vai al contenuto vai al footer

MUSEO LORENZO GARAVENTA

Tipologia: Musei e raccolte/Arte
VIA RAVASCHIERI 15 - 16043 Chiavari (GE)
Telefono: 0185/324713
Fax: 0185/364719
il giardino il giardino
autoritratto di Lorenzo Garaventa autoritratto di Lorenzo Garaventa
gessi gessi
Il Museo Lorenzo Garaventa è stato inaugurato nel 1997 alla presenza dello scultore (Genova 1913 - 1998) che, a partire dal 1990, ha donato più di sessanta opere: gessi, busti, sculture in terracotta sono esposti in una sala interna mentre bronzi e marmi sono ospitati in un giardino a terrazze. Istituito per conservare e valorizzare la produzione artistica dello Scultore e far conoscere ai visitatori i materiali e le tecniche esecutive, comprende anche oltre 1500 disegni preparatori e schizzi (questi ultimi sono conservati nella quadreria Cassani Copello). Nelle sue opere, realizzate a partire dagli anni '30 sino agli anni '90, l'artista si ispira alla mitologia greca, a quella latina e alla Divina Commedia. Dal 2009 è stata intrapresa l'attività di catalogazione digitale dei disegni allo scopo di approfondire la conoscenza del percorso compositivo dell'artista.

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO RAVASCHIERI
Il ritrovamento in facciata di un rilievo murato in pietra di Finale, oggi conservato nella sala espositiva del Museo, testimonia che la prima edificazione del palazzo risale alla seconda metà del XV secolo
QUADRERIA CASSANI-COPELLO
Dipinti di Quentin Metsys, Frans Francken II, Alessandro Magnasco, Giuseppe Raggio e Gaetano Previati; opere di contemporanei, da Alberto Salietti ad Emanuele Rambaldi a Luiso Sturla e molti altri; sculture, di artisti legati alla città per origine o per scelta come Piero Solari e Guido Galletti: la pinacoteca, che ha sede nel palazzo della Società Economica, è una tappa da non perdere per gli amanti dell'arte.
Tariffe
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Gruppi e comitive: gratuito
Telefono: 0185/324713
E-mail: info@societaeconomica.it
Fax: 0185/364719
Accessibilità:
Accessibilità: no
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Audioguide: no
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Produzione altro materiale informativo: si
Visite guidate: si
Parcheggio
MUSEO LORENZO GARAVENTA
Tipologia: Musei e raccolte/Arte
VIA RAVASCHIERI 15 16043 Chiavari (GE)
Telefono: 0185/324713
Fax: 0185/364719
Il Museo Lorenzo Garaventa è stato inaugurato nel 1997 alla presenza dello scultore (Genova 1913 - 1998) che, a partire dal 1990, ha donato più di sessanta opere: gessi, busti, sculture in terracotta sono esposti in una sala interna mentre bronzi e marmi sono ospitati in un giardino a terrazze. Istituito per conservare e valorizzare la produzione artistica dello Scultore e far conoscere ai visitatori i materiali e le tecniche esecutive, comprende anche oltre 1500 disegni preparatori e schizzi (questi ultimi sono conservati nella quadreria Cassani Copello). Nelle sue opere, realizzate a partire dagli anni '30 sino agli anni '90, l'artista si ispira alla mitologia greca, a quella latina e alla Divina Commedia. Dal 2009 è stata intrapresa l'attività di catalogazione digitale dei disegni allo scopo di approfondire la conoscenza del percorso compositivo dell'artista.

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO RAVASCHIERI
Il ritrovamento in facciata di un <strong>rilievo murato</strong> in pietra di Finale, oggi conservato nella sala espositiva del Museo, testimonia che la prima edificazione del palazzo risale alla seconda metà del <strong>XV secolo</strong>
QUADRERIA CASSANI-COPELLO
Dipinti di <strong>Quentin Metsys</strong>, <strong>Frans Francken II</strong>, <strong>Alessandro Magnasco</strong>, <strong>Giuseppe Raggio</strong> e <strong>Gaetano Previati</strong>; opere di contemporanei, da Alberto Salietti ad Emanuele Rambaldi a Luiso Sturla e molti altri; <strong>sculture</strong>, di artisti legati alla città per origine o per scelta come Piero Solari e Guido Galletti: la pinacoteca, che ha sede nel palazzo della <strong>Società Economica</strong>, è una tappa da non perdere per gli amanti dell'arte.
Tariffe
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Gruppi e comitive: gratuito
Riduzione da , euro a , euro
Telefono: 0185/324713
E-mail: info@societaeconomica.it
Fax: 0185/364719
Accessibilità: no
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Audioguide: no
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Produzione altro materiale informativo: si
Visite guidate: si
Parcheggio