vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Roccavignale
Architetture/Castelli e fortificazioni
Il Castello Del Carretto sorge lungo la via di transito in posizione più a valle rispetto all'abitato di Roccavignale. I Del Carretto ne hanno tenuto l'investitura anche dopo averlo ceduto ai Marchesi del Monferrato nel 1393. Dal 1735 è stato inglobato nei possedimenti del Regno di Sardegna
icona
Savona
Architetture/Architetture civili
Teatro storico, ancora in funzione, fulcro monumentale della piazza Diaz. Egrave; stato edificato tra il 1850 e il 1853 con facciata neoclassica
Icona
Savona
Architetture/Architetture civili
Situato nella borgata di Lavagnola è un ponte a schiena d'asino, gia datato da un'epigrafe al 1264 ha subito pesanti rifacimenti in epoca tardomedievale. Si presenta come una struttura ad unico arco ribassato, di forme snelle ed eleganti ma tuttavia molto solido è inoltre dotato di una cappella ristrutturata
icona
Savona
Architetture/Edifici religiosi
La cappella, costruita nel XV secolo, é stata ristrutturata in stile rococò verso la metà del XVIII secolo. Da segnalare i dipinti di Paolo Gerolamo Brusco
Icona
Finale Ligure
Architetture/Castelli e fortificazioni
Casa forte tardomedievale ben conservata sulla strada da Final Borgo valica verso FinalPia. La costruzione, gia impostata su strutture di fine XII secolo, ha subito nel corso dei secoli varie destinazioni d'uso; in particolare tra XV e XVI, periodo di fiorente sviluppo dell'abitato rurale, si volge ad un uso agricolo e produttivo con l'aggiunta di ulteriori strutture. Seguono fasi di ristrutturazioni ed abbandono che portano all'isolamento della struttura
icona
Varazze
Architetture/Edifici religiosi
L'attuale chiesa di Sant'Ambrogio è il risultato di numerosi rimaneggiamenti operati sulla parrocchiale del 1535 edificata in sostituzione della chiesa trecentesca della quale rimane il campanile romanico-gotico, detto "U campanin russu". A breve distanza, inglobati in un tratto della cinta muraria del XII secolo, i resti della prima chiesa dedicata a Sant'Ambrogio. L'interno a tre navate è movimentato da cappelle laterali barocche che ospitano numerose opere d'arte di artisti liguri e lombardi
icona
Finale Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Sotto l'attuale Chiesa di San Francesco dei Padri Cappuccini una campagna di scavi nel 1940 e il 1945 hanno riportato alla luce diversi elementi riferibili alle successive fasi architettoniche del complesso. Alcuni reperti potrebbero suggerire, infatti, che la chiesa primitiva sarebbe sorta sull'area di un abitato romano
icona
Tovo San Giacomo
Architetture/Edifici religiosi
In posizione dominante con vista sul monte Carmo il santuario rappresenta una tappa della cristianizzazione del ponente ligure. L'edificio nelle forme attuali, con pianta centrale a una sola navata, risale al XVIII secolo ma è impostato su strutture precedenti
icona
Laigueglia
Architetture/Castelli e fortificazioni
Situato sulla spiaggia e unico sopravvissuto dei tre bastioni difensivi ubicati a Laigueglia
icona
Finale Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Chiesa di fondazione romanica ha subito nel corso dei secoli vari rimaneggiamenti. Delle fasi costruttive più antiche rimangono la cripta ed il sepolcreto paleocristiani
icona