vai al contenuto vai al footer

Società Ligure di Storia Patria

Tipologia: Istituzioni/IstituzioniRegionali
Palazzo Ducale Piazza Matteotti 5 - 16123 Genova (Genova)
Telefono: 010 591358

La "Società Ligure di Storia Patria (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale - O.N.L.U.S.)", fondata il 22 novembre 1857 ha per suo fine costante l'índagine delle memorie di Genova, del suo territorio e dei suoi antichi domini; si propone perciò di considerare attentamente le testimonianze del passato che a quell'oggetto si riferiscono; curando la conservazione e la illustrazione dei monumenti d'ogni tempo più lontano; mettendo in luce le vecchie cronache, onde riceve maggior lume e sicurezza di prove la storica verità; traendo dagli archivi pubblici e privati quei tesori di patria erudizione che vi giacciono ancora inesplorati o negletti; dando insomma, quanto più le venga fatto, incitamento allo studio d'ogni notizia civile ed economica, religiosa, letteraria ed artistica, così del popolo nostro come d'altri d'Italia, o di terre lontane, che con esso abbiano avuto attinenza o relazione, nell'ambito della tutela e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico di cui alla legge 1.6.1939 n. 1089, ivi comprese le biblioteche ed i beni di cui all'art. 1 comma b del D.P.R. 30 settembre 1963 n. 1409, per il perseguimento di utilità sociale.
L'attività sociale comprende anche quella relativa alla tutela, alla promozione ed alla valorizzazione delle cose di interesse numismatico; tale attività, con particolare cura alla monetazione della Repubblica di Genova e delle zecche Liguri, costituisce lo scopo del Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo" che, a seguito della deliberazione assunta dalla Assemblea della Società del 19 dicembre 1964, è sezione autonoma della Società stessa.

Fin dal primo volume gli «Atti della Società Ligure di Storia Patria» si caratterizzano per:

  • edizioni di fonti (tra le quali, importantissimi, i due registri della curia arcivescovile editi da Luigi Tommaso Belgrano, il Codice diplomatico delle colonie tauro-liguri del domenicano Amedeo Vigna, che dedicherà altri due volumi al suo convento di Santa Maria di Castello; quelle di Arturo Ferretto, le iscrizioni greche, romane e medievali della Liguria);
  • monografie (lo studio sulle finanze genovesi di Henri Sieveking, la vita privata dei Genovesi del Belgrano; le marche d'Italia, gli studi sulla moneta e sulla cartografia di Cornelio Desimoni, quelli di Braggio e Gabotto sull'umanesimo dei Liguri);
  • raccolte di studi, spesso frutto degli accesi dibattiti e delle memorie che i soci leggevano nel corso delle riunioni, di alcuni dei quali si ha testimonianza anche attraverso il «Giornale Ligustico» e il «Giornale storico e letterario della Liguria» in epoca più recente;
  • atti congressuali, repertori, inventari d'archivio.

Società Ligure di Storia Patria
Tipologia: Istituzioni/IstituzioniRegionali
Palazzo Ducale Piazza Matteotti 5 16123 Genova (Genova)
Telefono: 010 591358

La "Società Ligure di Storia Patria (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale - O.N.L.U.S.)", fondata il 22 novembre 1857 ha per suo fine costante l'índagine delle memorie di Genova, del suo territorio e dei suoi antichi domini; si propone perciò di considerare attentamente le testimonianze del passato che a quell'oggetto si riferiscono; curando la conservazione e la illustrazione dei monumenti d'ogni tempo più lontano; mettendo in luce le vecchie cronache, onde riceve maggior lume e sicurezza di prove la storica verità; traendo dagli archivi pubblici e privati quei tesori di patria erudizione che vi giacciono ancora inesplorati o negletti; dando insomma, quanto più le venga fatto, incitamento allo studio d'ogni notizia civile ed economica, religiosa, letteraria ed artistica, così del popolo nostro come d'altri d'Italia, o di terre lontane, che con esso abbiano avuto attinenza o relazione, nell'ambito della tutela e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico di cui alla legge 1.6.1939 n. 1089, ivi comprese le biblioteche ed i beni di cui all'art. 1 comma b del D.P.R. 30 settembre 1963 n. 1409, per il perseguimento di utilità sociale.
L'attività sociale comprende anche quella relativa alla tutela, alla promozione ed alla valorizzazione delle cose di interesse numismatico; tale attività, con particolare cura alla monetazione della Repubblica di Genova e delle zecche Liguri, costituisce lo scopo del Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo" che, a seguito della deliberazione assunta dalla Assemblea della Società del 19 dicembre 1964, è sezione autonoma della Società stessa.

Fin dal primo volume gli «Atti della Società Ligure di Storia Patria» si caratterizzano per:

  • edizioni di fonti (tra le quali, importantissimi, i due registri della curia arcivescovile editi da Luigi Tommaso Belgrano, il Codice diplomatico delle colonie tauro-liguri del domenicano Amedeo Vigna, che dedicherà altri due volumi al suo convento di Santa Maria di Castello; quelle di Arturo Ferretto, le iscrizioni greche, romane e medievali della Liguria);
  • monografie (lo studio sulle finanze genovesi di Henri Sieveking, la vita privata dei Genovesi del Belgrano; le marche d'Italia, gli studi sulla moneta e sulla cartografia di Cornelio Desimoni, quelli di Braggio e Gabotto sull'umanesimo dei Liguri);
  • raccolte di studi, spesso frutto degli accesi dibattiti e delle memorie che i soci leggevano nel corso delle riunioni, di alcuni dei quali si ha testimonianza anche attraverso il «Giornale Ligustico» e il «Giornale storico e letterario della Liguria» in epoca più recente;
  • atti congressuali, repertori, inventari d'archivio.