vai al contenuto vai al footer

MUSEO DELL'ACCADEMIA LIGUSTICA DI BELLE ARTI

Tipologia: Musei e raccolte/Arte
LARGO PERTINI 4 - 16121 Genova (GE)
Telefono: 010560131
Fax: 010587810
accessibilità a portatori di handicap attività didattiche
Cristo davanti a Caifa Cristo davanti a Caifa
Lavandaie Lavandaie
Pietà Pietà
Dal 1751, anno della sua fondazione, l'Accademia Ligustica rappresenta un riferimento fondamentale per lo studio delle arti in Liguria. Nel corso dell'Ottocento e fino alla metà del XX secolo il patrimonio artistico dell'Istituto, grazie a lasciti, donazioni e oculate acquisizioni, si è arricchito di dipinti, disegni, stampe, calchi in gesso, sculture in marmo e bronzo e bozzetti in terracotta, esposti al pubblico in modo autonomo rispetto alla scuola solo a partire dal 1980, quando fu inaugurato il Museo dell'Accademia Ligustica di Belle Arti per iniziativa del direttore Gianfranco Bruno. Riallestito completamente nel 2002 su progetto dell'architetto Gianfranco Franchini e ordinamento di Giulio Sommariva, attuale conservatore, il Museo custodisce oggi oltre trecento dipinti, in parte esposti a rotazione, che costituiscono una vera antologia della pittura in Liguria dal XIV al XX secolo. Preziose tavole di Donato de' Bardi, Manfredino Bosilio, Francesco d'Oberto, Perin del Vaga, si affiancano ai capolavori di Luca Cambiaso, Bernardo Strozzi, Gioacchino Assereto, Domenico Piola e Gregorio De Ferrari, che attestano gli esiti della cultura artistica in città nella stagione del "Siglo de Oro". Nella produzione artistica fra Ottocento e Novecento spiccano dipinti di Luigi Sciallero, Gabriele Castagnola, Nicolò Barabino, Tammar Luxoro, Ernesto Rayper, Alfredo D'Andrade, Serafin Avendano, Luigi Bechi, Giuseppe Abbiati, Vincenzo Cabianca, Domenico Morelli, Rubaldo Merello, Plinio Nomellini e Giuseppe Cominetti, accanto a sculture di Nicolò Traverso, Giuseppe Gaggini, Santo Varni, Antonio Orazio Quinzio, Giovanni Scanzi, Eugenio Baroni, Francesco Falcone e Lorenzo Massa. Nei depositi, visitabili su richiesta, sono conservati oltre duemila disegni, quattromila incisioni, maioliche e porcellane, nonché numerosi calchi in gesso tratti dalle opere più celebri della classicità e del Rinascimento e studi e bozzetti originali.

COLLEZIONI

Pinacoteca
La Collezione comprende dipinti su tavola e su telacon opere databili dal XIII al XX secolo. Il nucleo più rappresentativo è costituito dalle opere del cinquecento e del seicento genovese che comprendono capolavori di Cambiaso, Paggi, Strozzi, Ansaldo, Assereto, Fiasella, Grechetto, Piola, U. Castello, Biscaino.
Tipologia collezioni: dipinti su tavola e su tela
Numero beni: 300
Gipsoteca
la costituzione della Gipsoteca fu avviata dal 1751 e giunse a contare molte centinaia di pezzi. Oggi restano circa trecento manufatti in condizioni conservative non buone.
Tipologia collezioni: sculture a tutto tondo e rilievi
Numero beni: 300
collezione disegni
la raccolta (circa 2300 fogli) comprende disegni dal primo '600 al primo '900, con una prevalenza di opere ottocentesche. Il fondo più antico conserva disegni di G. Benso, G. De Ferrari, D. Piola, L. De Ferrari, S. Galeotti.
Tipologia collezioni: disegni a sanguigna, carboncino
Numero beni: 2300
collezione stampe
la raccolta comprende xilografie, incisioni a bulino e all'acquaforte, tecniche miste, litografie dal xvi al xx secolo.
Numero beni: 4000
collezione ceramiche
la collezione di ceramiche si è formata nell'800 attraverso lasciti e donazioni. Oltre ai centri liguri di Savona e Albisola sono presenti produzioni italiane e straniere: Castelli d'Abruzzo, Ginori, Strasburgo, Niederville, Moustier.
Tipologia collezioni: piatti, vasi, statuette.
Numero beni: 69

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO DELL'ACCADEMIA LIGUSTICA
Tra il 1826 e il 1832 sorge in Piazza De Ferrari, sull'area del demolito convento di San Domenico e addossato alla collina di Piccapietra, un nuovo edificio a tre piani "ad uso della Libreria e dell'Accademia" che riutilizza il porticato progettato da Barabino nel 1821 per una caserma posta in aderenza al teatro lirico, oggi Teatro Carlo Felice
Tariffe
Costo biglietto intero: 5,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): ridotto
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): intero
Anziani (oltre 65 anni): ridotto
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): intero
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: intero
Scolaresche: ridotto
Gruppi e comitive: ridotto
Altro: intero
Riduzione da 3,0 euro
Prenotazione: facoltativa
Telefono: 010/5601327
Fax: 010/587810
Accessibilità:
Accessibilità: si
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: accessibile al pubblico
Audioguide: no
Biblioteca: ad uso interno
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: ad uso interno
Laboratorio di restauro: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: si
Postazioni multimediali: no
Prenotazione biglietti di ingresso: si
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Servizio di biglietteria: si
Vendita di pubblicazioni e materiali informativi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
Attività didattiche: si
Costo attivita': A PAGAMENTO

