vai al contenuto vai al footer

MUSEO E ORTO BOTANICO DELL' UNIVERSITA' DI GENOVA

Tipologia: Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali , Parchi e giardini
CORSO DOGALI 1-M - 16136 Genova (GE)
Telefono: 010/2099376
Fax: 010/2099377
attività didattiche
Le collezioni conservate nell'odierna sede museale, costruita con il contributo di Thomas Hanbury nel 1862, furono allestite già nel 1802 e comprendono ancora numerosi campioni d'erbario originali di illustri botanici italiani e stranieri dell'Ottocento. Attualmente includono circa 90.000 campioni di piante vascolari e 2.500 do crittogame non vascolari (licheni, alghe, ecc.). Sono presenti una carpoteca/spermoteca con frutti e semi di diverse parti del mondo, una xiloteca, manoscritti, tavole didattiche storiche e riproduzioni botaniche. Circostante al Museo, l'Orto Botanico, fondato nel 1803, fu via via accresciuto sino a raggiungere l'attuale superficie di un ettaro nel 1865. Risalgono ai primi anni alcuni esemplari di cipressi, una Gleditsia e una sequoia, oltre a magnifici esemplari di grande felci quali Cibotium regale spp. e Angiopteris evecta. Dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale, Rodolfo Pichi Sermolli, tra il 1958 e il 1972, completò la ricostruzione con una piccola serra per succulente e una nuova grande serra. Attualmente l'Orto, distinto in sei livelli all'aperto, dispone anche di sei serre (1000 mq.) di espoche differenti, con felci rare, piante tropicali di alto fusto e acquatiche, collezioni di bromeliacee e orchidee epifite, succulenete e Cycadacee. Gli esemplari presenti si aggirano intorno alle 4.000 unità, in rappresentanza di circa 2.000 taxa.

