vai al contenuto vai al footer

Musei e raccolte

La cultura, l'identità, la storia e la espressione artistica dei Liguri e della Liguria. Un patrimonio culturale complesso, fatto di episodi d'arte e preziose testimonianze, dal passato più remoto fino a quello più prossimo, che si intrecciano con paesaggi già straordinari e pure straordinariamente antropizzati e con più nascoste ma sorprendenti espressioni della civiltà e dei saperi delle Comunità locali. Un patrimonio conservato, valorizzato e tramandato anche grazie ai musei e alle raccolte, alle reti museali, ai luoghi di testimonianza diffusi su tutto il territorio regionale.

Nelle pagine seguenti sono elencate le strutture museali di enti locali, di proprietà ecclesiastica o privata che hanno fatto pervenire alla Regione Liguria i propri dati compilando i questionari di autorilevazione distribuiti in ripetute occasioni, anche a fini statistici. A queste si aggiungeranno presto numerose altre realtà locali. L'offerta museale ligure è completata dagli importanti musei ed aree archeologiche dipendenti dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Si segnala che alcuni musei sono inclusi in più tipologie in ragione delle diverse nature del patrimonio da loro conservato.

Savona
Musei e raccolte/Arte
Il nuovo allestimento, inaugurato nel novembre 2013, mette a confronto due importanti donazioni alla Città: la collezione di opere d'arte contemporanea dell'ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini e le sculture dell'artista savonese Renata Cuneo
Icona
Genova
Musei e raccolte/Specializzato
Ascolto, studio e ricerca: ecco le parole chiave del museo, noto anche come Louisiana jazz club museum. Con i circa ventimila pezzi (ascoltabili) fra dischi in vinile, settantotto giri, compact disc, l'emeroteca e le discografie storiche e monografiche da consultare e il fitto calendario di concerti e conferenze, è un punto d'incontro per gli appassionati di musica.
icona
Genova
Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
Prima di tutto, è la casa di un viaggiatore: l'edificio neogotico fatto costruire dal capitano D'Albertis ospita le sue collezioni archeologiche, etnografiche e marinaresche in un percorso che unisce antico e moderno, tra ricordi di viaggio e tracce di vita quotidiana. Le sale raccolgono oggetti rituali e d'uso comune provenienti da tutto il mondo: da non perdere la sezione dedicata all'etnomedicina e il Museo delle musiche dei popoli, a cura di Echo Art.
icona
Bordighera
Musei e raccolte/Arte
Nel 1911 Pompeo Mariani sceglieva Bordighera come sede del suo atelier, detto la Specola, che diventò presto il punto d'incontro di artisti e intellettuali dell'epoca: oggi è un museo dedicato alle opere di Mariani e alle sue collezioni. Da vedere anche il parco, un paradiso di ulivi secolari e piante esotiche eternato da tre scorci dipinti da Claude Monet nel 1884, che fa parte del progetto regionale Un mare di giardini.
icona
Imperia
Musei e raccolte/Arte
Barabino, Bertelli, Rayper, Frascheri… ecco alcuni dei protagonisti della cultura figurativa ottocentesca ligure e genovese esposti alla pinacoteca: aperta nel 1975, la raccolta ospita principalmente opere d'arte moderna, con particolare attenzione per i paesaggi. Alcune sale sono dedicate anche a stampe, disegni e materiale cartografico e a un grande presepe ligneo di Anton Maria Maragliano.
icona
Genova
Musei e raccolte/Specializzato
Aldo Trionfo è stato uno dei più importanti registi genovesi. Alla morte ha lasciato un ricchissimo archivio che documenta la sua storia personale e insieme quella del teatro in Italia, dal secondo dopoguerra all'esperienza della Borsa d'Arlecchino, il primo teatro di ricerca in Italia, agli anni ottanta. L'archivio è gestito dall'associazione culturale Lunaria e si può visitare su appuntamento.
Icona
Chiavari
Musei e raccolte/Arte
Più di sessanta lavori dello scultore Lorenzo Garaventa, rappresentativi della sua produzione in terracotta, legno, gesso e bronzo, oltre a moltissimi disegni e bozze, sono esposti nelle sale e nel giardino del palazzo che ospita la Società Economica di Chiavari.
icona
Bordighera
Musei e raccolte/Arte
Il Toulouse Lautrec Italiano, lo definì il collezionista Enrico Piceni, e di sicuro Pompeo Mariani è stato uno dei maggiori protagonisti dell'Impressionismo in Italia. Bordighera gli dedica un museo permanente, nella sede dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri: dipinti, disegni e bozzetti delineano un percorso artistico lungo e fertile, per approfondire e far conoscere il lavoro e la ricerca di un pittore forse meno noto di quel che merita.
icona
La Spezia
Musei e raccolte/Arte
L’antico Oratorio di S.Bernardino, nel centro storico spezzino, ospita il Museo Diocesano della Spezia: pitture, sculture, tessili, oreficerie, oggetti preziosi e opere di rilievo (Carpenino, Carlo Bracceso). Un percorso che ricostruisce la storia urbana della Spezia fortemente condizionata dalla costruzione dell'Arsenale militare nel XIX secolo; con uno sguardo anche alle bellezze delle Cinque Terre, Val di Vara e Portovenere. Ampio risalo anche alla religiosità popolare con testimonianze provenienti da antiche Confraternite.
Icona
Albenga
Musei e raccolte/Archeologia
Testimonianze trasparenti del glorioso passato romano dell’antica Albingaunum, uno dei centri liguri più importanti nell’antichità latina. Reperti di vetro provenienti dal territorio, ma anche dalle periferie dell’Impero, con pezzi unici e di grande valore
Icona