vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Genova
Architetture/Edifici religiosi
L'attuale complesso religioso, costruito sui resti della chiesa primitiva, risale al IX secolo. L'edificio viene sottoposto nel corso dei secoli a successive ricostruzioni, aggiunte, trasformazioni e consolidamenti strutturali (XI-XII secolo; prima metà del Duecento, XVI; fine Ottocento). L'ultimo restauro si è svolto in occasione del Giubileo del 2000. La chiesa conserva numerose opere d'arte di rinomati artisti, quali Carlone, Castello, Cambiaso, De Ferrari, Civitali, Sansovino
icona
Cogorno
Architetture/Edifici religiosi
La basilica viene edificata nella seconda metà del Duecento per volere di papa Innocenzo IV, della famiglia dei Fieschi
icona
Camogli
Architetture/Edifici religiosi
Monastero benedettino, covo dei pirati, umile abitazione di pescatori e poi per secoli proprietà dei principi Doria, l'Abbazia di S. Fruttuoso è oggi un luogo assolutamente unico, dove l'opera dell'uomo si è felicemente integrata con quella della natura
icona
Savignone
Architetture/Edifici religiosi
La leggenda fa risalire la fondazione del cenobio al passaggio del Re Liutprando nel 725 in viaggio per Pavia. Del Convento benedettino intitolato a San Salvatore nel XIII secolo e ancora integro nel Settecento, resta visibile l'impianto architettonico seppure modificato per adattarlo ad uso privato
Icona
Masone
Architetture/Edifici religiosi
La sua origine risale al secolo XII come chiesa di un monastero di Canonici Regolari Mortariensi, che passa poi alle monache Cistercensi. Abbandonata e soggetta a diverse alluvioni, cade in rovina. La chiesa viene ricostruita nel 1946 come Sacrario ai Martiri del Turchino
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa dedicata ai Santi Nicolò ed Erasmo è stata edificata nel XVII secolo per accogliere la popolazione di Voltri in continua crescita. Il protrarsi dei lavori per lungo tempo ha fatto sì che nella chiesa si possono osservare elementi architettonici dei vari periodi
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
Il Santuario di Nostra Signora di Loreto sorge presso il colle di Oregina, nel territorio compreso tra le mura cinquecentesche e quelle del XVII secolo, in posizione dominante sull'arco portuale ed in asse con il soprastante forte Sperone. La costruzione attorno alla preesistente cappella del 1635 risale al 1650-55, mentre l'attuale fisionomia si raggiunge soltanto con gli interventi settecenteschi che porteranno al completamento della facciata, della cupola e del sagrato antistante il Santuario
icona
Castiglione Chiavarese
Architetture/Edifici religiosi
In epoca medievale il Monte San Nicolao, chiamato anche Pietra Colice, era probabilmente al centro della rete stradale che si sviluppava sul massiccio del Bracco. Documenti d'archivio e scavi archeologici degli anni '50 ripresi recentemente hanno messo in luce la presenza di un ospitale databile al XII-XIII secolo e di una chiesetta romanica, a cui si addossano una tomba medievale e un altro ambiente rettangolare che si è sovrapposto alle strutture dell'ospitale. Al momento l'ospitale del Monte San Nicolao puo essere annoverato tra le strutture di accoglienza per viandanti scavate più ampie di tutta la Liguria
icona
Casella
Architetture/Edifici religiosi
La parrocchiale risale al XVIII secolo e conserva, oltre alle decorazioni barocche, due notevoli dipinti, la Visitazione di Giovanni Andrea De Ferrari, e il Presepe di Domenico Fiasella
icona
Ronco Scrivia
Architetture/Ville e palazzi
Esempio di villa in stile liberty, dall'aspetto tipicamente inglese, progettata agli inizi del secolo scorso dall'architetto Gino Coppedè sulle alture di Borgo Fornari
icona