vai al contenuto vai al footer

MUSEO ETNOGRAFICO "GIOVANNI PODENZANA"

Tipologia: Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
VIA DEL PRIONE 156 - 19122 La Spezia (SP)
Telefono: 0039 0187 727781
accessibilità a portatori di handicap attività didattiche
Sala costumi popolari della Lunigiana Sala costumi popolari della Lunigiana
Sezione cucina Sezione cucina
Gioiello Gioiello

Il Museo Etnografico, intitolato all'etnografo, naturalista, musicista Giovanni Podenzana (1864-1943), è ospitato nella nuova sede dell'ex oratorio quattrocentesco di San Bernardino da Siena, nel centro storico della Spezia. Gli oltre 3500 oggetti di etno-antropologia raccolti tra la fine dell'800 e i primi del '900 riguardano le tradizioni e gli usi delle comunità lunigianesi (dal XVIII al XX secolo) e le culture native di Oceania, Nuova Guinea, Americhe, Cina, Giappone e Africa (XIX secolo). Formatasi alla fine dell'800 in pieno positivismo all'interno dei "Musei Civici" della Spezia, la grande raccolta etnoantropologica accoglieva anche una sezione naturalistica locale ed extraeuropea, una sezione storica-risorgimentale e una sezione di antropologia fisica. Considerata una delle più importanti d'Italia per tipologia e varietà di materiali, propone oggi al pubblico un rinnovato percorso espositivo, con una visione sintetica ma documentata della società rurale della Lunigiana storica, delle sue tradizioni orali, delle ritualità magico-protettive e del suo abbigliamento, approfondito attraverso una importante sezione dedicata ai costumi e alla tessitura al telaio.

L'Oratorio fu eretto nel 1445 nei pressi della "Porta di Genova", che dal nucleo più antico della Spezia conduceva all'alta Val di Vara e a Genova, e comprendeva elementi oggi non più visibili, fra i quali una torre di 25 metri che venne abbattuta nel 1767. Dal 1812, non più utilizzato per il culto, subì numerose, successive modifiche dettate dalle diverse destinazioni d'uso: sede del Consiglio Comunale e sede della Pubblica Amministrazione della Spezia. Un importante intervento di restauro è stato promosso per l'Anno del Giubileo, nel 2000, allo scopo di raccogliervi le raccolte d'arte sacra del Museo Diocesano della Spezia. Dal 2005 ospita ed espone al pubblico anche parte delle raccolte dello storico Museo Etnografico cittadino.

I giorni di apertura sono: giovedì 10-12.30; venerdì, sabato e domenica 10-12.30 e 16-19 (dal lunedì al mercoledì è possibile richiedere apertura straordinaria per visite guidate a gruppi o per laboratori didattici per le scuole).

COLLEZIONI

Collezione di Etnografia Lunigianese
la collezione, dedicata alle tradizioni e alle ritualità popolari delle comunità rurali della Lunigiana, comincia a formarsi alla fine dell'800 grazie alle ricerche sul campo di Giovanni Podenzana e alle donazioni di alcuni storici e collezioniati locali
Tipologia collezioni: oggetti d'uso quotidiano - costumi - oreficerie
Numero beni: 1600
Collezione di antropologia ed etnografia extraeuropea
La Collezione si è formata con gli oggetti raccolti da Giovanni Podenzana durante i suoi viaggi in Oceania, America e Giappone (1892-1905). Altri materiali sono stati donati da missionari, militari, collezionisti, enti.(Brasile, Bacino Amazzonico, Africa Orientale, Cina)
Tipologia collezioni: oggetti d'uso quotidiano e rituale delle culture native. reperti naturalistici.
Numero beni: 800
Collezione Risorgimentale
la Collezione si è formata dall'acquisizione del "lascito Attilio Pepi" e da oggetti "militaria" raccolti e donati da Giovanni Podenzana. Ulteriori materiali provengono da donazioni di Enti di Mutuo Soccorso e Associazioni di Reduci spezzine.
Tipologia collezioni: militaria; armi bianche e da fuoco, oggetti e capi di vestiario appartenenti ai Mille di G. garibald
Numero beni: 700
Tariffe
Costo biglietto intero: 4,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): ridotto
Anziani (oltre 65 anni): ridotto
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: ridotto
Operatori delle associazioni di volontariato: ridotto
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: intero
Riduzione da 2,0 euro a 2,50 euro
Prenotazione: facoltativa
Telefono: 0187/258570
E-mail: museo.etnografico@laspeziacultura.it
Fax: 0187/247526
Accessibilità:
Accessibilità: si
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: si
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: ad uso interno
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: si
Prenotazione biglietti di ingresso: no
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione sussidi audiovisivi e informatici: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Servizio di biglietteria: si
Vendita di pubblicazioni e materiali informativi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
Attività didattiche: si
Costo attivita': A PAGAMENTO
MUSEO ETNOGRAFICO "GIOVANNI PODENZANA"
Tipologia: Musei e raccolte/Etnografia e antropologia
VIA DEL PRIONE 156 19122 La Spezia (SP)
Telefono: 0039 0187 727781
accessibilità a portatori di handicap attività didattiche

