vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Chiavari
Architetture/Ville e palazzi
Il ritrovamento in facciata di un rilievo murato in pietra di Finale, oggi conservato nella sala espositiva del Museo, testimonia che la prima edificazione del palazzo risale alla seconda metà del XV secolo
Icona
Chiavari
Architetture/Ville e palazzi
Il nucleo originario del Palazzo viene realizzato nella zona di Capoborgo dall'architetto Bartolomeo Bianco tra il 1626 e il 1635 per la nobile famiglia Costaguta. Dopo di loro e in seguito a un periodo di declino, nel 1760 ne entrano in possesso i nobili genovesi Ranieri e Gerolamo Grimaldi, che ampliano il Palazzo verso levante, arricchendolo di dipinti e di arredi pregiati
icona