vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Loano
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa dedicata a Nostra Signora della Misericordia, più nota come Sant'Agostino e Santa Rita è stata fondata, assieme al complesso religioso, da Giovanni Andrea Doria e sua moglie Zenobia nel XVI secolo. All'interno si possono ammirare pregevoli statue seicentesche e quadri di artisti genovesi e lucchesi attivi tra il XVI e il XVIII secolo
icona
Pompeiana
Architetture/Edifici religiosi
Lungo la via verso la Torre dei Panei, si trova una piccola cappella chiamata oggi Santa Alo o Santa Ro, in base alla curiosa deformazione dialettale del nome francese Sant'Eloi, o Sant'Eligio
icona
Savona
Architetture/Edifici religiosi
Il complesso del convento dei Cappuccini si trova nell'area residenziale nota come quartiere della Villetta. La parte più alta è stata progressivamente occupata dalle istituzioni religiose che hanno abbandonato il centro cittadino, e tra queste il convento dei Cappuccini, che conserva importanti opere d'arte sei-settecentesche nella chiesa e nel refettorio. Dal convento si può proseguire verso le colline dell'entroterra dove si trova la Certosa di Loreto, fondata nel 1480
Icona
Balestrino
Architetture/Castelli e fortificazioni
Nel XVI secolo e su iniziativa di Pirro II del Carretto ha avuto inizio la costruzione del castello di Balestrino che aveva soprattutto funzioni residenziali. Alcune fonti ricordano come il castello sarebbe stato dotato di un ponte levatoio ora scomparso ma ancora documentato dalla attuale "via del Ponte"
icona
Savignone
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa di San Bartolomeo sorge a poca distanza dalla strada principale che collega Busalla con Casella. Nota sino dal XII secolo, la piccola chiesa conserva alcune tele di valore tra le quali spicca la pala di Sant'Agostino ed altri Santi di Luca Cambiaso
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
Il palazzo, costruito per Tobia Pallavicino nel XVI secolo, è l'attuale sede della Camera di Commercio di Genova
icona
Cervo
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa di San Giovanni Battista, detta "dei corallini" perché costruita con le offerte dei pescatori di corallo (attività scomparsa dopo la tempesta del 1720), è una grandiosa testimonianza di barocco ligure realizzata nel corso del XVIII secolo dall'architetto imperiese Giambattista Marvaldi e portata a termine da suo figlio. L'interno è ricco di opere importanti, tra cui un crocifisso ligneo del Maragliano
icona
Pietra Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Situato nella caratteristica Piazza Vecchia, una volta Piazza del Mercato, era originariamente l'antica chiesa parrocchiale, intitolata al Santo Patrono della cittadina, Nicolà di Bari. Attualmente è sede di un auditorium
Icona
Ne
Architetture/Architetture civili
In Val Graveglia rimangono molte testimonianze di architettura rurale e di vita contadina: verso il Monte Zatta e il Monte Chiappozzo si arriva in un'area ricca di casoni, edifici in pietra, ricoperti da ciappe in ardesia, usati dai contadini dell'alta Valle per il pascolo.
Icona
Rapallo
Architetture/Castelli e fortificazioni
Castello del XIV- XV secolo, situato sulla sommità del Monte Pegge, posto a controllo delle vie di collegamento tra Rapallo e la Val Fontanabuona.
Icona