Il Museo Etnografico, intitolato all'etnografo, naturalista, musicista Giovanni Podenzana (1864-1943), è ospitato nella nuova sede dell'ex oratorio quattrocentesco di San Bernardino da Siena, nel centro storico della Spezia. Gli oltre 3500 oggetti di etno-antropologia raccolti tra la fine dell'800 e i primi del '900 riguardano le tradizioni e gli usi delle comunità lunigianesi (dal XVIII al XX secolo) e le culture native di Oceania, Nuova Guinea, Americhe, Cina, Giappone e Africa (XIX secolo). Formatasi alla fine dell'800 in pieno positivismo all'interno dei "Musei Civici" della Spezia, la grande raccolta etnoantropologica accoglieva anche una sezione naturalistica locale ed extraeuropea, una sezione storica-risorgimentale e una sezione di antropologia fisica. Considerata una delle più importanti d'Italia per tipologia e varietà di materiali, propone oggi al pubblico un rinnovato percorso espositivo, con una visione sintetica ma documentata della società rurale della Lunigiana storica, delle sue tradizioni orali, delle ritualità magico-protettive e del suo abbigliamento, approfondito attraverso una importante sezione dedicata ai costumi e alla tessitura al telaio.

L'Oratorio fu eretto nel 1445 nei pressi della "Porta di Genova", che dal nucleo più antico della Spezia conduceva all'alta Val di Vara e a Genova, e comprendeva elementi oggi non più visibili, fra i quali una torre di 25 metri che venne abbattuta nel 1767. Dal 1812, non più utilizzato per il culto, subì numerose, successive modifiche dettate dalle diverse destinazioni d'uso: sede del Consiglio Comunale e sede della Pubblica Amministrazione della Spezia. Un importante intervento di restauro è stato promosso per l'Anno del Giubileo, nel 2000, allo scopo di raccogliervi le raccolte d'arte sacra del Museo Diocesano della Spezia. Dal 2005 ospita ed espone al pubblico anche parte delle raccolte dello storico Museo Etnografico cittadino.

I giorni di apertura sono: giovedì 10-12.30; venerdì, sabato e domenica 10-12.30 e 16-19 (dal lunedì al mercoledì è possibile richiedere apertura straordinaria per visite guidate a gruppi o per laboratori didattici per le scuole).

COLLEZIONI

Collezione di Etnografia Lunigianese
la collezione, dedicata alle tradizioni e alle ritualità popolari delle comunità rurali della Lunigiana, comincia a formarsi alla fine dell'800 grazie alle ricerche sul campo di Giovanni Podenzana e alle donazioni di alcuni storici e collezioniati locali
Tipologia collezioni: oggetti d'uso quotidiano - costumi - oreficerie
Numero beni: 1600
Collezione di antropologia ed etnografia extraeuropea
La Collezione si è formata con gli oggetti raccolti da Giovanni Podenzana durante i suoi viaggi in Oceania, America e Giappone (1892-1905). Altri materiali sono stati donati da missionari, militari, collezionisti, enti.(Brasile, Bacino Amazzonico, Africa Orientale, Cina)
Tipologia collezioni: oggetti d'uso quotidiano e rituale delle culture native. reperti naturalistici.
Numero beni: 800
Collezione Risorgimentale
la Collezione si è formata dall'acquisizione del "lascito Attilio Pepi" e da oggetti "militaria" raccolti e donati da Giovanni Podenzana. Ulteriori materiali provengono da donazioni di Enti di Mutuo Soccorso e Associazioni di Reduci spezzine.
Tipologia collezioni: militaria; armi bianche e da fuoco, oggetti e capi di vestiario appartenenti ai Mille di G. garibald
Numero beni: 700
Tariffe
Costo biglietto intero: 4,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): ridotto
Anziani (oltre 65 anni): ridotto
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: ridotto
Operatori delle associazioni di volontariato: ridotto
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: intero
Riduzione da 2,0 euro a 2,50 euro
Prenotazione: FACOLTATIVA
Telefono: 0187/258570
E-mail: museo.etnografico@laspeziacultura.it
Fax: 0187/247526
Accessibilità: si
Accessibilità:
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: si
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: ad uso interno
Attività didattiche: si
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: si
Prenotazione biglietti di ingresso: no
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione sussidi audiovisivi e informatici: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Servizio di biglietteria: si
Vendita di pubblicazioni e materiali informativi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
$$datasiel.label.luogo.A PAGAMENTO$$