vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Dolceacqua
Architetture/Architetture civili
Ponte del XV secolo che costituisce una tra le più interessanti espressioni dell'architettura stradale medievale del ponente ligure.
icona
Pietrabruna
Architetture/Architetture civili
La coltivazione principale nel territorio di Pietrabruna rimane quella dell'olivo. In una frazione di Pietrabruna funziona ancora oggi un mulino con frantoio con ruota mossa dalla forza idraulica, ma nella vallata tra San Lorenzo al Mare e Pietrabruna si trovano altri frantoi, di cui ormai si conservano soltanto pochi resti
icona
Pieve di Teco
Architetture/Architetture civili
La costruzione del Convento delle Agostiniane, nella parte alta di Pieve di Teco, risale al 1644-45
Icona
Dolcedo
Architetture/Architetture civili
Il ponte è il simbolo di Dolcedo: fin dalla seconda meta del XIII secolo univa l'abitato di Piazza sulle due sponde del torrente Prino. Altro ponte degno di nota è quello detto di Ripalta, dal nucleo abitato di origine medievale che sovrasta Piazza
icona
Castel Vittorio
Architetture/Architetture civili
Tradizionale luogo di confine tra la Repubblica di Genova e lo stato sabaudo, il ponte del Lago Pigo è stato più volte distrutto e ricostruito fino alla forma definitiva del 1945
icona