vai al contenuto vai al footer

MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE

Tipologia: Musei e raccolte/Arte
VIA IACOPO RUFFINI 3 - 16128 Genova (GE)
Telefono: 010/580069; 010/585772
Fax: 010/532482
attività didattiche
la facciata sud del museo la facciata sud del museo
piano nobile, mostra Duchamp piano nobile, mostra Duchamp
Rocco Borella, Senza titolo Rocco Borella, Senza titolo
Sala camino, piano terra, mostra Arredare Sala camino, piano terra, mostra Arredare
Il Museo di Villa Croce è stato inaugurato nel febbraio 1985 per colmare una lacuna nel sistema museale genovese che ancora non comprendeva un museo d'arte contemporanea. Nelle intenzioni dell'Amministrazione, Villa Croce doveva documentare l'arte contemporanea attraverso un programma annuale di mostre ma anche attraverso una collezione permanente, il cui primo nucleo fu la collezione d'arte astratta di Maria Cernuschi Ghiringhelli, acquistata nel 1989. Dopo una fase iniziale, sino ai primi anni '90, in cui si è privilegiata l'arte nazionale e internazionale, anche con grandi mostre, l'attenzione è stata prevalentemente rivolta a mostre di artisti genovesi e liguri le cui donazioni hanno rappresentato una fonte di incremento delle collezioni del Museo. Parallelamente, inizia in questi anni l'attività di promozione della ricerca artistica emergente a livello regionale e nazionale attraverso concorsi e mostre-acquisto (Premio d'arte Duchessa di Galliera, Premio nazionale Scultura Renato Carnevale; Premio Giovani Incisori Italiani; Xylon Italia). Recentemente l'utilizzo della Loggia di Piazza Banchi come spazio dedicato alla creatività giovanile (BAG) ha ulteriormente potenziato questo settore. Dal 2001 la programmazione segue sostanzialmente due filoni: la ricerca di stretta contemporaneità, dedicata ad artisti emergenti sulla scena nazionale ed internazionale, e la riflessione su movimenti e protagonisti dell'arte del '900 (da Fluxus alla Videoarte, da Beuys a Duchamps, da Kaprow a Spoerri).

