circondata dal suo splendido <strong>giardino storico</strong>, è famosa per il suo orto botanico ed è oggi sede del Museo Civico di Archeologia. Il complesso museale vanta la più ampia rassegna di <strong>archeologia ligure</strong>: preistoria e protostoria della Liguria; sepolture paleolitiche; ricchissimi corredi della necropoli preromana di Genova; <strong>scavi delle città della Liguria</strong> romana; antichità greche e romane; collezione egizia e marmi romani