vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Savona
Architetture/Edifici religiosi
Chiesa, dedicata anticamente a San Domenico, in quanto eretta dai Domenicani nella seconda metà del Cinquecento, in sostituzione di San Domenico il Vecchio, abbattuto per la costruzione della Fortezza del Priamar. L'aspetto attuale risente di rifacimenti barocchi. Dalla chiesa si può raggiungere l'area di Monticello, che costituiva un importante punto di riferimento nella città medievale
Icona
Savignone
Architetture/Ville e palazzi
Il Palazzo Fieschi, fatto costruire nel biennio 1568-69 da Ettore Fieschi, si trova sulla piazza principale di Savignone. Eretto come nuova residenza dei Signori di Savignone in sostituzione del castello, è diventato nel XIX secolo un centro terapeutico. Gli interventi di restauro operati nel 1997 hanno restituito all'edificio storico l'aspetto originario
icona
Lavagna
Architetture/Architetture civili
Il Ponte detto della Maddalena risale al 1210 ed è stato voluto da Ugone Fieschi, ed è diventato punto catalizzatore di comunicazione tra Lavagna e Chiavari. Nel XIX secolo è il ponte, ormai insufficiente per il crescente traffico commerciale, è stato ampliato
icona
Uscio
Architetture/Edifici religiosi
La pieve romanica di Sant'Ambrogio, costruita intorno all'XI-XII secolo, faceva parte, insieme con le pievi di Recco, Camogli e Rapallo, dei benefici ecclesiastici della Diocesi milanese. L'edificio ha mantenuto le sue caratteristiche originarie fino agli inizi del XVIII secolo, quando ha subito una parziale trasformazione strutturale. Tra il 1893 e il 1895, affianco alla struttura romanica, viene eretta la nuova e più vasta parrocchiale. Un importante intervento di restauro ha consentito nel 1976 la riapertura al culto della chiesa
icona
Andora
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa, restaurata nel 1903, risale alla seconda metà del Duecento ed è caratterizzata da una stupenda facciata romanico-gotica in pietre a vista
icona
Sestri Levante
Architetture/Edifici religiosi
Lungo la via che porta alla sommità dell'Isola si ergono alcuni pilastri e resti murari che appartengono al distrutto Oratorio di Santa Caterina
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa che si affaccia su piazza Matteotti è la più illustre testimonianza della presenza a Genova della Compagnia del Gesù. Eretta tra la fine del Cinquecento e l'inizio del Seicento (1580 e il 1606) dal gesuita Giuseppe Valerani, il corpo della chiesa sorge sul nucleo dell'antica chiesa di Sant'Ambrogio
Icona
Genova
Architetture/Castelli e fortificazioni
La torre, innalzata tra il 1820 e il 1825, è oggi proprietà del Comune di Genova.
Icona
Pornassio
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il castello, di origine medievale, è stato eretto in posizione strategica a controllo della strada che portava in Piemonte
icona
Ceranesi
Architetture/Edifici religiosi
Nei pressi della frazione Gaiazza si trova la piccola Cappella della Madonna dell'Orto nata probabilmente come luogo di sosta lungo la via del Sale
icona