vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Rapallo
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa di San Michele di Pagana è stata ripetutamente rimaneggiata nel tempo fino ad assumere le forme attuali. Tra le interessanti opere che si conservano al suo interno va ricordata una tela del pittore fiammingo Anton Van Dyck
icona
Santa Margherita Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Tra Santa Margherita e Paraggi si trova il monastero di San Girolamo della Cervara, fondazione benedettina del XIV secolo. Il complesso, di proprietà privata, è ora sede di una fondazione che lavora per il definitivo recupero del ruolo culturale e storico dell'abbazia
icona
Recco
Architetture/Edifici religiosi
Il Santuario conserva due preziose reliquie: una Santa Spina della Corona di Cristo e una statua lignea, ritenuta miracolosa, raffigurante la Vergine, che ha dato origine al culto. All'interno vi è inoltre una interessante raccolta di ex voto settecenteschi offerti da marinai e naviganti
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il palazzo Cattaneo Adorno, costruito nel XV secolo e attuale dimora della famiglia Cattaneo Adorno, vanta una delle più grandi collezioni private d'arte antica del mondo.
icona
Genova
Architetture/Castelli e fortificazioni
L'ottocentesco forte, costruito in cima al monte Ratti e riutilizzato durante l'ultima guerra, è oggi in stato di rovina e abbandono.
Icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa di Santa Maria Maddalena è situata immediatamente a ridosso di Strada Nuova (oggi via Garibaldi), in una porzione di territorio compresa tra Luccoli e Fossatello. L'edificio, che da il nome alla piazza antistante e all'intero sestiere, è il frutto di una serie di trasformazioni iniziate alla fine del XVI secolo e culminate nel 1635 con l'attuale chiesa barocca a colonne binate
icona
Mele
Architetture/Edifici religiosi
Nel piccolo borgo è custodito un gioiello del rococò genovese: l'oratorio di di Sant'Antonio. Una piccola chiesa a navata unica interamente decorata in stucchi policromi in cui si trova una delle poche opere sicuramente attribuibile al Maragliano: un'imponente cassa processionale raffigurante i Santi Antonio e Paolo
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
Il complesso di San Bartolomeo della Certosa risale al 1297 ed è stato occupato dagli eremiti di San Bruno sino alla soppressione napoleonica. Tutta la struttura, sebbene restaurata nell'Ottocento, necessita di ulteriori interventi conservativi atti a rendere meglio fruibili le opere d'arte che custodisce: tra esse sono degne di nota due tele di Raffaele Badaracco e gli affreschi attribuiti a Giovanni Carlone
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Nel palazzo, costruito nel XVI secolo per Agostino Pallavicino, si possono ammirare le opere dei fratelli Andrea e Ottavio Semino. L'edificio è ora proprietà di una banca
icona
Torriglia
Architetture/Castelli e fortificazioni
Non esiste una data certa riguardante la costruzione del nucleo originario del castello di Torriglia: presumibilmente, questa può farsi risalire immediatamente dopo l'anno Mille, ma è possibile che sia avvenuta sui resti di una fortificazione precedente, nata per controllare la zona di transito tra la Val Trebbia e la Valle Scrivia
icona