vai al contenuto vai al footer

Musei e raccolte

La cultura, l'identità, la storia e la espressione artistica dei Liguri e della Liguria. Un patrimonio culturale complesso, fatto di episodi d'arte e preziose testimonianze, dal passato più remoto fino a quello più prossimo, che si intrecciano con paesaggi già straordinari e pure straordinariamente antropizzati e con più nascoste ma sorprendenti espressioni della civiltà e dei saperi delle Comunità locali. Un patrimonio conservato, valorizzato e tramandato anche grazie ai musei e alle raccolte, alle reti museali, ai luoghi di testimonianza diffusi su tutto il territorio regionale.

Nelle pagine seguenti sono elencate le strutture museali di enti locali, di proprietà ecclesiastica o privata che hanno fatto pervenire alla Regione Liguria i propri dati compilando i questionari di autorilevazione distribuiti in ripetute occasioni, anche a fini statistici. A queste si aggiungeranno presto numerose altre realtà locali. L'offerta museale ligure è completata dagli importanti musei ed aree archeologiche dipendenti dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Si segnala che alcuni musei sono inclusi in più tipologie in ragione delle diverse nature del patrimonio da loro conservato.

Chiavari
Musei e raccolte/Storia
Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi e Nino Bixio avevano origini chiavaresi: non è un caso se il museo, nel palazzo della Società Economica, dedica al Risorgimento e ai suoi protagonisti gran parte delle proprie sale. Cimeli, documenti, dipinti e altri oggetti d'epoca, raccontano uno dei periodi più importanti della storia italiana recente.
icona
Chiavari
Musei e raccolte/Storia
Il Museo Marinaro di Calvari ospita una vasta raccolta di rare conchiglie di mare e di terra, modellini navali a vela e radiocomandati, strumenti per la navigazione e apparecchiature radiofoniche di epoca marconiana.
icona
Chiavari
Musei e raccolte/Storia
Il Museo storico del Risorgimento, a Chiavari, conserva documenti unici degli eventi risorgimentali accaduti in quella zona. Nelle sale sono esposti anche gli alberi genealogici di Garibaldi, Mazzini e Bixio
icona