vai al contenuto vai al footer

FONDAZIONE ERIO TRIPODI - MUSEO DELLA CANZONE

Tipologia: Musei e raccolte/Specializzato (storia della canzone melodica italiana e l'evoluzione sonora nel tempo)
VIA ROMA 108bis - 18019 Vallecrosia (IM)
Telefono: 0184/291000
Fax: 0184/253211
attività didattiche
un treno a vapore un treno a vapore
l'interno l'interno
riproduzione sonora riproduzione sonora
La raccolta, che riunisce rari sistemi di riproduzione automatica del suono insieme a cimeli e materiali riguardanti la canzone italiana, è stata costituita da Erio Tripodi negli anni Ottanta. Una autentica locomotiva "Cirilla" del 1910 con carrozze "centoporte" ne costituisce l'originale sede: come rilevò il suo fondatore "in comune con il Museo ha una vita parallela e la stessa facoltà di donare sogni, giocondità, nostalgia..". Negli ampi e confortevoli scompartimenti del suo interno sono esposti numerosissimi strumenti, veri e propri capolavori di tecnica meccanica ancora oggi perfettamente funzionanti. Essi documentano la ricerca dell'uomo per "catturare" e riprodurre il suono e la voce umana e la loro evoluzione nel tempo: scatole musicali, organetti di Barberia nelle più diverse tipologie, organetti da tabarin del '700 di fabbricazione francese, pianini meccanici, pianole. L'esposizione, impreziosita da cimeli di musicisti e interpreti che hanno fatto la storia della canzone italiana, copre l'intero arco della sua storia, dalla musica di strada e la canzone melodica napoletana sino all'affermarsi della cosiddetta musica leggera. Una sezione è dedicata al Festival di Sanremo e alla sua storia, ampiamente documentato da fotografie, autografi, dischi, locandine, bozzetti di scenografie e strumentazioni diverse utilizzate durante la kermesse canora. Su una seconda carrozza ferroviaria si trova il Centro Studi con biblioteca, discoteca e un ricco archivio di spartiti musicali.
Orario
giovedì, venerdì, sabato e domenica al mattino, dalle ore 09.30 alle 12.30, su appuntamento.
Tariffe
Telefono: 0184/291000
E-mail: www.museodellacanzone.it
Fax: 0184/253211
Accessibilità:
Accessibilità: in parte
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: ad uso interno
Audioguide: no
Biblioteca: ad uso interno
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: no
Laboratorio per attività di studio: ad uso interno
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
Attività didattiche: si
Tipologia di attività: Accademia: corsi di chitarra, tastiera, flauto, con formazione di piccole orchestrine; Coro: coro di voci bianche "Le Piccole Voci del Museo della Canzone".
Destinatari: Dai 5 anni in poi per l'Accademia; Dai 5 ai 12 anni per il Coro.
Costo attivita': GRATUITE
FONDAZIONE ERIO TRIPODI - MUSEO DELLA CANZONE
Tipologia: Musei e raccolte/Specializzato (storia della canzone melodica italiana e l'evoluzione sonora nel tempo)
VIA ROMA 108bis 18019 Vallecrosia (IM)
Telefono: 0184/291000
Fax: 0184/253211
attività didattiche
La raccolta, che riunisce rari sistemi di riproduzione automatica del suono insieme a cimeli e materiali riguardanti la canzone italiana, è stata costituita da Erio Tripodi negli anni Ottanta. Una autentica locomotiva "Cirilla" del 1910 con carrozze "centoporte" ne costituisce l'originale sede: come rilevò il suo fondatore "in comune con il Museo ha una vita parallela e la stessa facoltà di donare sogni, giocondità, nostalgia..". Negli ampi e confortevoli scompartimenti del suo interno sono esposti numerosissimi strumenti, veri e propri capolavori di tecnica meccanica ancora oggi perfettamente funzionanti. Essi documentano la ricerca dell'uomo per "catturare" e riprodurre il suono e la voce umana e la loro evoluzione nel tempo: scatole musicali, organetti di Barberia nelle più diverse tipologie, organetti da tabarin del '700 di fabbricazione francese, pianini meccanici, pianole. L'esposizione, impreziosita da cimeli di musicisti e interpreti che hanno fatto la storia della canzone italiana, copre l'intero arco della sua storia, dalla musica di strada e la canzone melodica napoletana sino all'affermarsi della cosiddetta musica leggera. Una sezione è dedicata al Festival di Sanremo e alla sua storia, ampiamente documentato da fotografie, autografi, dischi, locandine, bozzetti di scenografie e strumentazioni diverse utilizzate durante la kermesse canora. Su una seconda carrozza ferroviaria si trova il Centro Studi con biblioteca, discoteca e un ricco archivio di spartiti musicali.
Orario
giovedì, venerdì, sabato e domenica al mattino, dalle ore 09.30 alle 12.30, su appuntamento.
Tariffe
Riduzione da , euro a , euro
Telefono: 0184/291000
E-mail: www.museodellacanzone.it
Fax: 0184/253211
Accessibilità: in parte
Servizi igienici: no
Strutture ed attrezzature: no
Assistenza e supporto alla visita: no
Archivio: ad uso interno
Attività didattiche: si
Audioguide: no
Biblioteca: ad uso interno
Computer a disposizione del pubblico: no
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: no
Laboratorio per attività di studio: ad uso interno
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Pubblicazioni libri e cataloghi: si
Visite guidate: si
Parcheggio
Tipologia di attività: Accademia: corsi di chitarra, tastiera, flauto, con formazione di piccole orchestrine; Coro: coro di voci bianche "Le Piccole Voci del Museo della Canzone".
Destinatari: Dai 5 anni in poi per l'Accademia; Dai 5 ai 12 anni per il Coro.
gratuite