vai al contenuto vai al footer

Musei e raccolte

La cultura, l'identità, la storia e la espressione artistica dei Liguri e della Liguria. Un patrimonio culturale complesso, fatto di episodi d'arte e preziose testimonianze, dal passato più remoto fino a quello più prossimo, che si intrecciano con paesaggi già straordinari e pure straordinariamente antropizzati e con più nascoste ma sorprendenti espressioni della civiltà e dei saperi delle Comunità locali. Un patrimonio conservato, valorizzato e tramandato anche grazie ai musei e alle raccolte, alle reti museali, ai luoghi di testimonianza diffusi su tutto il territorio regionale.

Nelle pagine seguenti sono elencate le strutture museali di enti locali, di proprietà ecclesiastica o privata che hanno fatto pervenire alla Regione Liguria i propri dati compilando i questionari di autorilevazione distribuiti in ripetute occasioni, anche a fini statistici. A queste si aggiungeranno presto numerose altre realtà locali. L'offerta museale ligure è completata dagli importanti musei ed aree archeologiche dipendenti dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Si segnala che alcuni musei sono inclusi in più tipologie in ragione delle diverse nature del patrimonio da loro conservato.

Genova
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Nato nel 1867, il museo è dedicato a raccolte zoologiche, botaniche, mineralogiche e paleontologiche. Le grandi sale ospitano prevalentemente le collezioni donate dal fondatore Giacomo Doria, circa seimila esemplari di animali da tutto il mondo. Da vedere anche i minerali, gli spazi del Sic point, il modello tridimensionsale di cellula e il grande scheletro di Elephas antiquus italicus. Non mancano mostre temporanee e conferenze nel suggestivo auditorium di legno.
icona
Genova
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Quasi un ettaro di verde, tra serre e terrazze, nel centro della città: l'Orto botanico dell'Università di Genova è un gioiello che ospita collezioni di felci, piante tropicali ad alto fusto e acquatiche, piante succulente, un laboratorio per studi micologici, l'erbario, la biblioteca specializzata e altro. La struttura, gestita dal Dip.Te.Ris., è visitabile su appuntamento
Icona
Cosio di Arroscia
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Chi viveva in valle Arroscia, tra fitti boschi e piccoli borghi contadini, non poteva farne a meno. Le erbe officinali e l'etnomedicina sono state per secoli alla base della cultura della tradizione contadina, a maggior ragione in questa zona ricca di acque curative solforose. Da vedere, per appassionati e curiosi.
icona
Campomorone
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
La nostra storia attraverso le rocce. Lungo tre sale si snoda un antico racconto che parte dalle origini più remote e si arricchisce, pietra dopo pietra, fossile dopo fossile, di testimonianze geologiche e petrografiche. La Liguria in particolare, ma non solo, è protagonista di questo viaggio nel tempo, che attraversa l'era dei dinosauri e fa tappa nella preistoria per raccontare l'origine e l'evoluzione dell'uomo.
icona
Crocefieschi
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Tracce di mare in montagna, nell'entroterra: numerosi fossili raccolti in questa zona sono testimonianze di quando l'Appennino ligure era in gran parte sommerso dall'acqua. Il museo, dove si possono vedere reperti di epoche che vanno dal Cretaceo Superiore al Miocene, fa parte del Museo storico a tappe dell'Alta Valle Scrivia e propone percorsi di approfondimento ad ampio raggio, come le visite guidate alle tracce fossili presenti nei dintorni.
icona
Ne
Musei e raccolte/Scienza e tecnica , Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Tutti a bordo! La visita al museo minerario è emozionante fin dal mezzo di trasporto, un trenino che si inoltra in profondità tra i 25 chilometri di gallerie dell'unica e la più antica miniera di manganese ancora attiva in Europa. Le visite guidate conducono adulti e bambini alla scoperta di un lavoro faticoso e affascinante, delle caratteristiche geologiche del territorio, della storia tecnica e sociale dell'attività estrattiva
Icona
Carro
Musei e raccolte/Specializzato , Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
In omaggio ad un territorio tradizionalmente ricco dal punto di vista minerario, il Museo Mineralogico della Val di Vara, ospitato nella sede del Municipio del Comune di Carro, accoglie una ricca collezione di minerali, di pietre preziose e semipreziose e una suggestiva raccolta di minerali fluorescenti visibili con la lampada di Wood a raggi ultravioletti.
icona
Alassio
Musei e raccolte/Scienza e tecnica , Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Il museo di Scienze Naturali, che si trova all'interno dell'Istituto Giovanni Bosco, nasce nel 1950 grazie all'opera di Don Giulio Mariti. Il percorso espositivo è suddiviso nelle sezioni: mineralogica, cristallografica, petrografica, malacologica, micologica, paleontologica, fossile, zoologica, ittiologica, storica, talassologica, idro-speleogeologica, etnografica, erboristica e fioristica.
icona
Genova
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Una rassegna della storia più antica della Liguria: geologia, fossili, paleontologia, ma anche antichi strumenti. Un patrimonio scientifico e storico di particolare rilievo: fossili provenienti da aree in cui non sono più possibili scavi, calchi, reperti e collezioni importanti per ricostruire le vicende geologiche del territorio.
icona
Lerici
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
In seguito al ritrovamento di orme di dinosauro è stato allestito, all’interno del Castello di Lerici, il museo geopaleontologico Il percorso museale ha lo scopo di mostrare la vita dei grandi animali e la storia dei mutamenti climatici-ambientali del territorio spezzino dell’epoca. Rocce, fossili, minerali e riproduzioni, a grandezza naturale, dei tipi più rappresentativi dei rettili italiani vissuti duecento milioni di anni fa. Presente, inoltre, un sofisticato sistema di simulazione robotica che riproduce tridimensionalmente un ipotetico sistema della terra di allora.
Icona