vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Genova
Architetture/Edifici religiosi
Della chiesa pievana, intitolata a Santa Maria Assunta, si ha notizia già nel XIII secolo, ma, nel suo insieme architettonico, è opera del XIX secolo. La chiesa è stata sottoposta al giuspatronato dei Fieschi dal 1485 sino al 1830. Al suo interno si conserva nel coro la pala dell'Assunta, opera attribuita a Teramo Piaggio
icona
Campo Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Gli oratori di Santa Maria Assunta, e di San Rocco e Sebastiano rappresentano, per la ricchezza della decorazioni due tra i migliori esempi del barocco in Valle Stura. In particolare l'oratorio di San Rocco e Sebastiano si distingue per le preziose decorazioni aggettanti e per l'aspetto scenografico dei portali laterali
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa di San Matteo fu fondata nel 1125 da Martino Doria come chiesa gentilizia della propria famiglia e completamente modificata in forme gotiche nel 1278
Icona
Chiavari
Architetture/Edifici religiosi
Nel 1824 l'arcivescovo di Genova, mons. Luigi Lambruschini, ottenne dal Comune l'edificio per fondarvi un seminario. La precedente struttura venne rimaneggiata e nel novembre 1826 si tenne la solenne inaugurazione
Icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
Il complesso dell'Annunziata di Portoria è eretto dai Minori Osservanti nel 1488 su un edificio iniziato nel 1422, adiacente all'Ospedale di Pammatone. Per tutto il '500 importanti famiglie genovesi chiamano i migliori artisti a decorarne le cappelle
Icona
Rapallo
Architetture/Edifici religiosi
Su un poggio sopraelevato e protetta dalle mura sorge la chiesa di Santo Stefano, sede della Confraternita dei Disciplinanti fin dal XIII secolo, e attualmente della Confraternita dei Neri
icona
Moconesi
Architetture/Edifici religiosi
Sull'Appennino Ligure è stata scavata una serie di strutture di accoglienza per viandanti a partire dagli anni '50. Tra questi vi è anche l'ospitale di San Giacomo di Possuolo del XIII secolo che si trova sul versante settentrionale del Monte Possuolo in prossimita della via di crinale che dalla Val Fontanabuona portava a Genova.
Icona
Valbrevenna
Architetture/Edifici religiosi
Il Santuario della Madonna dell'Acqua sorge nel fondovalle sulla sponda sinistra del torrente Brevenna, poco oltre la frazione di Molino Vecchio. La costruzione della primitiva cappella è legata al fatto miracoloso avvenuto durante un'epidemia di peste che ha colpito la zona nel XVI secolo
Icona
Montoggio
Architetture/Edifici religiosi
Il santuario ha origini antiche ed è legato alla miracolosa apparizione della Madonna ad una pastorella sordomuta. La chiesa in onore alla Madonna viene edificato nel 1780. Nel 1914 la statua della Madonna viene posta su un piccolo altare, nel punto in cui era sgorgata l'acqua curativa, e la sorgente viene incanalata in un unico condotto suddiviso in tre fontane. Da allora il complesso religioso prende il nome di "Santuario di Nostra Signora delle Tre Fontane"
icona
Casarza Ligure
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa, isolata sulla collina di Camezzana, è originaria del XII secolo, come lasciano capire le murature esterne
icona