COLLEZIONI

collezione Maria Cernuschi Ghiringhelli
Maria Cernuschi Ghiringhelli, moglie di Gino Ghiringhelli, artista e proprietario della gallerie milanese Il Milione, iniziò negli anni '30 la sua raccolta dedicata a dipinti, disegni, sculture, grafiche d'arte astratta, italiana e straniera. Dall'astrattismo italiano degli anni '30 (Licini, Magnelli,Munari, Radice, Soldati) alle ricerche percettive e preconcettuali dei '60 (Bonalumi, Calderara, Dorazio, Fontana, Girke, Melotti, Manzoni, Agnetti) alla Nuova Pittura tra '70 e '80 (Olivieri, Martini, Verna, Vago), la collezione - acquistata dal museo nel 1989 - propone un percorso lungo 30 anni nella ricerca artistica aniconica a livello nazionale e internazionale.
Tipologia collezioni: dipinti, sculture, grafiche.
Numero beni: 233
collezione del LAB
La collezione del LAB (Laboratorio d'arte contemporanea della Bassa Lunigiana, associazione culturale promossa da un consorzio di 7 comuni della provincia di La Spezia) è stata donata al museo nel 2001. Documenta l'area della Pittura Analitica, con opere di Olivieri, Gastini, Guarneri, Pinelli, Raciti, Satta,Bargoni, Menegon, Sermidi, Bottarelli,Girke, collegandosi con un nucleo importante della collezione Cernuschi Ghiringhelli. Comprende inoltre installazioni e opere da performance (Porcelli), Poesia Visiva (Vitone), arte antropologica (Costa, Jacob De Chirico, Uecker) e operazioni Fluxus (Chiari e Corner). Anche quest'ultimo nucleo di opere dialoga con le collezioni del Museo.
Tipologia collezioni: dipinti, sculture, opere su carta, installazioni, assemblaggi
Numero beni: 32
collezione fotografica d'artista.
Le prime fotografie d'artista entrano da subito nella collezione del museo in conseguenza di precedenti attività espositive (182 foto di Cresci) o come donazione (della galleria Martini&Ronchetti con 40 tra foto/fotomontaggi/fotogrammi di Domela, Henri, Veronesi). Il fondo si accresce per acquisti e/o doni di artisti che lavorano utilizzando il medium fotografico presenti in mostre curate dal museo (Oberto 1993; Dellepiane 1998; Carocci 2001; Arena, Michel, Koss, Ghiglione, Panayotidis 3003; Viel, Qoshja, Martini tra 2007 e 2009) o con il Premio Duchessa di Galliera (Salerno, Cini, Botto, Baldo, Niccolini) e donazioni di artisti (De Luca. Castagnoli, Galletta). Nel 2007 in occasione della mostra dedicata agli anni '70 si acquisiscono 59 foto di Bergami, D'Amico, Fracchia, Lucas, Radino, Tagliafico, Tremolada il cui lavoro è collegato all'impegno politico di quegli anni. Nel 2009 entrano nelle collezioni (dono arch.Gabrielli) 40 foto di Tobiasson dedicate al tema delle città nel mondo.
Tipologia collezioni: varie di tipologie di stampe su supporti diversi.
Numero beni: 521
collezione stampe e incisioni
Grazie all'attività di promozione delle tecniche incisorie (dal 1986 è referente italiano dell'Associazione Xylon Internazionale e dal 1991 bandisce il premio per giovani incisori italiani) il museo conserva un considerevole nucleo di xilografie e incisioni calcografiche. A questo nucleo si aggiungono donazioni (acquaforti, serigrafie, litografie) di artisti liguri (Cherchi, Chianese, Maiolino, Borella, Marini, Morra) e un corpus di xilografie di Tranquillo Marangoni e Mimmo Guelfi tra cui l'edizione delle "Filastrocche e arie genovesi raccolte, trascritte, e presentate da Mimmo Guelfi" con xilografie di Marangoni. Tra le riviste è compresa la testata "L'Eroica". Rassegna di poesia" (1911-1944 illustrata con xilografie originale.
Tipologia collezioni: stampe e incisioni
Numero beni: 1422

