vai al contenuto vai al footer

Architetture

I segni che, nel tempo, l’uomo ha lasciato sul territorio sono ben presenti in Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. Il Medioevo e l’epoca moderna ci hanno lasciato numerosi luoghi di devozione e culto, come santuari, monasteri, chiese ed edifici religiosi, in cui non è difficile trovare esempi degli stili che hanno caratterizzato l’architettura europea. Ma un po’ ovunque, principati, feudatari e signori locali hanno costruito fortificazioni, castelli, torri e fortezze, di cui è ancora possibile scoprire ruderi nell’entroterra. Non sono neppure insolite importanti infrastrutture pubbliche come gli acquedotti.

Prelà
Architetture/Edifici religiosi
Villatalla è il paese più alto della valle, e si trova in posizione panoramica. Degne di nota sono la chiesa di San Michele e soprattutto la chiesa della Madonna della Neve immersa fra i castagni
icona
Bordighera
Architetture/Ville e palazzi
Ex albergo, più volte ristrutturato, trasformato in teatro e spazio espositivo, sede storica del Salone Internazionale dell'Umorismo
icona
Finale Ligure
Architetture/Castelli e fortificazioni
Eretto su una precedente fortificazione durante la dominazione spagnola del XVII secolo viene distrutto e ricostruito nel XVIII secolo sotto i Savoia e trasformato in carcere femminile. Oggi, dopo lunghi e laboriosi interventi di recupero e restauro, è uno spazio destinato a mostre ed eventi culturali
icona
Vallebona
Architetture/Castelli e fortificazioni
Con una breve gita a piedi di un quarto d'ora circa, si puo raggiungere l'ottocentesco castello "Gabbiani", eretto come normale residenza, il castello di proprieta privata, risale ai primi anni dell'Ottocento.
Icona
Pontedassio
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa dei Santi Michele e Sebastiano, opera del Marvaldi, è stata edificata nel corso del XVIII secolo ed ospita anche un piccolo museo
icona
Santa Margherita Ligure
Architetture/Edifici religiosi
Lungo l'Aurelia, sulla costa che sovrasta Santa Margherita, svetta la Chiesa di San Lorenzo della Costa. La chiesa ha subito nel tempo numerosi interventi che l'hanno modificata profondamente sino a raggiungere l'aspetto attuale. La chiesa conserva, oltre a numerose opere d'arte, una ricca collezione di pizzi al tombolo a fuselli purtroppo non esposti al pubblico
Icona
Dolcedo
Architetture/Edifici religiosi
Dalla frazione di Lecchiore si puo raggiungere il Santuario dedicato alla Vergine Maria, detto dell'Acquasanta. Secondo la tradizione l'edificio è stato costruito nel XVIII secolo nel punto in cui è apparsa la Madonna
icona
Arnasco
Architetture/Castelli e fortificazioni
Rudere del castello costruito intorno al XIII secolo in frazione Chiesa
icona
Genova
Architetture/Edifici religiosi
La chiesa di Santo Stefano, collocata sull'altura dell'Acquasola sopra via XX Settembre, in corrispondenza del Ponte Monumentale, è una delle più antiche fondazioni ecclesiastiche di Genova. Originariamente situata nel suburbio lungo la via di comunicazione con il Levante e la Val Bisagno, viene inclusa entro la nuova cinta muraria del XIV secolo (1320-1347) e nel 1536 si pone in aderenza alla porta orientale di Santo Stefano (o Porta degli Archi), nel tratto conclusivo della seicentesca via Giulia. È attraverso il tracciamento di via XX Settembre (1898-1910) che la chiesa assume l'assetto e la disposizione attuale: sopraelevata su un porticato neogotico diventa uno degli esempi più significativi di un romanico genovese prodotto dei restauri otto-novecenteschi di D'Andrade e Carlo Ceschi
Icona
Riomaggiore
Architetture/Castelli e fortificazioni
A Manarola sono ancora presenti alcuni resti del bastione, probabilmente risalenti a periodi antecedenti al XIII secolo, che facevano parte di una fortificazione unica col castello, oggi del tutto scomparso. Da una cartografia di Matteo Vinzoni, della seconda metà del Settecento, risulta la struttura fortificata, il Bastione, costruita su uno sperone di roccia verso il mare
icona