COLLEZIONI

Erbario Generale
Circa 75000 campioni di fanerogame e crittogame vascolari per lo più europee;le collezioni numericamente più importanti: Bicknell,Pensig e Bubani. Si trovano ancora numerosissimi esemplari di piante inviate da Cesati,Todaro,Parlatore,Heldreich,Orphanides,Reichenbach,Grenier,Cosson Nees von Esenbeck,ecc.Sono inoltre noti contributi di Bertero,Berti,Gennari,Gherardi,Montolivo,Panizzi,Reichenbach,Sassi,Savignone,Traverso,ecc.Ai primi del XIX sec.risalgono le importanti raccolte di A.Figari inviate dall'Egitto a partire dal 1830,di Pitra,di Charkoff,inviate dalla Russia Meridionale e di Pestalozza inviate dall'Oriente.Successive sono altre raccolte,quali quelle di Willkomm(con 14500 specie di tutte le parti del mondo, 1350 specie dell'isola di Giava,la Flora Scandinava completa,varie centurie di piante dell'Africa meridionale,una raccolta di piante dell'Italia centrale e meridionalee ancora esemplari provenienti da India,Sumatra,Giava ed Eritrea.A causa dei danni della II guerra mondiale,non sono invece più presenti alcune dlle prime collezioni(Erbario Casaretto,Erbario crittogamico e fanerogamico V.Trevisan,Graminacee egiziane e ligustiche di De Notaris,Erbario abissinico e giavanico di Penzig,Erbario della flora libica di Viviani ed Erbario della Flora ligustica).Negli ultimi 50anni si sono avuti ulteriori incrementi grazie ai contributi di ricercatori che hanno operato presso l'Università di genova,soprattutto con studi sulla flora ligure.
Tipologia collezioni: i campioni sono,nella quasi totalità,spillati su fogli bianchi,divisi per specie in cartelline
Numero beni: 75000
Xiloteca
numerosi campioni di legno di specie sia italiane sia esotiche (per gran parte australiane).
Tipologia collezioni: tavolette con etichetta numerata
Numero beni: 100
Tavole murali
Facevano parte del Museo botanico realizzato da Ottone Penzig con contributo di Th. Hanbury. Genova è stata una delle prime ad acquisire il materiale didattico, allora all'avanguardia. Comprende numerose tavole delle seguenti serie:1)Botanische Wandtafeln di Leopold Kny (1874?-1911);2)A.Peter,Botanische Wandtafeln (1892-1914);3)Baur et al.,Tabulae botanicae;4)Planches de Phisiologie Vegetale par L.Errera & E. Laurent (1897);5)Regno Vegetale di U.Tosco(metà XX secolo).
Tipologia collezioni: litografie colorate (in parte a mano)
Numero beni: 100
Acquerelli Bicknell
Riproduzioni dal vivo di piante eseguite ad aquerello da Clarence Bicknell acquisite agli inizi del XX sec. da Ottone Penzig, allora direttore dell'Istituto Botanico Hanbury. Di pregevole fattura e di notevole importanza scientifica e storica.
Tipologia collezioni: vedi sopra
Numero beni: 2000
Orto Botanico
vedi sito web.La collezione è suddivisa in: Felci;Piante tropicali di alto fusto;Piante acquatiche tropicali;Piante acquatiche;Gymnospermae;Cycadeae;Suculente;Arboreto nord;Arboreto sud;Prato;Bosco;Settore mediterraneo;Piante medicinali.
Tipologia collezioni: piante vive
Numero beni: 4000
Erbario Prati
Circa 1500 specie, donato alla fine del 1900 dalla vedova dell'autore; campioni,del trentennio 1950-1980, provenienti dalla Liguria ma numerosi raccolti sulle Alpi e in Italia Meridionale
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi divisi per specie in cartelline e raccolti in pacchi
Numero beni: 1500
Erbario Ligustico
Collezione allestita per scopi prevalentemente didattici, dedicata alla flora ligure in sostituzione dell'Herbarium Ligusticum storico, andato perduto sotto i bombardamenti incendiari dell'ultimo conflitto. Sono rappresentate oltre 400 specie
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi divisi per specie in cartelline raccolte in pacchi
Numero beni: 2000
Erbario flora officinale
Campioni per lo più liguri, piemontesi e toscani; raccolte di di specie officinali italiane corredate di schede sugli usi popolari, iniziata nel 1973 nell'ambito di progetti nazionali e ripresa e proseguita recentemente.
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi, distinti per specie in cartelline e pacchi
Numero beni: 900
Erbario Gentile
Raccolta del Prof. Salvatore Gentile riguardante la flora ligure, sicula, calabrese, australiana del periodo 1970-2008
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi distinti per specie in cartelline e pacchi
Numero beni: 5000
Mixomiceti (raccolta Penzig)
piccola ma pregevole collezione, suddivisa in 6 scatole con a loro volta preziosi contenitori rotondi di cartone muniti di etichette manoscritte con grazioso bordo decorato liberty, corredata da 2 elenchi manoscritti da Ottone Penzig, uno relativo all'Erbario dell'istituto Botanico Hanbury e l'altro all'Erbario Trevisan.Si ritiene che in origine la collezione fosse molto più ricca.
Tipologia collezioni: vedi sopra
Numero beni: 100
Tariffe
Costo biglietto intero: 42,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Scolaresche: intero
Gruppi e comitive: intero
Prenotazione: obbligatoria
Telefono: 010/2099392
E-mail: botgarden@unige.it
Fax: 010/2099377
Accessibilità:
Accessibilità: in parte
Servizi igienici: si
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: si
Archivio: accessibile al pubblico
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prenotazione biglietti di ingresso: si
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
Attività didattiche: si
Costo attivita': A PAGAMENTO
MUSEO E ORTO BOTANICO DELL' UNIVERSITA' DI GENOVA
Tipologia: Da non perdere/Parchi e giardini/Musei e raccolte/Storia naturale e scienze naturali
CORSO DOGALI 1-M 16136 Genova (GE)
Telefono: 010/2099376
Fax: 010/2099377
attività didattiche
Le collezioni conservate nell'odierna sede museale, costruita con il contributo di Thomas Hanbury nel 1862, furono allestite già nel 1802 e comprendono ancora numerosi campioni d'erbario originali di illustri botanici italiani e stranieri dell'Ottocento. Attualmente includono circa 90.000 campioni di piante vascolari e 2.500 do crittogame non vascolari (licheni, alghe, ecc.). Sono presenti una carpoteca/spermoteca con frutti e semi di diverse parti del mondo, una xiloteca, manoscritti, tavole didattiche storiche e riproduzioni botaniche. Circostante al Museo, l'Orto Botanico, fondato nel 1803, fu via via accresciuto sino a raggiungere l'attuale superficie di un ettaro nel 1865. Risalgono ai primi anni alcuni esemplari di cipressi, una Gleditsia e una sequoia, oltre a magnifici esemplari di grande felci quali Cibotium regale spp. e Angiopteris evecta. Dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale, Rodolfo Pichi Sermolli, tra il 1958 e il 1972, completò la ricostruzione con una piccola serra per succulente e una nuova grande serra. Attualmente l'Orto, distinto in sei livelli all'aperto, dispone anche di sei serre (1000 mq.) di espoche differenti, con felci rare, piante tropicali di alto fusto e acquatiche, collezioni di bromeliacee e orchidee epifite, succulenete e Cycadacee. Gli esemplari presenti si aggirano intorno alle 4.000 unità, in rappresentanza di circa 2.000 taxa.

