vai al contenuto vai al footer

CENTRO DI DOCUMENTAZIONE PER LA STORIA, L'ARTE E L'IMMAGINE DI GENOVA

Tipologia: Musei e raccolte/Arte
VIA AI 4 CANTI DI S.FRANCESCO 49-51 - 16124 Genova (GE)
Telefono: 010/5574958
Fax: 010/5574970
accessibilità a portatori di handicap
Il Centro di Documentazione per la Storia, l'Arte e l'Immagine di Genova si compone di tre sezioni: la Biblioteca di Storia dell'Arte, con oltre 51.000 volumi, 300 periodici "chiusi" e 207 in corso, è specializzata in archeologia della Liguria, storia dell'arte genovese, ligure ed italiana dal sec. XI al sec. XIX, museologia; le Collezioni Cartografica e Topografica, con migliaia di pezzi databili soprattutto tra i secoli XVI e XX, diversi per materia e per tecnica - carte, incisioni, disegni, acquerelli, dipinti, mappe, piani regolatori, progetti -, illustrano i diversi aspetti della vicenda urbana, architettonica, artistica genovese e ligure; l'Archivio Fotografico, la più grande raccolta fotografica pubblica della Liguria, con oltre duecentomila immagini documenta moltissimi aspetti della vita artistica, economica, sociale di Genova e della Liguria dalla seconda metà dell'Ottocento fino alla seconda guerra mondiale: in primo luogo le ricchezze artistiche della regione e i grandi mutamenti urbanistici, architettonici e del paesaggio, ma anche gli antichi mestieri, il mondo della scuola e del lavoro, i luoghi di aggregazione sociale, e così via. Tra le diverse collezioni acquisite negli anni è particolarmente rilevante quella di Alfred Noack.
Il Centro ha sede nelle cosiddette Dipendenze di Palazzo Rosso, che vennero accorpate al Palazzo per poter ingrandire i suoi due appartamenti nobiliari. L'edificio conserva un atrio voltato cinque-seicentesco, pavimentato in mattoni a spina di pesce e con una colonna caposcala in marmo, e un salone - ora sala di lettura della biblioteca - sormontato da un soffitto ligneo a cassettoni della seconda metà del XV secolo.

COLLEZIONI

Biblioteca di Storia dell'Arte
Nasce nel 1908 a Palazzo Rosso, come supporto per gli studi di carattere storico-artistico in ambito cittadino. E' attualmente la biblioteca pubblica di storia dell'arte più importante in ambito regionale.
Tipologia collezioni: libri e periodici
Numero beni: 51300
collezione cartografica e topografica
raccolta eterogenea, per materiali e tecnica, ma interamente dedicata a illustrare i diversi aspetti della vicenda urbana, architettonica e artistica genovese e ligure
Tipologia collezioni: carte, incisioni, disegni, acquerelli, dipinti
Numero beni: 7500
archivio fotografico
Nato ufficialmente nel 1910 col nome di Gabinetto Fotografico Municipale, l'archivio fotografico (con le sue oltre 100000 immagini fotografiche) costituisce la più grande raccolta fotografica pubblica della Liguria.
Tipologia collezioni: materiale fotografico
Numero beni: 100000

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO ROSSO
L'edificio, costruito nel XVII secolo su commissione della famiglia Brignole Sale, ospita oggi la ricca quadreria donata dalla Duchessa di Galliera al Comune di Genova insieme al palazzo. Tra gli artisti esposti nella galleria: il Veronese, il Guercino, Strozzi, il Grechetto, Carbone, Van Dyck, Dürer e molti altri ancora
Gabinetto Disegni e Stampe di Palazzo Rosso
Il fondo disegni del Comune di Genova espone, negli ambienti del mezzanino di Palazzo Rosso, mostre tematiche e monografiche che contano quasi 10.000 fogli legati alla cultura genovese e ligure, emiliana e di scuole europee. In risalto anche numerose opere di singole personalità, da Marcello Durazzo, e la sua raccolta di 1656 fogli, allo scultore Santo Varni e suoi 4000 disegni.
Tariffe
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: gratuito
Altro: gratuito
Prenotazione: obbligatoria
Telefono: BIBL.:010/5574956; ARCH.FOTO:010/5574963; COLL.:010/5574961
E-mail: biblarte@comune.genova.it; archiviofotografico@comune.genova.it; archiviotopografico@comune.genova.i
Fax: BIBLIO.:010/5574970; COLLEZIONI:010/5574971
Accessibilità:
Accessibilità: si
Servizi igienici: si
Strutture ed attrezzature: si
Assistenza e supporto alla visita: si
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: si
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: accessibile al pubblico
Laboratorio di restauro: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Visite guidate: si
Parcheggio
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE PER LA STORIA, L'ARTE E L'IMMAGINE DI GENOVA
Tipologia: Musei e raccolte/Arte
VIA AI 4 CANTI DI S.FRANCESCO 49-51 16124 Genova (GE)
Telefono: 010/5574958
Fax: 010/5574970
accessibilità a portatori di handicap
Il Centro di Documentazione per la Storia, l'Arte e l'Immagine di Genova si compone di tre sezioni: la Biblioteca di Storia dell'Arte, con oltre 51.000 volumi, 300 periodici "chiusi" e 207 in corso, è specializzata in archeologia della Liguria, storia dell'arte genovese, ligure ed italiana dal sec. XI al sec. XIX, museologia; le Collezioni Cartografica e Topografica, con migliaia di pezzi databili soprattutto tra i secoli XVI e XX, diversi per materia e per tecnica - carte, incisioni, disegni, acquerelli, dipinti, mappe, piani regolatori, progetti -, illustrano i diversi aspetti della vicenda urbana, architettonica, artistica genovese e ligure; l'Archivio Fotografico, la più grande raccolta fotografica pubblica della Liguria, con oltre duecentomila immagini documenta moltissimi aspetti della vita artistica, economica, sociale di Genova e della Liguria dalla seconda metà dell'Ottocento fino alla seconda guerra mondiale: in primo luogo le ricchezze artistiche della regione e i grandi mutamenti urbanistici, architettonici e del paesaggio, ma anche gli antichi mestieri, il mondo della scuola e del lavoro, i luoghi di aggregazione sociale, e così via. Tra le diverse collezioni acquisite negli anni è particolarmente rilevante quella di Alfred Noack.
Il Centro ha sede nelle cosiddette Dipendenze di Palazzo Rosso, che vennero accorpate al Palazzo per poter ingrandire i suoi due appartamenti nobiliari. L'edificio conserva un atrio voltato cinque-seicentesco, pavimentato in mattoni a spina di pesce e con una colonna caposcala in marmo, e un salone - ora sala di lettura della biblioteca - sormontato da un soffitto ligneo a cassettoni della seconda metà del XV secolo.