Luoghi d'arte collegati

VILLA CROCE
L'edificio, costruito a fine Ottocento, ospita al suo interno il patrimonio artistico del Museo d'Arte Contemporanea che vanta una collezione di più di 3.000 opere di arte astratta italiana e straniera 1939-1980; arte genovese e ligure dalla seconda meta del Novecento; grafica italiana del secondo Novecento; e conserva l'importante collezione d'arte astratta Maria Cemuschi Ghiringhelli con oltre duecento opere di alcuni tra i più importanti artisti italiani. Sono aperti al pubblico anche la biblioteca e l'archivio
Orario
Dal martedì al venerdì: 9 - 18.30; sabato e domenica : 10 - 18.30;ù lunedì e festivi infrasettimanali . chiuso.
Tariffe
Costo biglietto intero: 4,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): intero
Anziani (oltre 65 anni): ridotto
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): ridotto
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: ridotto
Operatori delle associazioni di volontariato: ridotto
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: ridotto
Riduzione da 2,80 euro
Prenotazione: facoltativa
Telefono: 0039/010/585772 - 580069
E-mail: biglietteriavillacroce@comune.genova.it
Fax: 0039/010/532482
Accessibilità:
Accessibilità: in parte
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
LIMITATAMENTE A BIBLIOTECA / PIANO TERRA / LABORATORIO DIDATTICO
Archivio: ad uso interno
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prenotazione biglietti di ingresso: si
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Servizio di biglietteria: si
Vendita di pubblicazioni e materiali informativi: si
Visite guidate: si
Guardaroba Parcheggio
Attività didattiche: si
Tipologia di attività: VISITE GUIDATE / LABORATORI / LET - LABORATORI ESTIVI TERRITORIALI / PRESENTAZIONI / CONFERENZE
Destinatari: ETA' SCOLARE (DAI 6 AI 18 ANNI) ETA' PRESCOLARE (DAI 3 AI 5 ANNI)
Costo attivita': GRATUITE
MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE
Tipologia: Musei e raccolte/Arte
VIA IACOPO RUFFINI 3 16128 Genova (GE)
Telefono: 010/580069; 010/585772
Fax: 010/532482
attività didattiche
Il Museo di Villa Croce è stato inaugurato nel febbraio 1985 per colmare una lacuna nel sistema museale genovese che ancora non comprendeva un museo d'arte contemporanea. Nelle intenzioni dell'Amministrazione, Villa Croce doveva documentare l'arte contemporanea attraverso un programma annuale di mostre ma anche attraverso una collezione permanente, il cui primo nucleo fu la collezione d'arte astratta di Maria Cernuschi Ghiringhelli, acquistata nel 1989. Dopo una fase iniziale, sino ai primi anni '90, in cui si è privilegiata l'arte nazionale e internazionale, anche con grandi mostre, l'attenzione è stata prevalentemente rivolta a mostre di artisti genovesi e liguri le cui donazioni hanno rappresentato una fonte di incremento delle collezioni del Museo. Parallelamente, inizia in questi anni l'attività di promozione della ricerca artistica emergente a livello regionale e nazionale attraverso concorsi e mostre-acquisto (Premio d'arte Duchessa di Galliera, Premio nazionale Scultura Renato Carnevale; Premio Giovani Incisori Italiani; Xylon Italia). Recentemente l'utilizzo della Loggia di Piazza Banchi come spazio dedicato alla creatività giovanile (BAG) ha ulteriormente potenziato questo settore. Dal 2001 la programmazione segue sostanzialmente due filoni: la ricerca di stretta contemporaneità, dedicata ad artisti emergenti sulla scena nazionale ed internazionale, e la riflessione su movimenti e protagonisti dell'arte del '900 (da Fluxus alla Videoarte, da Beuys a Duchamps, da Kaprow a Spoerri).

COLLEZIONI

collezione Maria Cernuschi Ghiringhelli
Maria Cernuschi Ghiringhelli, moglie di Gino Ghiringhelli, artista e proprietario della gallerie milanese Il Milione, iniziò negli anni '30 la sua raccolta dedicata a dipinti, disegni, sculture, grafiche d'arte astratta, italiana e straniera. Dall'astrattismo italiano degli anni '30 (Licini, Magnelli,Munari, Radice, Soldati) alle ricerche percettive e preconcettuali dei '60 (Bonalumi, Calderara, Dorazio, Fontana, Girke, Melotti, Manzoni, Agnetti) alla Nuova Pittura tra '70 e '80 (Olivieri, Martini, Verna, Vago), la collezione - acquistata dal museo nel 1989 - propone un percorso lungo 30 anni nella ricerca artistica aniconica a livello nazionale e internazionale.
Tipologia collezioni: dipinti, sculture, grafiche.
Numero beni: 233
collezione del LAB
La collezione del LAB (Laboratorio d'arte contemporanea della Bassa Lunigiana, associazione culturale promossa da un consorzio di 7 comuni della provincia di La Spezia) è stata donata al museo nel 2001. Documenta l'area della Pittura Analitica, con opere di Olivieri, Gastini, Guarneri, Pinelli, Raciti, Satta,Bargoni, Menegon, Sermidi, Bottarelli,Girke, collegandosi con un nucleo importante della collezione Cernuschi Ghiringhelli. Comprende inoltre installazioni e opere da performance (Porcelli), Poesia Visiva (Vitone), arte antropologica (Costa, Jacob De Chirico, Uecker) e operazioni Fluxus (Chiari e Corner). Anche quest'ultimo nucleo di opere dialoga con le collezioni del Museo.
Tipologia collezioni: dipinti, sculture, opere su carta, installazioni, assemblaggi
Numero beni: 32
collezione fotografica d'artista.
Le prime fotografie d'artista entrano da subito nella collezione del museo in conseguenza di precedenti attività espositive (182 foto di Cresci) o come donazione (della galleria Martini&Ronchetti con 40 tra foto/fotomontaggi/fotogrammi di Domela, Henri, Veronesi). Il fondo si accresce per acquisti e/o doni di artisti che lavorano utilizzando il medium fotografico presenti in mostre curate dal museo (Oberto 1993; Dellepiane 1998; Carocci 2001; Arena, Michel, Koss, Ghiglione, Panayotidis 3003; Viel, Qoshja, Martini tra 2007 e 2009) o con il Premio Duchessa di Galliera (Salerno, Cini, Botto, Baldo, Niccolini) e donazioni di artisti (De Luca. Castagnoli, Galletta). Nel 2007 in occasione della mostra dedicata agli anni '70 si acquisiscono 59 foto di Bergami, D'Amico, Fracchia, Lucas, Radino, Tagliafico, Tremolada il cui lavoro è collegato all'impegno politico di quegli anni. Nel 2009 entrano nelle collezioni (dono arch.Gabrielli) 40 foto di Tobiasson dedicate al tema delle città nel mondo.
Tipologia collezioni: varie di tipologie di stampe su supporti diversi.
Numero beni: 521
collezione stampe e incisioni
Grazie all'attività di promozione delle tecniche incisorie (dal 1986 è referente italiano dell'Associazione Xylon Internazionale e dal 1991 bandisce il premio per giovani incisori italiani) il museo conserva un considerevole nucleo di xilografie e incisioni calcografiche. A questo nucleo si aggiungono donazioni (acquaforti, serigrafie, litografie) di artisti liguri (Cherchi, Chianese, Maiolino, Borella, Marini, Morra) e un corpus di xilografie di Tranquillo Marangoni e Mimmo Guelfi tra cui l'edizione delle "Filastrocche e arie genovesi raccolte, trascritte, e presentate da Mimmo Guelfi" con xilografie di Marangoni. Tra le riviste è compresa la testata "L'Eroica". Rassegna di poesia" (1911-1944 illustrata con xilografie originale.
Tipologia collezioni: stampe e incisioni
Numero beni: 1422

