vai al contenuto vai al footer

MUSEO STORICO DEL RISORGIMENTO

Tipologia: Musei e raccolte/Storia
Via Ravaschieri 15 - 16043 Chiavari (GE)
Telefono: 0185 32 47 13
Fax: 0185 32 47 19
La Sala Risorgimento La Sala Risorgimento
Le vetrine dei combattenti Le vetrine dei combattenti
Le vetrine Bixio, Mazzini e Garibaldi Le vetrine Bixio, Mazzini e Garibaldi
Il Museo, inaugurato nel 1982, nasce dalla volontà di conservare e far conoscere ai cittadini chiavaresi i numerosi documenti e gli importanti cimenli che testimoniano il profondo legame di Chiavari e del suo entroterra con i protagonisti del Risorgimento: nel Museo sono, infatti, esposti gli alberi genealogici di garibaldi, mazzini e Bixio che attestano le loro origini chiavaresi. Tra i principali documenti risorgimentali spiccano numerose lettere autografe di garibaldi e Mazzini, 40 fascicoletti originale della "Giobane italia" e la stampa originale dell'elenco dei partecipanti alla Spedizione dei Mille. Le numerose litografie testimoniano episodi di battaglie risorgimentali. Documenti unici sono i tre registri relativi alla elezione dei pontefici Pio VIII, Leone XII, Gregorio XVI; unica è anche la cosiddetta "Lettera Graziosa" di Papa Innocenzo IV Fieschi. Al Museo del risorgimento è annesso, dal 1999, il Museo dei Combattenti (cimeli e reperti dei due conflitti mondiali).

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO RAVASCHIERI
Il ritrovamento in facciata di un rilievo murato in pietra di Finale, oggi conservato nella sala espositiva del Museo, testimonia che la prima edificazione del palazzo risale alla seconda metà del XV secolo
MUSEO LORENZO GARAVENTA
Più di sessanta lavori dello scultore Lorenzo Garaventa, rappresentativi della sua produzione in terracotta, legno, gesso e bronzo, oltre a moltissimi disegni e bozze, sono esposti nelle sale e nel giardino del palazzo che ospita la Società Economica di Chiavari.
QUADRERIA CASSANI-COPELLO
Dipinti di Quentin Metsys, Frans Francken II, Alessandro Magnasco, Giuseppe Raggio e Gaetano Previati; opere di contemporanei, da Alberto Salietti ad Emanuele Rambaldi a Luiso Sturla e molti altri; sculture, di artisti legati alla città per origine o per scelta come Piero Solari e Guido Galletti: la pinacoteca, che ha sede nel palazzo della Società Economica, è una tappa da non perdere per gli amanti dell'arte.
Chiuso
Tariffe
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: gratuito
Prenotazione: facoltativa
Telefono: 0185/324713
E-mail: info@societaeconomica.it
Fax: 0185/324719
Accessibilità:
Accessibilità: no
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: accessibile al pubblico
Biblioteca: accessibile al pubblico
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Visite guidate: si
MUSEO STORICO DEL RISORGIMENTO
Tipologia: Musei e raccolte/Storia
Via Ravaschieri 15 16043 Chiavari (GE)
Telefono: 0185 32 47 13
Fax: 0185 32 47 19
Il Museo, inaugurato nel 1982, nasce dalla volontà di conservare e far conoscere ai cittadini chiavaresi i numerosi documenti e gli importanti cimenli che testimoniano il profondo legame di Chiavari e del suo entroterra con i protagonisti del Risorgimento: nel Museo sono, infatti, esposti gli alberi genealogici di garibaldi, mazzini e Bixio che attestano le loro origini chiavaresi. Tra i principali documenti risorgimentali spiccano numerose lettere autografe di garibaldi e Mazzini, 40 fascicoletti originale della "Giobane italia" e la stampa originale dell'elenco dei partecipanti alla Spedizione dei Mille. Le numerose litografie testimoniano episodi di battaglie risorgimentali. Documenti unici sono i tre registri relativi alla elezione dei pontefici Pio VIII, Leone XII, Gregorio XVI; unica è anche la cosiddetta "Lettera Graziosa" di Papa Innocenzo IV Fieschi. Al Museo del risorgimento è annesso, dal 1999, il Museo dei Combattenti (cimeli e reperti dei due conflitti mondiali).

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO RAVASCHIERI
Il ritrovamento in facciata di un <strong>rilievo murato</strong> in pietra di Finale, oggi conservato nella sala espositiva del Museo, testimonia che la prima edificazione del palazzo risale alla seconda metà del <strong>XV secolo</strong>
MUSEO LORENZO GARAVENTA
Più di <strong>sessanta lavori</strong> dello scultore Lorenzo Garaventa, rappresentativi della sua produzione in <strong>terracotta, legno, gesso e bronzo</strong>, oltre a moltissimi disegni e bozze, sono esposti nelle sale e nel giardino del palazzo che ospita la Società Economica di Chiavari.
QUADRERIA CASSANI-COPELLO
Dipinti di <strong>Quentin Metsys</strong>, <strong>Frans Francken II</strong>, <strong>Alessandro Magnasco</strong>, <strong>Giuseppe Raggio</strong> e <strong>Gaetano Previati</strong>; opere di contemporanei, da Alberto Salietti ad Emanuele Rambaldi a Luiso Sturla e molti altri; <strong>sculture</strong>, di artisti legati alla città per origine o per scelta come Piero Solari e Guido Galletti: la pinacoteca, che ha sede nel palazzo della <strong>Società Economica</strong>, è una tappa da non perdere per gli amanti dell'arte.
Chiuso
Tariffe
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: gratuito
Riduzione da , euro a , euro
Prenotazione: FACOLTATIVA
Telefono: 0185/324713
E-mail: info@societaeconomica.it
Fax: 0185/324719
Accessibilità: no
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: accessibile al pubblico
Biblioteca: accessibile al pubblico
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Visite guidate: si