COLLEZIONI

Erbario Generale
Circa 75000 campioni di fanerogame e crittogame vascolari per lo più europee;le collezioni numericamente più importanti: Bicknell,Pensig e Bubani. Si trovano ancora numerosissimi esemplari di piante inviate da Cesati,Todaro,Parlatore,Heldreich,Orphanides,Reichenbach,Grenier,Cosson Nees von Esenbeck,ecc.Sono inoltre noti contributi di Bertero,Berti,Gennari,Gherardi,Montolivo,Panizzi,Reichenbach,Sassi,Savignone,Traverso,ecc.Ai primi del XIX sec.risalgono le importanti raccolte di A.Figari inviate dall'Egitto a partire dal 1830,di Pitra,di Charkoff,inviate dalla Russia Meridionale e di Pestalozza inviate dall'Oriente.Successive sono altre raccolte,quali quelle di Willkomm(con 14500 specie di tutte le parti del mondo, 1350 specie dell'isola di Giava,la Flora Scandinava completa,varie centurie di piante dell'Africa meridionale,una raccolta di piante dell'Italia centrale e meridionalee ancora esemplari provenienti da India,Sumatra,Giava ed Eritrea.A causa dei danni della II guerra mondiale,non sono invece più presenti alcune dlle prime collezioni(Erbario Casaretto,Erbario crittogamico e fanerogamico V.Trevisan,Graminacee egiziane e ligustiche di De Notaris,Erbario abissinico e giavanico di Penzig,Erbario della flora libica di Viviani ed Erbario della Flora ligustica).Negli ultimi 50anni si sono avuti ulteriori incrementi grazie ai contributi di ricercatori che hanno operato presso l'Università di genova,soprattutto con studi sulla flora ligure.
Tipologia collezioni: i campioni sono,nella quasi totalità,spillati su fogli bianchi,divisi per specie in cartelline
Numero beni: 75000
Xiloteca
numerosi campioni di legno di specie sia italiane sia esotiche (per gran parte australiane).
Tipologia collezioni: tavolette con etichetta numerata
Numero beni: 100
Tavole murali
Facevano parte del Museo botanico realizzato da Ottone Penzig con contributo di Th. Hanbury. Genova è stata una delle prime ad acquisire il materiale didattico, allora all'avanguardia. Comprende numerose tavole delle seguenti serie:1)Botanische Wandtafeln di Leopold Kny (1874?-1911);2)A.Peter,Botanische Wandtafeln (1892-1914);3)Baur et al.,Tabulae botanicae;4)Planches de Phisiologie Vegetale par L.Errera & E. Laurent (1897);5)Regno Vegetale di U.Tosco(metà XX secolo).
Tipologia collezioni: litografie colorate (in parte a mano)
Numero beni: 100
Acquerelli Bicknell
Riproduzioni dal vivo di piante eseguite ad aquerello da Clarence Bicknell acquisite agli inizi del XX sec. da Ottone Penzig, allora direttore dell'Istituto Botanico Hanbury. Di pregevole fattura e di notevole importanza scientifica e storica.
Tipologia collezioni: vedi sopra
Numero beni: 2000
Orto Botanico
vedi sito web.La collezione è suddivisa in: Felci;Piante tropicali di alto fusto;Piante acquatiche tropicali;Piante acquatiche;Gymnospermae;Cycadeae;Suculente;Arboreto nord;Arboreto sud;Prato;Bosco;Settore mediterraneo;Piante medicinali.
Tipologia collezioni: piante vive
Numero beni: 4000
Erbario Prati
Circa 1500 specie, donato alla fine del 1900 dalla vedova dell'autore; campioni,del trentennio 1950-1980, provenienti dalla Liguria ma numerosi raccolti sulle Alpi e in Italia Meridionale
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi divisi per specie in cartelline e raccolti in pacchi
Numero beni: 1500
Erbario Ligustico
Collezione allestita per scopi prevalentemente didattici, dedicata alla flora ligure in sostituzione dell'Herbarium Ligusticum storico, andato perduto sotto i bombardamenti incendiari dell'ultimo conflitto. Sono rappresentate oltre 400 specie
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi divisi per specie in cartelline raccolte in pacchi
Numero beni: 2000
Erbario flora officinale
Campioni per lo più liguri, piemontesi e toscani; raccolte di di specie officinali italiane corredate di schede sugli usi popolari, iniziata nel 1973 nell'ambito di progetti nazionali e ripresa e proseguita recentemente.
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi, distinti per specie in cartelline e pacchi
Numero beni: 900
Erbario Gentile
Raccolta del Prof. Salvatore Gentile riguardante la flora ligure, sicula, calabrese, australiana del periodo 1970-2008
Tipologia collezioni: campioni spillati su fogli bianchi distinti per specie in cartelline e pacchi
Numero beni: 5000
Mixomiceti (raccolta Penzig)
piccola ma pregevole collezione, suddivisa in 6 scatole con a loro volta preziosi contenitori rotondi di cartone muniti di etichette manoscritte con grazioso bordo decorato liberty, corredata da 2 elenchi manoscritti da Ottone Penzig, uno relativo all'Erbario dell'istituto Botanico Hanbury e l'altro all'Erbario Trevisan.Si ritiene che in origine la collezione fosse molto più ricca.
Tipologia collezioni: vedi sopra
Numero beni: 100
Tariffe
Costo biglietto intero: 42,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Scolaresche: intero
Gruppi e comitive: intero
Riduzione da , euro a , euro
Prenotazione: OBBLIGATORIA
Telefono: 010/2099392
E-mail: botgarden@unige.it
Fax: 010/2099377
Accessibilità: in parte
Servizi igienici: si
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: si
Archivio: accessibile al pubblico
Attività didattiche: si
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prenotazione biglietti di ingresso: si
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
$$datasiel.label.luogo.A PAGAMENTO$$