vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Castiglione Chiavarese
Architetture/Edifici religiosi
In epoca medievale il Monte San Nicolao, chiamato anche Pietra Colice, era probabilmente al centro della rete stradale che si sviluppava sul massiccio del Bracco. Documenti d'archivio e scavi archeologici degli anni '50 ripresi recentemente hanno messo in luce la presenza di un ospitale databile al XII-XIII secolo e di una chiesetta romanica, a cui si addossano una tomba medievale e un altro ambiente rettangolare che si è sovrapposto alle strutture dell'ospitale. Al momento l'ospitale del Monte San Nicolao puo essere annoverato tra le strutture di accoglienza per viandanti scavate più ampie di tutta la Liguria
icona
Casella
Architetture/Edifici religiosi
La parrocchiale risale al XVIII secolo e conserva, oltre alle decorazioni barocche, due notevoli dipinti, la Visitazione di Giovanni Andrea De Ferrari, e il Presepe di Domenico Fiasella
icona
Ronco Scrivia
Architetture/Ville e palazzi
Esempio di villa in stile liberty, dall'aspetto tipicamente inglese, progettata agli inizi del secolo scorso dall'architetto Gino Coppedè sulle alture di Borgo Fornari
icona
Moneglia
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il castello di Villafranca, costruito probabilmente nel XII secolo, su uno sperone roccioso, a levante del borgo di Moneglia, è stato recentemente restaurato e aperto al pubblico
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
Nostra Signora del Carmine è situata nell'antico borgo omonimo, alle spalle dell'Annunziata del Vastato, lungo la strada tracciata dopo il 1870 per migliorare l'accesso all'Albergo dei Poveri (attuale via Brignole De Ferrari)
icona
Lumarzo
Architetture/Edifici religiosi
Sul colle che sovrasta Tassorello si trova la chiesa di San Martino del Vento, destinata al culto dei viandanti
icona
Genova
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il forte risale alla prima metà del XIX secolo. Oggi, sul posto sorge il campo sportivo Morgavi, realizzato negli anni Settanta.
Icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il palazzo, costruito nel XVI secolo su progetto di Giovanni Ponzello per Baldassarre Lomellini, è ora di proprietà della famiglia Campanella
icona
Genova
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il forte, progettato nel 1747 e portato a compimento nella sua fase strutturale finale solo nel 1827, ospita oggi un ripetitore della Rai.
Icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
Santa Maria Assunta è situata sulla sommita del colle di Carignano, in posizione dominante rispetto allo scenario urbano e all'intero arco del golfo. La basilica, iniziata nel 1552 su progetto dell'Alessi, riprende la forma della chiesa a croce greca inscritta con cinque cupole di derivazione bramantesca. La sua costruzione terminerà soltanto nel 1603 con la cupola. Il manufatto originario non ha subito mutamenti sostanziali; soltanto il portale principale è stato rimodellato all'inizio del '700 mentre le tre scalinate d'accesso, previste da Alessi, sono una realizzazione ottocentesca
Icona