vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Chiavari
Architetture/Ville e palazzi
Il ritrovamento in facciata di un rilievo murato in pietra di Finale, oggi conservato nella sala espositiva del Museo, testimonia che la prima edificazione del palazzo risale alla seconda metà del XV secolo
Icona
Chiavari
Architetture/Ville e palazzi
Il nucleo originario del Palazzo viene realizzato nella zona di Capoborgo dall'architetto Bartolomeo Bianco tra il 1626 e il 1635 per la nobile famiglia Costaguta. Dopo di loro e in seguito a un periodo di declino, nel 1760 ne entrano in possesso i nobili genovesi Ranieri e Gerolamo Grimaldi, che ampliano il Palazzo verso levante, arricchendolo di dipinti e di arredi pregiati
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Villa Centurione Doria, lo straordinario complesso architettonico e paesaggistico sorto nel XVI secolo e che ebbe in Gio Andrea Doria il suo padrone di casa più illustre, ha riaperto i battenti dopo il restauro dell'edificio, completato nel 2001
Icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Villa Imperiale è edificata nel XV secolo per Lorenzo Cattaneo, mercante e console dei Portoghesi a Genova che negli stessi anni realizza in città il palazzo di famiglia (piazza Grillo Cattaneo 1) sul sedime di quattro case di proprietà del suo "albergo"
Icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Nella settecentesca villa Grimaldi Fassio, acquistata nel 1979 dal Comune di Genova, unitamente al parco che la circonda, sono ospitate dal 1993 le collezioni donate dai fratelli Luigi e Lazzaro Gio Batta Frugone
Icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
L'edificio, costruito nel XVII secolo su commissione della famiglia Brignole Sale, ospita oggi la ricca quadreria donata dalla Duchessa di Galliera al Comune di Genova insieme al palazzo. Tra gli artisti esposti nella galleria: il Veronese, il Guercino, Strozzi, il Grechetto, Carbone, Van Dyck, Dürer e molti altri ancora
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
La villa ottocentesca, sita a Pegli e circondata dal suo splendido giardino storico, è famosa per il suo orto botanico ed è oggi sede del Museo Civico di Archeologia. Il complesso museale vanta la più ampia rassegna di archeologia ligure: preistoria e protostoria della Liguria; sepolture paleolitiche; ricchissimi corredi della necropoli preromana di Genova; scavi delle città della Liguria romana; antichità greche e romane; collezione egizia e marmi romani
Icona
Santa Margherita Ligure
Architetture/Ville e palazzi
Villa Durazzo è un tipico esempio di dimora nobiliare. Circondata da un meraviglioso giardino e ricca di sfarzosi ed eleganti saloni, nel piano nobile ospita sale museali che conservano collezioni di piccola quadreria
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il Palazzo di Andrea Doria, ubicato al civico 17 di Piazza San Matteo, fu donato nel 1528 all'Ammiraglio "Padre e Liberatore della Patria" della rinata Repubblica di Genova. L'edificio costruito intorno al 1460 e che, peraltro, non fu mai dimora effettiva di Andrea Doria, rappresenta un pregevole esemplare che è riuscito ad unire in sé elementi antichi e nuovi, medioevali e rinascimentali, unendo in un difficile equilibrio influenze architettoniche e decorative di stampo francese, toscano, veneto, orientale e lombardo. Il restauro operato da Orlando Grosso negli anni '20 e '30 ha riportato alla luce l'aspetto originale dell'edificio che nel corso dei secoli aveva subito non poche trasformazioni
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
L'antica villa, sita all'interno dei parchi storici di Nervi e immersa nello splendido roseto, risale al XVIII secolo. Dal 1993 l'edificio, ospita il museo, che conserva le due importanti collezioni di arte otto-novecentesca dei fratelli Frugone: dipinti, sculture e disegni di artisti italiani e stranieri attivi tra la seconda metà dell'Ottocento e il primo Novecento. Tra gli artisti rappresentati Boldini, De Nittis, Fattori, Segantini, Bistolfi, Sorolla y Bastida, Miller e Troubetzkoy
icona