COLLEZIONI

Biblioteca di Storia dell'Arte
Nasce nel 1908 a Palazzo Rosso, come supporto per gli studi di carattere storico-artistico in ambito cittadino. E' attualmente la biblioteca pubblica di storia dell'arte più importante in ambito regionale.
Tipologia collezioni: libri e periodici
Numero beni: 51300
collezione cartografica e topografica
raccolta eterogenea, per materiali e tecnica, ma interamente dedicata a illustrare i diversi aspetti della vicenda urbana, architettonica e artistica genovese e ligure
Tipologia collezioni: carte, incisioni, disegni, acquerelli, dipinti
Numero beni: 7500
archivio fotografico
Nato ufficialmente nel 1910 col nome di Gabinetto Fotografico Municipale, l'archivio fotografico (con le sue oltre 100000 immagini fotografiche) costituisce la più grande raccolta fotografica pubblica della Liguria.
Tipologia collezioni: materiale fotografico
Numero beni: 100000

Luoghi d'arte collegati

PALAZZO ROSSO
L'edificio, costruito nel XVII secolo su commissione della famiglia Brignole Sale, ospita oggi la <strong>ricca quadreria</strong> donata dalla Duchessa di Galliera al Comune di Genova insieme al palazzo. Tra gli artisti esposti nella galleria: il Veronese, il Guercino, Strozzi, il Grechetto, Carbone, Van Dyck, Dürer e molti altri ancora
Gabinetto Disegni e Stampe di Palazzo Rosso
Il <strong>fondo disegni del Comune di Genova</strong> espone, negli ambienti del mezzanino di <strong>Palazzo Rosso</strong>, <strong>mostre tematiche</strong> e <strong>monografiche</strong> che contano quasi 10.000 fogli legati alla <strong>cultura genovese</strong> e <strong>ligure</strong>, <strong>emiliana</strong> e di <strong>scuole europee</strong>. In risalto anche numerose opere di singole personalità, da Marcello Durazzo, e la sua raccolta di 1656 fogli, allo scultore Santo Varni e suoi 4000 disegni.
Tariffe
Bambini (in età comprese tra 0 e 11 anni): gratuito
Ragazzi (in età comprese tra 12 e 18 anni): gratuito
Giovani (in età comprese tra 19 e 25 anni): gratuito
Anziani (oltre 65 anni): gratuito
Studenti singoli (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Insegnanti (delle scuole di ogni ordine e grado): gratuito
Disabili: gratuito
Operatori delle associazioni di volontariato: gratuito
Scolaresche: gratuito
Gruppi e comitive: gratuito
Altro: gratuito
Riduzione da , euro a , euro
Prenotazione: OBBLIGATORIA
Telefono: BIBL.:010/5574956; ARCH.FOTO:010/5574963; COLL.:010/5574961
E-mail: biblarte@comune.genova.it; archiviofotografico@comune.genova.it; archiviotopografico@comune.genova.i
Fax: BIBLIO.:010/5574970; COLLEZIONI:010/5574971
Accessibilità: si
Accessibilità:
Servizi igienici: si
Strutture ed attrezzature: si
Assistenza e supporto alla visita: si
Audioguide: no
Biblioteca: accessibile al pubblico
Computer a disposizione del pubblico: si
Didascalie, pannelli informativi e/o schede mobili: si
Fototeca: accessibile al pubblico
Laboratorio di restauro: ad uso interno
Laboratorio per attività di studio: accessibile al pubblico
Percorsi segnalati: no
Postazioni multimediali: no
Prestito di materiale per mostre o studio: si
Visite guidate: si
Parcheggio