vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Altare
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa parrocchiale è stata costruita nel centro dell'abitato tra il 1620 e il 1650 sui resti della primitiva chiesa dedicata a Sant'Eugenio costruita tra il 1130 e il 1140 dai monaci Benedettini del Monastero di Bergeggi. L'antica parrocchiale è rimasta agibile fino al 1600 quando viene chiusa perché ridotta in cattivo stato e viene poi sostituita dal nuovo edificio di culto. All'interno, arricchito da otto cappelle, si segnala un quadro raffigurante San Filiberto patrono dei vetrai donato dai vetrai torinesi a quelli altaresi
icona
Altare
Architetture/Edifici religiosi
Tornati a Carcare e ripresa la strada per Altare e Savona, si incontra a sinistra il bivio per Ferrania. In localita Ferranietta si trova il complesso dell'antica abbazia dei Santi Pietro e Paolo fondata nel 1097 dal marchese Bonifacio del Vasto e ora trasformato in case coloniche. Importante testimonianza si conserva una lapide funeraria di Agnese di Poitiers, seconda moglie del marchese Bonifacio, qui sepolta
icona
Altare
Architetture/Ville e palazzi
È un edificio in perfetto stile liberty, costruito tra il 1905 e il 1906 da monsignor Giuseppe Bertolotti per la sorella Rosalia. Il committente ne affidò la progettazione all'ingegner Nicolò Campora , uno dei progettisti più aperti alle nuove tendenze dell'architettura internazionale del tempo
Icona