vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Campo Ligure
Architetture/Castelli e fortificazioni
Castello di origine tardomedievale, rappresenta il simbolo del feudo imperiale e della famiglia Spinola che regge le sorti del paese in contrapposizione con la Repubblica di Genova. Il castello oltre che da abitazione del feudatario aveva principalmente funzione di controllo e difesa della valle e dei commerci che vi transitavano, funzione che perdura nell'eta moderna come dimostra la costruzione della cinta pentagonale nel XVI secolo. Caduto in disuso nel XVII secolo e quindi abbandonato, dopo il restauro è oggi dedicato a mostre e servizi
icona
Campo Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Gli oratori di Santa Maria Assunta, e di San Rocco e Sebastiano rappresentano, per la ricchezza della decorazioni due tra i migliori esempi del barocco in Valle Stura. In particolare l'oratorio di San Rocco e Sebastiano si distingue per le preziose decorazioni aggettanti e per l'aspetto scenografico dei portali laterali
icona
Campo Ligure
Architetture/Edifici religiosi
La parrocchiale sorge presso la loggia tardomedievale, un tempo utilizzata come mercato. La Chiesa attuale, in forme tardobarocche, sorge in luogo della precedente Chiesa di Santa Maria che è andata distrutta durante l'incendio del 1600 e presenta un'unica navata con cappelle laterali e custodisce alcuni dipinti di pregio
icona