vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il palazzo, costruito per Tobia Pallavicino nel XVI secolo, è l'attuale sede della Camera di Commercio di Genova
icona
Ne
Architetture/Architetture civili
In Val Graveglia rimangono molte testimonianze di architettura rurale e di vita contadina: verso il Monte Zatta e il Monte Chiappozzo si arriva in un'area ricca di casoni, edifici in pietra, ricoperti da ciappe in ardesia, usati dai contadini dell'alta Valle per il pascolo.
Icona
Genova
Architetture/Architetture civili
Il ponte di Carignano, costruito entro il secondo quarto del XVIII secolo, raccorda i due colli di Castello e Carignano, unendo la basilica di Santa Maria Assunta alla citta.
Icona
Rapallo
Architetture/Castelli e fortificazioni
Castello del XIV- XV secolo, situato sulla sommità del Monte Pegge, posto a controllo delle vie di collegamento tra Rapallo e la Val Fontanabuona.
Icona
Genova
Architetture/Castelli e fortificazioni
Porta dei Vacca o di Santa Fede è una delle due porte di città superstiti della cerchia muraria del XII secolo ed è situata al termine del "burgus" extraurbano, presso l'attuale via delle Fontane
icona
Cogoleto
Architetture/Edifici religiosi
La Parrocchiale di Santa Maria è stata edificata sull'area occupata dalla chiesa cinquecentesca demolita nel 1877 per problemi di stabilità. Nell'interno sono conservate alcune tele di tema religioso e una statua lignea attribuita al Maragliano
icona
Arenzano
Architetture/Edifici religiosi
Sulla collina chiamata localmente "Bicocca" s'innalza il Santuario delle Olivette, edificio religioso risalente alla metà del 1600 e dedicato alla Vergine: a lei venivano rivolte le preghiere dei naviganti come testimoniano i numerosi ex-voto in esso contenuti. La festa, tradizionalmente molto sentita, era un tempo considerata la festa dei fidanzati
icona
Tiglieto
Architetture/Edifici religiosi
La badia, datata 1120, rappresenta la più antica fondazione cistercense in Italia. Come in altri luoghi, la presenza dei monaci ha dato un notevole impulso alle attività agricole e artigianali nella zona. La Chiesa di Santa Maria e Santa Croce ed il convento subiscono diverse vicende che ne modificano l'aspetto architettonico. A partire dalla metà del XV secolo, soppresso il convento, passano di mano in mano alle nobili famiglie genovesi fino a divenire proprietà dei Marchesi Raggi.
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
L'edificio di spina fra la via Fossatello e piazza san Siro permette di percepire la sua forma di casa mercantile non ricca del Trecento
Icona
Camogli
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il Castello della Dragonara, eretto nel XII secolo come baluardo difensivo, sorge in posizione elevata su uno sperone roccioso a picco sul mare
icona