vai al contenuto vai al footer

Musei e raccolte

La cultura, l'identità, la storia e la espressione artistica dei Liguri e della Liguria. Un patrimonio culturale complesso, fatto di episodi d'arte e preziose testimonianze, dal passato più remoto fino a quello più prossimo, che si intrecciano con paesaggi già straordinari e pure straordinariamente antropizzati e con più nascoste ma sorprendenti espressioni della civiltà e dei saperi delle Comunità locali. Un patrimonio conservato, valorizzato e tramandato anche grazie ai musei e alle raccolte, alle reti museali, ai luoghi di testimonianza diffusi su tutto il territorio regionale.

Nelle pagine seguenti sono elencate le strutture museali di enti locali, di proprietà ecclesiastica o privata che hanno fatto pervenire alla Regione Liguria i propri dati compilando i questionari di autorilevazione distribuiti in ripetute occasioni, anche a fini statistici. A queste si aggiungeranno presto numerose altre realtà locali. L'offerta museale ligure è completata dagli importanti musei ed aree archeologiche dipendenti dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Si segnala che alcuni musei sono inclusi in più tipologie in ragione delle diverse nature del patrimonio da loro conservato.

Genova
Musei e raccolte/Storia
La Filarmonica Sestrese, fondata nel 1845, nata principalmente come scuola di musica con l’intento di togliere dalla strada la gioventù locale, ospita numerosi cimeli: dalla bandiera tricolore, donata dal nobile Faraggiana nel 1847, quando ancora non era simbolo nazionale alle partiture autografate da Giacomo Puccini.
Icona
Moconesi
Musei e raccolte/Specializzato
Il “Museo” del Videogioco, inaugurato nel 2012, accoglie ogni tipo di testimonianza sui videogiochi permettendo di cimentarsi gratuitamente.
icona
Albenga
Musei e raccolte/Territoriale , Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
La produzione dell’olio e del vino al centro di questo museo ricavato in un antico frantoio nelle mura medievali di Albenga
Icona
Ortonovo
Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
Il frantoio della “Colombera”, oggi Museo etnografico, è stato costruito nel XIX secolo sopra una struttura preesistente del XVI secolo. Il percorso espositivo all’interno dell’edificio è organizzato su due piani, ricostruisce i cicli di lavorazione dell’olio, del vino e del grano conservando, inoltre, strutture originali come le vasche di decantazione.
Icona
Montebruno
Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
Il museo della cultura contadina si trova in Alta Val Trebbia, nel Santuario di S. Maria Assunta. L’esposizione, nella sezione etnografica, ospita un'ampia raccolta di strumenti, utensili da lavoro e macchine agricole mentre, nell'area di arte sacra, sono esposti vari oggetti di culto popolare.
Icona
Calice Ligure
Musei e raccolte/Arte
La Casa del Console celebra con una raccolta unica di opere d’arte il felice periodo in cui il borgo di Calice, grazie all’iniziativa del grande Emilio Scanavino, divenne uno dei centri d’eccellenza dell’arte mondiale
icona
Diano Castello
Musei e raccolte/Specializzato
Un museo dedicato a suor Maria Leonarda Ranixe, fondatrice della congregazione Clarisse dell'Annunziata. I suoi oggetti religiosi, di uso quotidiano e libri conservati nella Casa Madre delle Clarisse
icona
Calice al Cornoviglio
Musei e raccolte/Arte
La Pinacoteca David Beghè dedicata interamente al pittore calicese espone 36 dipinti ad olio e diversi pannelli fotografici che riproducono gli affreschi dell’artista suddivisi tematicamente in quattro sale: ritratti, paesaggi, soggetti religiosi e affreschi.
Icona
Savona
Musei e raccolte/Storia , Musei e raccolte/Arte
Tracce della Savona che fu emergono attraverso lapidi, fregi altri reperti risalenti al Medioevo
Icona
Sanremo
Musei e raccolte/Scienza e tecnica
Un museo che conserva gli strumenti del gabinetto didattico di fisica, appartenuti al liceo classico "G.D. Cassini" di Sanremo. Anche Alfred Nobel usò quegli strumenti . Oggi è possibile ammirarli in un allestimento espositivo che ne sottolinea il pregio tecnico
icona