vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Masone
Architetture/Castelli e fortificazioni
Alla fine del XIX secolo, a protezione e controllo delle Valli del Ceresolo e del Gorsexio e del Passo del Turchino, il genio militare fa costruire due fortezze: quella più imponente di Forte Geremia e la Batteria Aresci in territorio di Mele. Le due batterie erano collegate da cinque chilometri di strada carrozzabile militare e telegrafo. Le due strutture militari, circondate da fossati custodivano cannoni, armi, materiale esplosivo. La Batteria Aresci è oggi impenetrabile a causa dell'esplosione della polveriera mentre il Forte Geremia è stato di recente restaurato per destinarlo a funzioni ricettive
icona