vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Finale Ligure
Architetture/Castelli e fortificazioni
Eretto su una precedente fortificazione durante la dominazione spagnola del XVII secolo viene distrutto e ricostruito nel XVIII secolo sotto i Savoia e trasformato in carcere femminile. Oggi, dopo lunghi e laboriosi interventi di recupero e restauro, è uno spazio destinato a mostre ed eventi culturali
icona
Pontedassio
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa dei Santi Michele e Sebastiano, opera del Marvaldi, è stata edificata nel corso del XVIII secolo ed ospita anche un piccolo museo
icona
Santa Margherita Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Lungo l'Aurelia, sulla costa che sovrasta Santa Margherita, svetta la Chiesa di San Lorenzo della Costa. La chiesa ha subito nel tempo numerosi interventi che l'hanno modificata profondamente sino a raggiungere l'aspetto attuale. La chiesa conserva, oltre a numerose opere d'arte, una ricca collezione di pizzi al tombolo a fuselli purtroppo non esposti al pubblico
Icona
Riomaggiore
Architetture/Castelli e fortificazioni
A Manarola sono ancora presenti alcuni resti del bastione, probabilmente risalenti a periodi antecedenti al XIII secolo, che facevano parte di una fortificazione unica col castello, oggi del tutto scomparso. Da una cartografia di Matteo Vinzoni, della seconda metà del Settecento, risulta la struttura fortificata, il Bastione, costruita su uno sperone di roccia verso il mare
icona
Levanto
Architetture/Ville e palazzi
Loggia nota dalla fine del XIII secolo con funzione mercantile, ricostruita nel Cinquecento
icona
Chiavari
Architetture/Edifici religiosi
La parrocchiale di San Giovanni Battista si presenta oggi in forme barocche in seguito ai rifacimenti seicenteschi mentre l'edificio originario è del 1182. All'interno sono conservate numerose opere di pittura e scultura di artisti liguri: da Domenico Fiasella a Orazio de Ferrari, da Domenico Piola a Francesco Schiaffino e Anton Maria Maragliano
icona
Cogorno
Architetture/Edifici religiosi
Il complesso di San Salvatore dei Fieschi sorge sulla collina di San Salvatore di Cogorno, nell'entroterra di Lavagna, ed è considerato uno dei monumenti medievali più significativi della Liguria Orientale. È costituito dal palazzo comitale dei Fieschi, dalla chiesa di San Salvatore Il Vecchio, da case medievali e soprattutto dalla Basilica, costruita tra il 1245 e il 1252 per volere dei Papi Innocenzo IV e Adriano V, entrambi Fieschi
icona
Sarzana
Architetture/Edifici religiosi
La primitiva pieve romanica di Sant'Andrea a tre navate risale al XII secolo, la forma attuale a navata unica è il risultato dei successivi ampliamenti, trasformazioni (XIV secolo; fine XV secolo) e restauri (1928; 1939; 1969-1973). Tra le opere da segnalare una tela di Domenico Fiasella e un fonte battesimale in marmo del XVI secolo
icona
Spotorno
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il castello, parzialmente abbattuto nel 1226 dai nolesi, sorge in posizione elevata rispetto al borgo che si è sviluppato lungo la costa. Dalle rovine del castello si gode un ottimo panorama su una grande porzione della costa
icona
Genova
Architetture/Ville e palazzi
La parte medievale dell'edificio, attuale sede della Autorità Portuale di Genova, risale al 1260 e viene costruita su iniziativa del Capitano del Popolo Guglielmo Boccanegra; nel XV secolo diventa proprietà dell'Ufficio di San Giorgio, che a quei tempi amministrava il debito pubblico
Icona