vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Pietrabruna
Architetture/Castelli e fortificazioni
Piccolo abitato tra San Lorenzo al Mare e Pietrabruna, strutturato in due nuclei che hanno conservato le caratteristiche degli abitati rurali liguri. Il toponimo deriva probabilmente dalla torre di avvistamento che fa parte del borgo. Torre Paponi e l'interno territorio di Pietrabruna sono noti per le coltivazioni di lavanda
icona
Borgomaro
Architetture/Castelli e fortificazioni
Una delle più importanti roccaforti dell'entroterra onegliese
Icona
Aquila di Arroscia
Architetture/Castelli e fortificazioni
Castello originario di XI secolo, di cui rimangono alcuni ruderi databili alla fase di XII
icona
Pompeiana
Architetture/Castelli e fortificazioni
Due torri difensive, edificate nel XVI secolo per la difesa dai pirati che tormentavano le coste della riviera. La torre dei Panei ha forma circolare, mentre quella di Barbarasa è a pianta quadrangolare
icona
Sanremo
Architetture/Castelli e fortificazioni
Costruito dalla Repubblica di Genova nel XVIII secolo su progetto di Giacomo De Sicre, è uno dei pochi esempi di architettura militare settecentesca in perfetto stato di conservazione
icona
Apricale
Architetture/Castelli e fortificazioni
La costruzione del castello, dominante il borgo medievale di Apricale, può farsi risalire al X secolo. Edificato ad opera dei Conti di Ventimiglia come baluardo difensivo, passò quindi ai Doria, signori di Dolceacqua (1276), da cui venne verosimilmente ampliato e rafforzato
icona
Pompeiana
Architetture/Castelli e fortificazioni
Costruita nel Medioevo, la torre di osservazione è in ottimo stato di conservazione. Restaurata nel 1992, ospita il Museo Etnografico
Icona
Isolabona
Architetture/Castelli e fortificazioni
Menzionato sin dal 1287, il Castello risale all'insediamento dei Doria a Isolabona verso la fine del XIII secolo. È situato in posizione strategica ed elevata su un poggio che serviva da controllo della via per Apricale
Icona