Luoghi d'arte collegati

VILLA CROCE
L'edificio, costruito a <strong>fine Ottocento</strong>, ospita al suo interno il patrimonio artistico del Museo d'Arte Contemporanea che vanta una <strong>collezione di più di 3.000 opere</strong> di arte astratta italiana e straniera 1939-1980; arte genovese e ligure dalla seconda meta del Novecento; grafica italiana del secondo Novecento; e conserva l'importante collezione d'arte astratta Maria Cemuschi Ghiringhelli con oltre duecento opere di alcuni tra i più importanti artisti italiani. Sono aperti al pubblico anche la biblioteca e l'archivio
Orario
Dal martedì al venerdì: 9 - 18.30; sabato e domenica : 10 - 18.30;ù lunedì e festivi infrasettimanali . chiuso.
Tariffe
Costo biglietto intero: 4,0 euro
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): intero
Anziani (oltre 65 anni): ridotto
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): ridotto
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: ridotto
Operatori delle associazioni di volontariato: ridotto
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: ridotto
Riduzione da 2,80 euro a , euro
Prenotazione: FACOLTATIVA
Telefono: 0039/010/585772 - 580069
E-mail: biglietteriavillacroce@comune.genova.it
Fax: 0039/010/532482
Accessibilità: in parte
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
LIMITATAMENTE A BIBLIOTECA / PIANO TERRA / LABORATORIO DIDATTICO
Archivio: ad uso interno
Attività didattiche: si
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prenotazione biglietti di ingresso: si
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Produzione altro materiale informativo: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Servizio di biglietteria: si
Vendita di pubblicazioni e materiali informativi: si
Visite guidate: si
Guardaroba Parcheggio
Tipologia di attività: VISITE GUIDATE / LABORATORI / LET - LABORATORI ESTIVI TERRITORIALI / PRESENTAZIONI / CONFERENZE
Destinatari: ETA' SCOLARE (DAI 6 AI 18 ANNI) ETA' PRESCOLARE (DAI 3 AI 5 ANNI)
gratuite