vai al contenuto vai al footer

Musei e raccolte

La cultura, l'identità, la storia e la espressione artistica dei Liguri e della Liguria. Un patrimonio culturale complesso, fatto di episodi d'arte e preziose testimonianze, dal passato più remoto fino a quello più prossimo, che si intrecciano con paesaggi già straordinari e pure straordinariamente antropizzati e con più nascoste ma sorprendenti espressioni della civiltà e dei saperi delle Comunità locali. Un patrimonio conservato, valorizzato e tramandato anche grazie ai musei e alle raccolte, alle reti museali, ai luoghi di testimonianza diffusi su tutto il territorio regionale.

Nelle pagine seguenti sono elencate le strutture museali di enti locali, di proprietà ecclesiastica o privata che hanno fatto pervenire alla Regione Liguria i propri dati compilando i questionari di autorilevazione distribuiti in ripetute occasioni, anche a fini statistici. A queste si aggiungeranno presto numerose altre realtà locali. L'offerta museale ligure è completata dagli importanti musei ed aree archeologiche dipendenti dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Si segnala che alcuni musei sono inclusi in più tipologie in ragione delle diverse nature del patrimonio da loro conservato.

Genova
Musei e raccolte/Arte
Bistolfi, Fattori, Fontanesi, Mancini, Messina, Segantini, Signorini, Boldini, Rubino, Milesi, Tito, Michetti, Sorolla y Bastida… sono solo alcuni degli artisti italiani e stranieri presenti - con dipinti, sculture e disegni – nella collezione donata dai fratelli Frugone, dedicata soprattutto al periodo tra la seconda metà dell'Ottocento e il primo Novecento. È esposta a villa Grimaldi Fassio, nel verde dei Parchi del Polo museale di Nervi.
icona
Pietrabruna
Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
Nel museo ideato da Giuseppina Guasco e ampliato in seguito dal Comune con la sezione imperiese dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri si possono ammirare interessanti reperti pre-romanici rinvenuti sul monte Follia. La raccolta di antichi utensili domestici ripropone l'ambientazione di vecchi mestieri legati al mondo dell'agricoltura anche con un'apprezzabile collezione di foto d'epoca.
icona
Prelà
Musei e raccolte
Un tuffo in un mondo di oggetti perduti, dimenticati, superati dal tempo e dallo sviluppo tecnologico. Ma che non hanno perso il loro fascino, e testimoniano la vita quotidiana e l’inventiva dei nostri antenati. Il museo espone manufatti della vita contadina, artigiana e domestica, ma anche diverse curiosità, tra cui alcune originali invenzioni.
Icona
Sestri Levante
Musei e raccolte/Arte
Tre piani di dipinti, sculture, mobili e arredi lignei, ceramiche, disegni, stampe e incisioni: una collezione privata di notevole interesse quella esposta nel palazzo della famiglia Rizzi a Sestri Levante. Il prestigioso patrimonio, raccolto da Marcello e Vittorio Rizzi e donato allo Stato nel 1960, include, tra gli altri, opere di Rubens, Van Dyck , Raffaello, Veronese, Guercino e altri
icona
Aquila di Arroscia
Musei e raccolte/Archeologia
Come si viveva in Liguria più di seimila anni fa? Qui è possibile sperimentarlo, manipolare copie degli utensili dell'epoca e confrontarsi con alcuni aspetti della dura vita della preistoria. E per chi ha voglia di fare due passi, in zona c'è un importante complesso di grotte abitate fin dall'antichità più remota: da non perdere, per chi desidera ripercorrere la storia - antichissima e non - del ponente ligure da protagonista.
icona
Sanremo
Musei e raccolte/Scienza e tecnica
Un centinaio di antichi strumenti di fisica e geodesia, una collezione di antichi apparecchi scientifici risalenti alla seconda metà del XIX secolo. Un’occasione per scoprire come si studiavano e capivano la fisica e le scienze della terra oltre un secolo fa. La collezione comprende anche raccolte mineralogiche, di scienze naturali e modelli anatomici.
icona
Ne
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Da un progetto di recupero delle miniere abbandonate della Val Graveglia nasce il museo di Reppia, frazione del comune di Ne. L'obiettivo è quello di conservare la memoria storica di queste aree da sempre straordinariamente ricche di minerali e di una fiorente attività estrattiva protrattasi fino a non molti anni fa.
icona
Cervo
Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
Come si viveva da queste parti, un secolo fa? Ecco un'occasione per scoprire la vita quotidiana di Cervo e dintorni, nel XIX secolo. Da non perdere la sezione dedicata ai corallini, raccoglitori dell'oro rosso che è stato per secoli un'importante risorsa economia della zona. Anche la sede è da vedere: è il Castello dei Clavesana, una fortezza duecentesca affacciata sul mare.
icona
Chiavari
Musei e raccolte/Arte
Dipinti, sculture, argenti, ex-voto e tessuti: testimonianze di devozione e oggetti di grande valore artistico, provenienti sia da chiese ancora officiate, sia da complessi religiosi che non esistono più. Le sale al primo piano del Palazzo vescovile, conducono in un percorso che si snoda tra arte e fede.
icona
Ceriale
Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
Il museo, situato in una vecchia scuola ristrutturata, è nato per conservare i numerosi pezzi scoperti sulle sponde del corso d'acqua: si tratta di reperti fossili di conchiglie, del Pliocene Inferiore e Superiore, reperti di conchiglie e coralli attuali del Mediterraneo e dei mari tropicali, provenienti dal greto del Rio Torsero, da collezioni private e dal Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Genova.
icona