vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Borgio Verezzi
Architetture/Edifici religiosi
Appena fuori del paese, tra orti e frutteti, sorge l'antica chiesa di San Pietro, la cui costruzione si fa risalire all'IX secolo. Nell'abside si conserva l'antico quadro della Madonna del Buon Consiglio, venerato dalla popolazione di Borghetto
Icona
Toirano
Architetture/Edifici religiosi
Il complesso architettonico della Certosa di Toirano è stato edificato a partire dal 1495, anno in cui i Certosini, che avevano sostituito nel 1313 i Benedettini, hanno ottenuto l'autorizzazione di trasferire la sede del loro monastero, sino ad allora sul Monte Varatella. Il complesso risulta ora per buona parte abbandonato o destinato in parte ad abitazioni private
icona
Loano
Architetture/Ville e palazzi
In piazza Italia, si trova l'imponente palazzo di città che il conte Gio Andrea Doria I ha fatto costruire fra il 1575 e la fine del secolo. Nel salone centrale del Palazzo Doria è stato sistemato nel 1937 un mosaico romano rinvenuto in un vicolo del centro storico, sotto il piano stradale dei cosiddetti Carugetti Orbi
Icona
Magliolo
Architetture/Edifici religiosi
L'attuale santuario risale al XVIII secolo. Sull'ampia cupola della chiesa sono affrescati i momenti principali della vita dei due martiri Cosma e Damiano
Icona
Arnasco
Architetture/Castelli e fortificazioni
Complesso di fortificazioni costruite alla fine dell'Ottocento a controllo della costa e del sistema viario che consente l'accesso in Piemonte
icona
Sassello
Architetture/Edifici religiosi
Costruita negli anni 1557-1584, ha subito un incendio nel 1617 per cui è stata terminata e consacrata solo nel 1622. La struttura è caratterizzata da una pianta basilicale a tre navate culminante in un'abside poligonale e arricchita da cappelle laterali. L'edificio è coperto da un tetto a due spioventi. All'interno sono conservate opere di artisti genovesi
Icona
Casanova Lerrone
Architetture/Castelli e fortificazioni
Costruito probabilmente tra l'XI e il XII secolo, appartenne ai marchesi Della Lengueglia, vassalli dei Clavesana. È in ottimo stato di conservazione, comprende sale e arredi originali del XVII secolo ed è residenza privata.
Icona
Toirano
Architetture/Edifici religiosi
Fondato anteriormente all'anno mille dai monaci Benedettini sulla vetta del Monte Varatella, il Monastero è rimasto sede monastica sino alla fine del XV secolo quando i Certosini, subentrati nel 1313 ai Benedettini, hanno spostato la loro sede nella Certosa in fondovalle
Icona
Carcare
Architetture/Edifici religiosi
La fondazione del Collegio delle Scuole Pie si deve a due carcaresi che operavano nel XVII secolo presso la corte papale. Questi ottennero il permesso di fondare a Carcare un centro scolastico per l'educazione dei giovani: la prima casa scolopia fuori Roma. ll 10 giugno 1621 viene posta la prima pietra del Collegio Calasanzio che ha continuato la sua attivita educativa nel tempo ed è tuttora sede del liceo di attività culturali
icona
Altare
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa parrocchiale è stata costruita nel centro dell'abitato tra il 1620 e il 1650 sui resti della primitiva chiesa dedicata a Sant'Eugenio costruita tra il 1130 e il 1140 dai monaci Benedettini del Monastero di Bergeggi. L'antica parrocchiale è rimasta agibile fino al 1600 quando viene chiusa perché ridotta in cattivo stato e viene poi sostituita dal nuovo edificio di culto. All'interno, arricchito da otto cappelle, si segnala un quadro raffigurante San Filiberto patrono dei vetrai donato dai vetrai torinesi a quelli altaresi
icona