Itinerari

Questo luogo appartiene all'itinerario
MUSEO DELL'ACCADEMIA LIGUSTICA DI BELLE ARTI
Tipologia: Musei e raccolte/Arte
LARGO PERTINI 4 16121 Genova (GE)
Telefono: 010560131
Fax: 010587810
accessibilità a portatori di handicap attività didattiche
Dal 1751, anno della sua fondazione, l'Accademia Ligustica rappresenta un riferimento fondamentale per lo studio delle arti in Liguria. Nel corso dell'Ottocento e fino alla metà del XX secolo il patrimonio artistico dell'Istituto, grazie a lasciti, donazioni e oculate acquisizioni, si è arricchito di dipinti, disegni, stampe, calchi in gesso, sculture in marmo e bronzo e bozzetti in terracotta, esposti al pubblico in modo autonomo rispetto alla scuola solo a partire dal 1980, quando fu inaugurato il Museo dell'Accademia Ligustica di Belle Arti per iniziativa del direttore Gianfranco Bruno. Riallestito completamente nel 2002 su progetto dell'architetto Gianfranco Franchini e ordinamento di Giulio Sommariva, attuale conservatore, il Museo custodisce oggi oltre trecento dipinti, in parte esposti a rotazione, che costituiscono una vera antologia della pittura in Liguria dal XIV al XX secolo. Preziose tavole di Donato de' Bardi, Manfredino Bosilio, Francesco d'Oberto, Perin del Vaga, si affiancano ai capolavori di Luca Cambiaso, Bernardo Strozzi, Gioacchino Assereto, Domenico Piola e Gregorio De Ferrari, che attestano gli esiti della cultura artistica in città nella stagione del "Siglo de Oro". Nella produzione artistica fra Ottocento e Novecento spiccano dipinti di Luigi Sciallero, Gabriele Castagnola, Nicolò Barabino, Tammar Luxoro, Ernesto Rayper, Alfredo D'Andrade, Serafin Avendano, Luigi Bechi, Giuseppe Abbiati, Vincenzo Cabianca, Domenico Morelli, Rubaldo Merello, Plinio Nomellini e Giuseppe Cominetti, accanto a sculture di Nicolò Traverso, Giuseppe Gaggini, Santo Varni, Antonio Orazio Quinzio, Giovanni Scanzi, Eugenio Baroni, Francesco Falcone e Lorenzo Massa. Nei depositi, visitabili su richiesta, sono conservati oltre duemila disegni, quattromila incisioni, maioliche e porcellane, nonché numerosi calchi in gesso tratti dalle opere più celebri della classicità e del Rinascimento e studi e bozzetti originali.

COLLEZIONI

Pinacoteca
La Collezione comprende dipinti su tavola e su telacon opere databili dal XIII al XX secolo. Il nucleo più rappresentativo è costituito dalle opere del cinquecento e del seicento genovese che comprendono capolavori di Cambiaso, Paggi, Strozzi, Ansaldo, Assereto, Fiasella, Grechetto, Piola, U. Castello, Biscaino.
Tipologia collezioni: dipinti su tavola e su tela
Numero beni: 300
Gipsoteca
la costituzione della Gipsoteca fu avviata dal 1751 e giunse a contare molte centinaia di pezzi. Oggi restano circa trecento manufatti in condizioni conservative non buone.
Tipologia collezioni: sculture a tutto tondo e rilievi
Numero beni: 300
collezione disegni
la raccolta (circa 2300 fogli) comprende disegni dal primo '600 al primo '900, con una prevalenza di opere ottocentesche. Il fondo più antico conserva disegni di G. Benso, G. De Ferrari, D. Piola, L. De Ferrari, S. Galeotti.
Tipologia collezioni: disegni a sanguigna, carboncino
Numero beni: 2300
collezione stampe
la raccolta comprende xilografie, incisioni a bulino e all'acquaforte, tecniche miste, litografie dal xvi al xx secolo.
Numero beni: 4000
collezione ceramiche
la collezione di ceramiche si è formata nell'800 attraverso lasciti e donazioni. Oltre ai centri liguri di Savona e Albisola sono presenti produzioni italiane e straniere: Castelli d'Abruzzo, Ginori, Strasburgo, Niederville, Moustier.
Tipologia collezioni: piatti, vasi, statuette.
Numero beni: 69

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO DELL'ACCADEMIA LIGUSTICA
Tra il 1826 e il 1832 sorge in Piazza De Ferrari, sull'area del demolito convento di San Domenico e addossato alla collina di Piccapietra, un nuovo edificio a tre piani "ad uso della Libreria e dell'Accademia" che riutilizza il <strong>porticato</strong> progettato da Barabino nel 1821 per una caserma posta in aderenza al teatro lirico, oggi Teatro Carlo Felice
Tariffe
Costo biglietto intero: 5,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): ridotto
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): intero
Anziani (oltre 65 anni): ridotto
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): intero
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: intero
Scolaresche: ridotto
Gruppi e comitive: ridotto
Altro: intero
Riduzione da 3,0 euro a , euro
Prenotazione: FACOLTATIVA
Telefono: 010/5601327
Fax: 010/587810
Accessibilità: si
Accessibilità:
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: accessibile al pubblico
Attività didattiche: si
Audioguide: no
Biblioteca: ad uso interno
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: ad uso interno
Laboratorio di restauro: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: si
Postazioni multimediali: no
Prenotazione biglietti di ingresso: si
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Servizio di biglietteria: si
Vendita di pubblicazioni e materiali informativi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
$$datasiel.label.luogo.A PAGAMENTO$$

Itinerari

Questo luogo appartiene all'itinerario