vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Stella
Architetture/Edifici religiosi
Il borgo di San Martino è affacciato sulla valle del rio Malacqua. Il toponimo deriva dalla chiesa, diventata parrocchia attorno al 1550, nello stesso luogo in cui probabilmente esisteva già una cappella nel V-VI secolo
icona
Stella
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il castello medievale sorgeva in posizione dominante il nucleo abitato di Stella San Giovanni, sopra all'antica chiesa parrocchiale. Rimangono oggi la cinta poligonale e il torrione della fine del XIV secolo
icona
Stella
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa della Madonna del Salto, costruita nel XIX secolo in stile neoclassico, si trova lungo la stretta valle, sull'orlo della roccia, in prossimità di un incrocio. La presenza dell'edificio di culto è dovuto alla tradizione del culto della Vergine del Salto, che, intorno al 1750, aveva soccorso un cavaliere diretto da Albisola a Sassello, precipitato nel vuoto
Icona
Stella
Architetture/Edifici religiosi
Sulla dorsale che divide la valle del Sansobbia da quella del Riabasco, si trova il paese di San Giovanni, in parte raccolto attorno alla chiesa parrocchiale. Il castello, di cui rimangono oggi i ruderi, sovrasta l'antica chiesa parrocchiale, abbandonata del XIX secolo, e il cimitero in cui è sepolto l'ex presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini. La nuova chiesa è stata costruita in stile eclettico nell'Ottocento, nel nucleo più antico del paese
icona