vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il Palazzo di Andrea Doria, ubicato al civico 17 di Piazza San Matteo, fu donato nel 1528 all'Ammiraglio "Padre e Liberatore della Patria" della rinata Repubblica di Genova. L'edificio costruito intorno al 1460 e che, peraltro, non fu mai dimora effettiva di Andrea Doria, rappresenta un pregevole esemplare che è riuscito ad unire in sé elementi antichi e nuovi, medioevali e rinascimentali, unendo in un difficile equilibrio influenze architettoniche e decorative di stampo francese, toscano, veneto, orientale e lombardo. Il restauro operato da Orlando Grosso negli anni '20 e '30 ha riportato alla luce l'aspetto originale dell'edificio che nel corso dei secoli aveva subito non poche trasformazioni
icona
Sarzana
Architetture/Ville e palazzi
Posta sul lato destro di Via Mazzini, casa-torre trecentesca con arcate ogivali in blocchi di marmo
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
L'antica villa, sita all'interno dei parchi storici di Nervi e immersa nello splendido roseto, risale al XVIII secolo. Dal 1993 l'edificio, ospita il museo, che conserva le due importanti collezioni di arte otto-novecentesca dei fratelli Frugone: dipinti, sculture e disegni di artisti italiani e stranieri attivi tra la seconda metà dell'Ottocento e il primo Novecento. Tra gli artisti rappresentati Boldini, De Nittis, Fattori, Segantini, Bistolfi, Sorolla y Bastida, Miller e Troubetzkoy
icona
Albisola Superiore
Architetture/Ville e palazzi
Visibile dall'uscita del casello autostradale, villa Gavotti, oggi di proprietà privata, è una sontuosa dimora fatta costruire dal Doge Francesco Maria della Rovere. La tradizione la riconosce come casa natale di Giuliano della Rovere, divenuto Papa Giulio II, poi trasformata nel Settecento in originale edificio in stile rococò
icona
Savona
Architetture/Ville e palazzi
Palazzo Delle Piane viene progettato dall'architetto A. Martinengo e costruito in stile liberty
Icona
Cervo
Architetture/Ville e palazzi
Palazzo nobiliare della fine del XVII secolo, ora municipio. Da ammirare il portale in ardesia
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il palazzo cinquecentesco dei Grimaldi, trasformato nel XVIII secolo dagli Spinola e donato allo Stato dagli eredi con le collezioni d'arte e gli arredi originali, conserva il suo aspetto di dimora nobiliare offrendo al visitatore la possibilità di rivivere l'atmosfera di una residenza sei-settecentesca. L'edificio ospita oggi la prestigiosa Galleria Nazionale della Liguria: la quadreria comprende opere dei maggiori artisti genovesi, fiamminghi ed europei. Tra i dipinti: il celebre Ecce Homo di Antonello da Messina, opere di van Dyck, Mattia Preti. Notevole la collezione di ceramiche
Icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
L'antico palazzo, costruito nel XVII secolo, è oggi un museo-residenza: conserva intatti la natura, le opere d'arte, gli oggetti d'uso, le decorazioni e l'arredo. Particolarmente importante la collezione di mobili genovesi del XVII, XVIII e XIX secolo. La Galleria di Palazzo Reale ospita una ricca quadreria con una notevole quantità di dipinti d'autore: pittori genovesi; tele di Luca Giordano, Guercino, Veronese; statue antiche e della scuola del Bernini; opere di Van Dyck, Fiasella, Strozzi; sculture di Parodi, Baratta, Traverso, Schiaffino e opere di molti altri artisti
Icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il complesso architettonico di Villa Serra è costituito dalla palazzina neogotica in stile Tudor, dal settecentesco palazzo Serra Pinelli e dalla Casa dei Manenti con la torre neogotica merlata. La trasformazione architettonica dell'edificio è stata realizzata a meta dell'Ottocento da Carlo Cusani, progettista del parco romantico all'inglese che circonda la proprietà, acquistata nel 1982 dai Comuni di Genova, Sant'Olcese e Serra Riccò che per gestirlo hanno costituito il Consorzio Villa Serra. L'intero complesso, restaurato in occasione delle Colombiane del 1992, è diventato un Centro Culturale Polivalente di grande importanza
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il palazzo, costruito nel XVI secolo per Angelo Giovanni Spinola, è oggi la prestigiosa sede di una banca e dal 1930 ospita al piano nobile il Circolo Artistico Tunnel. Le volte delle sale del piano nobile sono arricchite da affreschi di grande pregio, opera di Bernardo Castello, Andrea Semino e Lazzaro Tavarone
icona